Prestiti senza busta paga

Sei alla ricerca di dritte e informazioni in merito ai prestiti senza busta paga? Molto bene, sicuramente questo è l’articolo che, a prescindere dalla tua situazione economica, può fornirti tutte le risposte che stai cercando. Quelle di cui hai bisogno per raggiungere il tuo obiettivo: avere un prestito, anche se non hai un reddito da lavoro dipendente.

Ti consiglio quindi, di continuare la lettura se sei: un lavoratore autonomo, un disoccupato, una casalinga, uno studente o, un cattivo pagatore segnalato al CRIF. Presto scoprirai perché.

Passaggio di denaro - prestiti senza busta paga

Cosa sono i prestiti senza busta paga?

I prestiti senza busta paga sono dei finanziamenti che vengono erogati a tutti coloro che hanno un reddito diverso da quello proveniente da lavoro dipendente.

Quindi, in sostanza, sono quei prestiti che vengono concessi a: disoccupati – con alcune caratteristiche particolari -, liberi professionisti, lavoratori autonomi, casalinghe, giovani studenti e giovani imprenditori e talvolta anche a cattivi pagatori.

Da leggere: guida ai prestiti anche per cattivi pagatori

Quali sono le garanzie richieste per ottenerli?

Arrivati a questo punto sicuramente ti stai chiedendo: come può un disoccupato o una casalinga ottenere un prestito? E ancora: come può un giovane ottenere un finanziamento se non ha una busta paga? Quali possono essere le garanzie alternative alla busta paga?

Ebbene, in sostanza, devi dimostrare di avere un reddito che ti dia una certa “capacità restitutiva”. Quella è la tua garanzia. Solo così puoi sperare di ottenere un finanziamento. Questo perché, nessun istituto di credito eroga prestiti se non ha sufficienti rassicurazioni di riavere il denaro.

Da leggere: prestiti senza busta paga e senza garante

Fatte le dovute considerazioni adesso è il momento di andare al sodo. Vediamo dunque, quali sono le possibili garanzie che si possono offrire in alternativa ad una busta paga.

Tipologie di prestiti senza busta paga a cui puoi avere accesso

Probabilmente, i paragrafi che seguiranno, sono la parte più importante di questo articolo. Ti prego quindi di prestare la massima attenzione.

Iniziamo con il dire che, per accedere ai prestiti senza busta paga, servono garanzie. Ne esistono di diverso tipo e variano da caso a caso. Quindi, per semplificare, dividerò le garanzie da offrire in funzione delle categorie di cui ti parlavo prima. Te le cito nuovamente: casalinghe, giovani, giovani aspiranti imprenditori, studenti, liberi professionisti e lavoratori autonomi in generale. Iniziamo dalla categoria  che più si vede negare i prestiti, ovvero i disoccupati.

Prestiti per disoccupati

Se fai parte di questa categoria si presentano due possibili situazioni, ovvero: disoccupato con reddito, disoccupato senza alcun reddito. Se sei tra questi, non disperare, ecco le soluzioni possibili in entrambi i casi.

Nel primo caso: disoccupato ma possiedi un reddito dimostrabile. Se sei in questa situazione, puoi ottenere il prestito a patto che tu possa dimostrare di avere un reddito dimostrabile sicuro è costante nel tempo.

Ti faccio un esempio. Parliamo della rendita da affitto: hai una casa o più in generale un immobile dato in locazione? Ecco, in questo caso, puoi presentare a garanzia gli estratti conti bancari dove ricevi il canone mensile di locazione. Prepara anche una copia del contratto di affitto. In questo modo puoi dimostrare di avere un reddito costante.

Stessa cosa vale se, ad esempio, hai dei titoli investiti in obbligazioni che non vuoi sbloccare. In quel caso, la banca può arrogarsi il diritto su quei titoli che a tutti gli effetti fungono da garanzia sul prestito.

