Prestiti a cambiali da privati seri: tutto quello che c’è da sapere

Com’è risaputo, l’accesso al credito tramite banche o finanziarie, per alcuni è sempre più difficile. I motivi possono essere diversi, ma resta il fatto che se si ha bisogno di liquidità il problema è molto serio. Dunque cosa si può fare in questi casi?

Prestiti a privati con cambiali

Anzitutto non farsi prendere dal panico, fortunatamente, ci sono diverse soluzioni per accedere al credito. In questo articolo parleremo nello specifico dei famosi prestiti a cambiali da privati seri, e vedremo, come questi possano essere la soluzione ottimale quando banche e finanziarie non sono disponibili a finanziarci.

Come funzionano i prestiti a cambiali da privati seri

Se non sei avvezzo a questa tipologia di finanziamenti, ti faccio un breve sunto su come funziona un prestito con cambiali tra privati seri. Questo ti servirà per poter capire bene tutte le informazioni che stai per leggere. Se poi vorrai maggiori informazioni, potrai seguire il link che ti fornirò alla fine del paragrafo.

Nella sostanza stiamo parlando di un prestito cambializzato che viene concesso da un privato ad un altro privato. È tutto legale, la legge lo consente come pratica sporadica. Le parti redigono quindi un contratto tra privati nel quale vengono inseriti tutti gli estremi dell’accordo: importo, tassi di interesse se previsti, numero e importo delle cambiali, scadenze e varie ed eventuali.

Quindi in sostanza i prestiti cambializzati tra privati funzionano bene quando ci sono 2 privati seri, un contratto e beni pignorabili che fungono da garanzia nel caso in cui il debitore non onori una o più cambiali alla scadenza.

Infine, è bene che il prestatario conceda il denaro tramite bonifico bancario mettendo i dovuti riferimenti al contratto stipulato. In questo modo vi è una prova tangibile che il prestito è avvenuto.

Allo stesso modo, chi riceve il denaro dovrebbe restituirlo tramite banca. La ragione è sempre la stessa: avere un riscontro tangibile che il pagamento della cambiale è avvenuto entro i termini pattuiti. In questi casi evitare di utilizzare denaro contante.

Per approfondire: come funzionano le cambiali

Quando è consigliato usare i prestiti cambializzati tra privati

Come abbiamo accennato nella introduzione, nella maggior parte dei casi, si ricorre ai prestiti a cambiali da privati quando banche e le finanziarie non sono disponibili ad erogare un finanziamento di tipo classico: prestiti personali o prestiti finalizzati o cessioni del quinto dello stipendio o della pensione.

È quindi consigliabile tentare di ottenere un prestito cambializzato quando:

  1. il richiedente è disoccupato e non ha alcun reddito dimostrabile da offrire come garanzia ma ha dei beni pignorabili;
  2. quando si è segnalati come cattivi pagatori ed iscritti quindi al CRIF o altre banche;
  3. oppure se si è protestati, quindi si sono emessi assegni scoperti o non si sono pagate delle cambiali:
  4. nonostante ci sia un reddito dimostrabile ma questo non è sufficientemente elevato per garantire il rimborso del prestito;
  5. quando si hanno altri prestiti in corso ed il reddito rimanente non è sufficiente per fungere da garanzia all’ulteriore prestito.

Da leggere: prestiti per disoccupati, come fare?

A chi chiedere un prestito cambializzato privato

Non me ne vogliano genitori, parenti ed amici facoltosi, ma sono proprio loro i principali possibili finanziatori. Come abbiamo visto, chi chiede questi prestiti, lo fa perché in qualche modo non ha accesso ai normali canali di credito.

Solo tra persone che si conoscono si possono ottenere questi prestiti. Si tratta semplicemente dell’incontro tra privati seri che stipulano un contratto che comunque, se non rispettato, ha delle conseguenze.

Quindi per funzionare al meglio i prestiti cambializzati si fanno tra privati seri, persone che rispettano gli impegni presi. Se quindi sei una persona seria, chi ti conosce, se ha possibilità è probabile che ti venga incontro e ti conceda in prestito la liquidità di cui hai bisogno.

Detto a chi chiedere, ti diciamo anche a chi non chiedere. Il consiglio è quindi quello di non chiedere mai questi prestiti a persone che non conosci o persone poco raccomandabili. Potresti metterti davvero nei guai.

Da leggere: esistono davvero i prestiti cambializzati online?

Garanzie necessarie

Essendo un titolo esecutivo, la cambiale ha senso solo se, a garanzia della stessa vi siano sufficienti dei beni pignorabili. Se si manda in protesto una cambiale ed il debitore è nullatenente, chi ha prestato il denaro potrebbe non riuscire a riavere il denaro prestato.

Questo, nel caso dei prestiti cambializzati tra amici, parenti e familiari è senz’altro il problema più grande da superare. Non sempre infatti chi chiede il prestito ha beni sufficienti da mettere a garanzia.

Quindi, alla fine dei conti, se non ci sono beni pignorabili e si procede nel concedere il prestito senza garanzie, il prestatario lo fa è perché è convinto che il debitore sia una persona seria che farà di tutto per restituire il denaro avuto in prestito.

