prestiti personali per cattivi pagatori

Quello dei prestiti anche per cattivi pagatori e protestati è un argomento delicato, sono molteplici le variabili che possono influenzare un istituto di credito nel decidere se approvare o meno una richiesta di prestito avanzata da chi è segnalato nel SIC del CRIF.

Come immagino tu abbia intuito dalle prime righe che hai letto, chiedere ed ottenere un prestito, anche se si è un cattivo pagatore è possibile, quindi già questa è una buona notizia non è vero?

Naturalmente non basta, è di fondamentale importanza capire come un cattivo pagatore che anche se protestato può ottenere un prestito, quali caratteristiche deve avere e quali sono le garanzie che l'istituto di credito accetta per valutare se concedere o meno un finanziamento.

Quando ho deciso di aggiornare questo articolo scritto un poco di tempo fa, mi sono preoccupato principalmente di trovare fonti aggiornate al 2018 e soprattutto fonti che siano attendibili, ed ecco cosa ho scoperto...

Prestiti anche per cattivi pagatori: tipologie

Come prima cosa, credo sia imperativo individuare quali sono i tipi di prestiti richiedibili da chi è segnalato come cattivo pagatore o che è stato protestato, in questo modo puoi subito concentrare l'attenzione sulla opzione che meglio si adatta alla tua situazione.

1° possibilità, vengo subito al dunque: il modo migliore per ottenere un finanziamento quando si è classificato come cattivo pagatore o protestato è certamente il prestito personale con cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Se hai un lavoro con busta paga o meglio ancora una pensione, hai buone possibilità che la richiesta venga quantomeno esaminata con una certa attenzione. Naturalmente ci sono parametri entro i quali stare ma quel che conta è che la porta sia per così dire "aperta".

2° possibilità: il prestito con garante. Naturalmente se valuti questa opzione, penso che tu non abbia una busta paga o una pensione, per cui la situazione si complica un pò, ma comunque non è detto che tu non possa ottenere un prestito. Poi ti spiego come fare.

prestiti tra privati: questa forma di finanziamento ha avuto una enorme espansione negli ultimi anni. Privati che prestano i loro risparmi tramite piattaforme Social Lending - P2P lending.

Grazie a questi portali web appositamente strutturati per far incontrare domanda e offerta, i risparmiatori privati si trovano ad erogare dei prestiti personali ottenendo in cambio maggiori interessi rispetto a quelli offerti dalle banche.

Anche in questo caso non bisogna persare che i risparmiatori siano sprovveduti che prestano soldi senza garanzie, ma la suddivisione del rischio - non è solo un risparmiatore ad rogare i prestito ma bensì più risparmiatori - è un punto di forza che permette loro di parcellizzare il rischio.

4° possibilità: il prestito cambializzato. Questa soluzione viene praticata solo in casi estremi ed è piuttosto difficile trovare chi li eroga. Te ne parlo comunque in quanto sono pur sempre una possibile risorsa e non è detto che un amico o un parente non sia disponibile a darti una mano.

Dunque possiamo iniziare ad approfondire la prima delle 4 opzioni disponibili. Andiamo...

1) Prestiti anche per cattivi pagatori: le cessioni del quinto

Se hai un lavoro regolare e puoi quindi contare su una busta paga, accedere ad un prestito personale anche se sei un cattivo pagatore ed hai subito un protesto è senz'altro possibile.

Nelle ricerche che ho effettuato sui vari siti di banche e di finanziarie, analizzando le offerte relative la cessione del quinto ho potuto verificare che sono diverse quelle che affermano di prendere in considerazione le richieste inoltrate da coloro che sono stati segnalati come cattivi pagatori o che hanno subito un protesto.

Le immagini che seguono dicono più di mille parole, ti metto ad esempio Findomestic ed Agos ma ce ne sono tante altre...

Findomestic prestiti a protestati e cattivi pagatori

Agos prestiti a protestati e cattivi pagatori

Hai visto? Non è impossibile ottenere un prestito, quello che conta davvero sono le garanzie che si possono offrire alla banca o alla finanziaria. Ho scritto molti articoli su questo argomento, se desideri altre informazioni, consulta la sezione "cessioni del quinto" .

Ti voglio riassumere cosa fa della cessione del quinto il canale preferenziale per ottenere prestiti anche se si è protestati. Segui il ragionamento...

Come immagino tu sappia, la principale preoccupazione di una banca o di una finanziari o comunque di chiunque presta denaro per lavoro è quello di riaverlo con tanto di interessi. Ora, la cessione del quinto ha tutto quello che serve per dare le dovute garanzie. Ecco quali sono...

Il TFR. Come immagino tu sappia, il TFR è il - trattamento di fine rapporto -, vale a dire quella somma di denaro che l'azienda, o più in generale il datore di lavoro, accantona ogni mese per conto tuo e che ti viene ceduto quando si conclude il rapporto di lavoro - o anche prima in caso di necessità.

Quindi, quando chiedi ed ottineni una cessione del quinto, devi sapere che il TFR viene "vincolato" e messo a garanzia del prestito ricevuto. Ne consegue che se per qualsiasi ragione interrompi il pagamento delle rate del prestito, la banca o la finanziaria possono attingere dal TFR così che possano rientrare in possesso del denaro prestatoti.

Oltre al TFR, la cessione del quinto a garanzia del prestito prevede per legge la stipula di due polizze assicurative. La prima polizza copre il rischio perdita di lavoro ed in tal caso l'assicurazione povvede ad estinguere il tuo debito - nel caso in cui il TFR non sia sufficiente a colmare i debito residuo. Attenzione però, l'assicurazione in questo caso poi farà rivalsa su di te e cercherà di recuperare il denaro in quanto divenuta titolare del credito residuo.