Nel secondo caso, ipotizziamo che non hai reddito da offrire come garanzia. In questa circostanza, la situazione si complica un po’. Come abbiamo detto, la banca ha bisogno di garanzie e, se non le hai, qualcuno deve metterle per te. Hai certamente bisogno un garante che goda di un’ottima reputazione creditizia e che abbia un buon reddito e capitali.

In entrambi i casi, è bene che tu non sia registrato come cattivo pagatore nelle varie banche dati come ad esempio il database del Crif. Una richiesta di prestito fatta con uno status creditizio negativo di solito porta ad un prestito negato.

Per approfondire: guida ai prestiti per disoccupati

Prestiti per giovani

Il giovane che ha bisogno di un prestito e non ha una busta paga, si trova di fronte a molteplici ostacoli. Il primo impedimento fra tutti: il giovane non ha una reputazione creditizia. Non risulta nei database delle varie centrali rischi perché è la prima volta che chiede un finanziamento.

In questo caso, l’ente a cui si è richiesto il prestito, si trova di fronte un soggetto completamente sconosciuto: nelle banche dati non non vi sono segnalazioni di alcun tipo. La banca quindi, non trova risposte a quesiti come: questo cliente è un buon pagatore? Come si è comportato in passato con il pagamento delle rate di altri finanziamenti?

Cosa fare in questo caso? Quali le soluzioni possibili per un giovane? La risposta è: dipende! Cosa si intende fare con il denaro che chiedi in prestito? Vediamo di analizzare possibili scenari.

Facciamo una ipotesi. Supponiamo che tu voglia avviare una nuova attività. Buone notizie! In questo caso, c’è una tipologia di finanziamento appositamente studiata per facilitare questo tipo di iniziativa. Ora ti parlerò del prestito d’onore.

Si tratta davvero di una grande opportunità per un giovane. Ecco perché. Spesso, questi prestiti vengono finanziati dalla Comunità Europea e dalle regioni e non di rado sono finanziamenti a fondo perduto. In entrambi i casi, si tratta di prestiti a cui giovani possono accedere facilmente partecipando a dei bandi. In sostanza, il garante è lo stato o la comunità europea, quindi, chi eroga il finanziamento, non corre alcun rischio. Il denaro sicuramente rientrerà con costi ed interessi annessi.

Se ti interessa questa tipologia di finanziamenti, ti consiglio di leggere anche la guida ai prestiti a fondo perduto – con link ai bandi regionali.

Prestiti per studenti

Frequentare l’università – specialmente se fuori sede – costa molto! Se questo è il motivo per cui ti serve un prestito, ti dico subito che ci sono buone notizie. Le banche e finanziarie disposte ad investire sui giovani sono tantissime! Queste offrono prestiti agli studenti anche se non hanno una busta paga e un garante.

Sicuramente ti starai chiedendo: come funziona questo tipo di finanziamento, come farò a ripagarlo se non lavoro? La risposta veloce è: nell’immediato non ci sono rate da pagare perché vengono tutte posticipate. Successivamente, terminati gli studi e trovato un impiego, inizierai a restituire il prestito.

Per avere maggiori informazioni e sapere quali banche erogano questi finanziamenti, ti suggerisco di leggere il nostro articolo di approfondimento.

Prestiti per lavoratori a tempo determinato

Sì, lo so: un lavoro a tempo determinato con contratto registrato ha comunque una busta paga. Ciò nonostante, ho inserito questo paragrafo per dirti che: se questo è il tuo caso, hai buone possibilità di un ottenere un finanziamento. L’importante è che la durata del prestito sia inferiore al tuo contratto di lavoro. Per maggiori informazioni ti invito a leggere questo articolo: guida ai prestiti per lavoratori stagionali.

Prestiti per casalinghe

In sostanza, il prestito senza busta paga per casalinghe è del tutto simile alla situazione che abbiamo descritto nel paragrafo “prestiti per disoccupati”.

Vale quindi il discorso che: se hai una qualche rendita, puoi chiedere un prestito pur non avendo una busta paga.