Da leggere: prestiti cambializzati senza una busta paga a garanzia

Vantaggi

Sicuramente il primo grande vantaggio dei prestiti con cambiali, quando fatti tra privati seri, è che questi possono essere concessi anche se il richiedente è un cattivo pagatore o peggio ancora protestato. Di fatto, un cattivo pagatore potrebbe in qualche modo accedere ai normali canali creditizi, un protestato no.

Per approfondire: come e a quali prestiti si possono accedere se si è cattivi pagatori?

I prestiti cambializzati tra privati sono veloci! Esattamente così, se si ha urgenza di avere un prestito immediato, questa tipologia di finanziamento è certamente quello più veloce da attivare. Tutto questo naturalmente se già si conosce il prestatario.

Per approfondire: come avere prestiti cambializzati veloci

Un altro grande vantaggio è che, per averli non c’è bisogno di recarsi in banca. In pratica sono prestiti che si possono fare a domicilio o in qualsiasi altro luogo si desideri. Infatti, basta acquistare le cambiali, i bolli ed avere carta e penna per redigere il contratto e firmare le cambiali.

Ed ancora, se c’è intesa tra le parti, le cambiali, all’occorrenza, si possono rinnovare. Questo permette al prestatario di concedere ulteriore tempo al debitore per effettuare il pagamento. Per farlo servirà una nuova cambiale e relativo bollo.

Infine, ma dipende dai casi, i prestiti con cambiali tra privati possono essere senza interessi. Se il conoscente o parente o un privato qualsiasi lo desidera, può decidere di non ottenere vantaggi economici da questa transazione.

Ovvio che con persone al di fuori della cerchia familiare è improbabile che ciò avvenga. Naturalmente anche questa ipotesi è contemplata della legge che regola questo tipo di prestiti tra privati.

Ed ancora: le cambiali sono sempre con gli interessi fissi! I costi della cambiale e dei bolli sono chiari e quindi è possibile sapere esattamente quanto costa il denaro avuto in prestito.

Svantaggi

Lo svantaggio per il debitore è che, se per qualsiasi motivo salta il pagamento anche di una sola cambiale, il creditore può mandarla in protesto. Tale pratica si avvia facendo certificare il mancato pagamento della stessa ad un pubblico ufficiale entro due giorni feriali dal mancato pagamento. Le conseguenze sono immediate e pesanti in quanto, essendo la cambiale un titolo esecutivo, l’ufficiale giudiziario interviene in tempi rapidi.

Il secondo svantaggio del prestito cambiario sta nei costi. A seconda dei casi, chi presta in denaro può applicare tassi anche molto elevati. Come dicevano prima, questo è raro nei prestiti cambializzati tra privati, ma è pur sempre una eventualità da mettere in conto.

Invece, l’unico svantaggio per il prestatario, può essere quello di perdere il denaro prestato. Questo può avvenire se, mandata la cambiale in protesto dopo il mancato pagamento, l’ufficiale giudiziario non trova alcun bene da pignorare.

Quindi, per chi presta, rimane chiaro che lo fa a suo rischio e pericolo se il debitore non possiede capitali o beni che possono essere pignorati.

È molto importante che questi prestiti vengano fatti solo tra persone serie. Diversamente quasi certamente ci saranno problemi.

Conclusioni

Speriamo che questo articolo abbia fatto chiarezza sui prestiti a cambiali tra privati. Siamo partiti dal presupposto che siano finanziamenti che generalmente vengono fatti da amici o parenti. Che chi li chiede spesso è segnalato come cattivo pagatore e non può quindi accedere ad un normale prestito personale erogato da una banca o una finanziaria.

Abbiamo poi visto come funzionano e l’importanza che questi prestiti con cambiali siano fatti tra privati seri che redigono un contratto privato per formalizzare la transazione.

Si è anche detto che tutte le transazioni dovrebbero essere effettuate tramite banca, così che ve ne siano chiare tracce probatorie in caso di dispute.

Abbiamo poi visto, chi solitamente è il fruitore tipo di questi prestiti e così che cattivi pagatori o disoccupati possono in qualche modo ottenere liquidità. Molti di loro hanno così avuto l’opportunità di riorganizzare le proprie attività lavorative e tornare così ad avere un reddito che gli ha poi consentito di ripagare il debito.

Altro argomento poi è stato quello dove abbiamo considerato a chi è meglio chiedere e a chi non chiedere questi prestiti. Mai affidarsi ad estranei se non si è più che certi che siano privati seri.

Il tasto dolente: le garanzie! Davvero: i prestiti cambializzati tra privati, devono essere fatti solo tra persone serie. Spesso, ci sono in ballo amicizie e relazioni familiari e certamente bisogna usare moltissima cautela per non rompere tali importanti legami.

Infine si sono elencati tutti i vantaggi e gli svantaggi che hanno i prestiti cambializzati. Saperlo può senz’altro dare più consapevolezza di quello che si sta facendo. Capire se è il caso o meno di chiederli o di concederli. Il resto tocca a te che leggi agire di conseguenza.

Da leggere: prestiti con cambiali per lavoratori autonomi