La seconda polizza è quella che tutela la banca in caso di morte del debitore. In questo caso però l'assicurazione una volta pagato l'intero residuo del prestito, non ha facioltà di fare rivalsa sugli eredi, i quali nulla devono ne alla banca ne alla assicurazione.

Ecco speigato perché anche se sei un cattivo pagatore o sei stato protestato, se hai una busta paga regolare il prestito con cessione del quinto è la migliore possibilità che hai per ottenere credito.

2) Prestiti anche per cattivi pagatori: i prestiti con garante

Nel caso tu abbia un garante, chiedere un prestito anche se portestato o semplicemente segnalato come cattivo pagatore è possibile. Certo non è semplice come se chiedi una cessione del quinto, questo perché ci sono ulteriori problematiche che vanno affrontate, ciò nonostante vale la pena approfondire anche questa possibilità dato che è comunque una delle poche possibilià di ottenere un prestito personale.

Se il prestito con garante è l'opzione che pensi faccia al caso tuo, deduco che non hai una busta paga regolare, altrimenti avresti optato per la prima soluzione, vale a dire la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Il punto dolente in questa situazione è che anche se hai un garante ma non possiedi alcun reddito, la banca o la finanziaria soprattutto difronte ad un protestato o comunque un cattivo pagatore, vede una serie di possibili problemi e quindi prima di concedere un prestito ci penserà due volte e probabilmente non lo concederà. Ti faccio un esempio per chiarire meglio il concetto, seguimi...

Se non hai un lavoro, sei quindi disoccupato, chiedi diciamo 6.000€, come farai a pagare le rate regolarmente? La banca immagina che farai degli insoluti e che di conseguenza dovrà mettere in conto che probabilmente dovrà fare rivalsa sul garante se vuole recuperare il denaro prestato più gli interessi. Certo che per 6.000€ è una bella "gatta da pelare" non credi anche tu?

Allora dov'è la soluzione in questo caso? Semplice, bisogna mettere sul piatto della bilancia qualcos'altro, ma cosa? Sicuramente può andare bene un reddito dimostrabile che sia però costante nel tempo.

Esempio: rendita da affitto, rendita da lavoro stagionale o comunque una qualsiasi rendita che dimostri che si hanno delle entrate e di conseguenza la possibilità di pagare le rate mensili. Ecco che, difronte ad un reddito dimostrabile con in più la firma di un coobbligato, le porte del credito potrebbero aprirsi anche per te.

Certo, ti dico subito che se il reddito dismostrabile è pari ad esempio a 6.000€ all'anno, ed ad esempio paghi 350€ di affitto al mese, l'importo che potrai richiedere sarà davvero piccolo, la banca infatti sottrae i costi fissi dal reddito. Se invece hai una casa di proprietà o comunque non paghi un affitto perché ad esempio vivi con i tuoi genitori, allora il discorso cambia.

3) Prestiti anche per cattivi pagatori: i prestiti tra privati

Tra i prestiti possibili anche per cattivi pagatori ci sono i sempre più presenti "prestiti tra privati", in gergo "Social Lending". Questa forma di finanziamento è oggi molto utilizzata in quanto resa facimente accessibili da siti internet sudiati appositamente per mettere in contatto risparmiatori privati con chi ha necessita di un prestito.

La nota dolente è che alcune piattaforme di Social Lending non accettano protestati e cattivi pagatori, mentre altre hanno un sistema di punteggio ed a seconda della reputazione creditiza chiedono interessi più alti per far si che i prestatori disposti a richisare accettino di darti i soldi. Se sei interessato a questa forma tipologia di prestito, ti consiglio di leggere l'articolo dove ti spiego cosa sono e come funzionano i prestiti tra privati, troverai sicuramente molte informazioni utili, nonché la lista delle piattaforme più utilizzate del momento.

4) Prestiti anche per cattivi pagatori: i prestiti con cambiali

Te lo dico in tutta franchezza, i prestiti cambializzati concessi da banche e finanziarie sono oggi nel 2018 una vera rarità. Ciò nonostante te ne voglio parlare perché quando si è nello status di cattivo pagatore e magari anche protestato e si ha bisogno di un prestito, nulla va lasciato intentato.

Naturalmente per avere un prestito cambializzato è fondamentale che tu sia in possesso di uno o più beni pignorabili, immagino tu sappia che la cambiale è un titolo esecutivo (se non conosci l'argomento ti consiglio di leggere l'articolo: come funzionano le cambiali) e come tale deve avere un bene da pignorare che funge da garanzia altrimenti il prestatore non ha senso fare l'operazione.

Dato che per legge le cambiali possono essere utilizzate per prestiti tra privati, se questa è la strada che puoi - se hai beni pignorabili - e vuoi percorrere, ti consiglio di chiedere a parenti, conoscenti ed amici, perché come ti dicevo è molto difficile che una banca o finanziaria sia disposta a concereti un prestito con cambiali.

Conclusioni ed opinioni

Come hai visto, i prestiti personali per cattivi pagatori e protestati sono possibili. Certo devi avere tanta pazienza, porbabilmente molti ti diranno di no, ma non bisogna demordere. È importante comprendere che chi presta denaro per trarne profitto in primis - salvo non sia uno sprovveduto - si assicura di poterlo riavere indietro con tanto di interessi, solo se convinto che il rischio è accettabile ti presterà il denaro.

Buona fortuna.