Naturalmente, anche in questo caso è utile avere un garante per rafforzare la tua posizione. Solo così avrai maggiori possibilità che il prestito ti venga concesso.

Infine, ricorda anche che, nel processo di approvazione di una pratica, incide molto l’entità del prestito. Se l’importo che intendi richiedere si aggira intorno ai 1.500 € ed in più hai anche un garante, probabilmente la tua domanda verrà accolta. Questo, specialmente se hai una buona reputazione creditizia.

Prestiti cambializzati

Retaggio del passato, sono tornati in voga – visto il perdurare della crisi -, i prestiti cambializzati senza busta paga. Questi, se proprio ritenuti necessari, sono un’alternativa fra quelle che meritano di essere menzionate.

Ti ricordo che: la cambiale è un titolo esecutivo. Se non paghi, il creditore può effettuare la ” levata del protesto “! A quel punto, l’ufficiale giudiziario provvederà in tempi rapidi disporre il pignoramento dei beni. Art. 51 Regio Decreto n. 1669/1933.

Chi eroga i prestiti con cambiali? Ti dico subito che è difficile trovare banche finanziarie disposte a concedere prestiti con a garanzia delle cambiali. In genere, oggi, sono i privati – amici, parenti, conoscenti – ed agenzie di credito i referenti più disponibili ad erogare questi prestiti.

Se desideri maggiori informazioni su questo argomento invito a leggere questo articolo: cosa sono, come funzionano e chi eroga prestiti cambializzati.

Prestiti con pegno

Se nessuna delle alternative sopra riportate fa al caso tuo, puoi tentare un’ultima soluzione: il prestito con pegno.

In breve, ti spiego come funziona. Se hai dei gioielli – oro, pietre preziose o orologi, individuata una banca che tratta questa tipologia di prestiti – una delle tante è Unicredit -, puoi chiedere una valutazione. In breve tempo, riceverai un’offerta che, se deciderai di accettare, ti darà accesso immediato al credito. Una volta restituito il denaro, nei tempi e nei modi previsti dal contratto, riavrai indietro i tuoi preziosi lasciati in pegno. Diversamente li perderai.

Sicuramente, se sei un cattivo pagatore e non hai nessuno disposto a farti da garante, questa è l’unica possibilità che hai di ricevere un prestito in tempi davvero rapidi.

Banche e finanziarie che erogano prestiti senza busta paga

Vediamo adesso le varie offerte dedicate ai prestiti senza busta paga che puoi richiedere direttamente online. Naturalmente, le indicazioni che ti sto per dare, prevedono delle coperture a garanzia. Ricorda quindi, quello che ti ho detto sin dall’inizio di questo articolo: ogni prestito, di qualsiasi tipo esso sia, ha bisogno di una garanzia solida. Diversamente, ogni richiesta viene bocciata.

Da leggere: come avere prestiti in 24 ore senza una busta paga

Prestito Findomestic

Iniziamo dai prestiti senza busta paga di Findomestic. Quindi, se puoi dimostrare di avere un reddito e hai un garante con tutti i requisiti in ordine, puoi senz’altro inoltrare la tua richiesta direttamente dal sito web findomestic.it. È molto semplice farlo. Comunque, prima di procedere, ti consiglio di leggere la nostra guida. Trovi il link subito qui sotto.

Da leggere: guida ai prestiti senza busta paga Findomestic

Prestito Agos

Nulla da invitare a Findomestic, anche Agos Ducato eroga prestiti senza busta paga a tutti coloro che hanno un reddito o che comunque possono in qualche modo dimostrare di riuscire a pagare rate. Anche in questo caso, un garante e ben visto e sicuramente facilita l’approvazione nella pratica di finanziamento. Ricorda sempre che, i piccoli prestiti, sono quelli più facili da ottenere. Più è alta la tua richiesta, più le tue garanzie devono essere sostanziose.

Anche in questo caso ti lascio un link per approfondire l’argomento: guida ai prestiti senza busta paga Agos Ducato

Prestito Compass

Chi non ne ha mai vista la pubblicità in TV? Compass, è tra le principali finanziarie che erogano sia prestiti personali che prestiti finalizzati. Si tratta di una finanziaria che opera da moltissimi anni sul territorio italiano. Permette accesso al credito anche a chi ha avuto in passato problemi finanziari, a patto che soddisfi alcuni requisiti. Certamente tutto ha un costo, ragione per cui anche in questo caso ti consiglio di chiedere un preventivo e di valutare bene l’offerta che ti viene fatta. Maggiore il rischio per la banca, maggiore sono gli interessi richiesti.

Di seguito il link all’articolo di approfondimento sui prestiti senza busta paga Compass

Prestito Postepay Evolution

Un’altra opportunità da valutare e quella del prestito Postepay Evolution – ex Specialcash Postepay -. Si tratta di un Mini prestito erogato esclusivamente a coloro che posseggono la carta Evolution. Si possono richiedere tre importi diversi ovvero 1.000, 2.000 o 3.000 €. In tutti e tre i casi la durata del finanziamento e di 22 mesi. Naturalmente cambiano gli importi delle rate.

Per approfondire: guida al prestito Postepay Evolution

Prestito Unicredit

Non poteva mancare l’offerta di prestiti UniCredit Banca! Sicuramente conosci già questo istituto di credito, è presente in tutta italia e non solo. I tassi di interesse sono abbastanza competitivi e quindi vale la pena approfondire. In particolare, ti segnalo un finanziamento attivabile direttamente dallo smartphone, si tratta del piccolo prestito “CreditExpress Easy” che va da 1.000 a 5.000 euro. 

Per approfondire: offerte Unicredit prestiti personali

Prestito Fiditalia

Un’altra finanziaria a cui chiedere un finanziamento anche se non hai una busta paga è senz’altro Fiditalia. Ha diverse offerte, ma ti conviene valutare direttamente quella che si chiama “Fidiamo”.

Si tratta di un prestito che può arrivare fino ad un massimo di 40.000 €. Oltre all’importo elevato, ha il grande vantaggio di essere completamente personalizzabile. Per averlo non serve necessariamente una busta paga ma dovrai avere un reddito sicuro, costante e sufficientemente elevato.

Un esempio? Se guadagni 20.000 € l’anno netti, potrai ottenere un prestito la cui rata massima sarà di 350 / 400 €. Questo se la tua, è l’unica fonte di entrata nella in famiglia. Se invece hai altre entrare puoi sicuramente ottenere un finanziamento con una rata più alta.

Leggi anche: come calcolare la cessione del quinto dello stipendio

Prestito Cofidis

Concludo infine con i prestiti personali senza busta paga erogati da Cofidis. In questo caso, puoi chiedere fino ad un massimo di 30.000 euro. Tutta la procedura si svolge online! Cofidis, promette di dare una risposta entro le 24 ore successive all’invio della documentazione. Il prestito viene approvato entro 48 ed denaro viene accreditato sul conto tuo conto corrente.

Conclusioni

Questo è stato un articolo piuttosto lungo, come hai certamente capito, per ottenere un prestito quando non hai una busta paga è indispensabile fornire delle solide garanzie alternative. La prima fra tutte? Quella di avere un reddito dimostrabile. Se non hai entrate, limitati alla richiesta di piccoli prestiti – massimo 1.500 € – e presenta la domanda con l’avallo della firma di un garante.

Prima di lasciarti alla ricerca del tuo prestito, ho una raccomandazione molto importante da farti: evita assolutamente offerte di finanziamento da organizzazioni di dubbia serietà. Online ci sono molte truffe e se non sei avvezzo a queste situazioni potresti metterti nei guai. Alla fine, se proprio non riesci a farti prestare i soldi da banche e finanziarie, prova con i prestiti cambializzati fra privati seri.

Lascia un commento