Prestiti Enpam

I prestiti Enpam sono finanziamenti che vengono concessi agli iscritti all'Enpam, cioè l'Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri, organizzazione che gestisce i fondi previdenziali dei medici nel nostro Paese. In pratica, si tratta di formule di prestito personale vantaggiose, disponibili presso alcuni istituti di credito.

Le convenzioni Enpam per finanziamenti con cessione del quinto

Prestiti Enpam? Sì grazie! Tra in vantaggi ad essere iscritti all'ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri vi è senz'altro quello di poter accedere a finanziamenti agevolati con cessione del quinto. Tali convenzioni sono il risultato di accordi e trattative che garantiscono un trattamento migliore rispetto alle condizioni di finanziamento che un singolo può ottenere dagli istituti di credito sotto elencati. Vediamo insieme i dettagli riepilogativi di tali convenzioni per vere una visione complessiva.

Banco Popolare Pugliese

La convenzione tra Enpam e il Banco Popolare Pugliese dà vita all'offerta Chiaro BPP, prestito personale che può essere rimborsato attraverso la cessione del quinto dello stipendio. La rata viene addebitata direttamente sulla busta paga e non c'è bisogno di fornire una motivazione per l'utilizzo; per tutta la durata del finanziamento, il tasso è bloccato.

Non solo: il prestito può essere usufruito senza garanti e senza garanzie e può essere protetto contro la perdita del lavoro. Il Taeg per i medici convenzionati varia dal 6.67% al 6.83%, mentre il Tan fisso parte dal 5.25%. Per esempio, per un prestito pari a 25mila euro, il consumatore farà fronte a:

  • 120 rate mensili, ognuna delle quali di importo pari a 283 euro e 54 centesimi;
  • un Taeg pari al 6.67%.

Banca Popolare di Sondrio

Le convenzioni di Enpam sono valide anche con la Banca Popolare di Sondrio, che permette a tutti gli iscritti di richiedere un finanziamento direttamente tramite Internet (è sufficiente recarsi sul sito di Enpam effettuando l'accesso nell'area riservata). Il prestito personale con rientri rateali prevede un importo massimo di 20mila euro, mentre la durata può variare da un minimo di 24 a un massimo di 60 mesi; in sostanza, il finanziamento può essere rimborsato in 2, 3, 4 o 5 anni a seconda delle necessità.

In caso di estinzione anticipata è prevista una commissione dell'1% sul capitale rimanente, mentre la copertura assicurativa contempla la possibilità di sottoscrivere in abbinamento la polizza Arc@professione. Il finanziamento può essere richiesto, oltre che su Internet, in una qualunque filiale della banca, che ovviamente può decidere se concederlo o no.

Le spese di istruttoria sono di 60 euro, mentre quelle di incasso della rata sono di 2 euro e 50 centesimi per ogni rata. Il tasso nominale annuo fisso corrisponde all'IRS di periodo + 4.50 punti.

Bnl - Gruppo Bnp Paribas

Il prestito Enpam con la banca Bnl - Gruppo Bnp Paribas è riservato a tutti gli iscritti e a tutti i dipendenti dell'ente che percepiscono un reddito fisso per esigenze di carattere familiare o di carattere personale.

L'importo non può essere inferiore ai 5mila euro né superiore ai 100mila euro, mentre la durata concessa va da un minimo di 36 mesi a un massimo di 120 mesi.

Le condizioni prevedono un tasso nominale annuo fisso del 6.21% e un Taeg del 6.82% per i finanziamenti fino a 5 anni e un tasso nominale annuo fisso del 7.11% e un Taeg del 7.77% per i finanziamenti fino a 10 anni. Le spese assicurative, poi, sono dell'1.08% per le durate fino a 5 anni e dello 0.60% per le durate fino a 10 anni, calcolate sull'importo del finanziamento.

A ciò bisogna aggiungere le spese di istruttoria pari allo 0.15% dell'importo del prestito. Ciò vale per chi sceglie il tasso fisso. Per chi sceglie il tasso variabile, invece, il tasso nominale annuo Euribor 1 mese + 6.50% fino a 10 anni si abbina a un Taeg del 7,74%, con spese di istruttoria pari allo 0.50% dell'importo del prestito ogni anno.

Accedo Spa

Accedo Spa è la società di Intesa Sanpaolo che permette di ottenere agli iscritti e pensionati Enpam un prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione. L'importo finanziabile va da un minimo di 5mila a un massimo di 80mila euro, mentre la durata non può essere inferiore ai 2 anni né superiore ai 10 anni.

Le spese di istruttoria sono di 450 euro, mentre il Taeg è di almeno 4 punti inferiore al tasso di usura. Non ci sono spese in caso di estinzione anticipata né spese di incasso della rata e inoltre non sono richieste garanzie reali.

Per i medici convenzionati iscritti all'Enpam, il limite di età per ottenere il prestito è di 66 anni; va detto, poi, che è obbligatorio sottoscrivere una polizza assicurativa a carico Accedo Spa.

Agos Ducato

I prestiti Enpam di Agos Ducato si basano sulla collaborazione con l'agente autorizzato Club Medici Italia. La somma che può essere erogata può arrivare a un massimo di 80mila euro; in particolare, fino a 50mila euro l'importo è esente da preventivi di spesa, mentre fino a 30mila euro non c'è bisogno di presentare documenti di reddito.

Per ottenere un prestito tra i 50mila e gli 80mila euro, invece, è necessario essere già clienti Agos Ducato. I tassi di interesse variano a seconda della regione in cui si risiede.

Tra i punti di forza di questa offerta, ci sono la possibilità di saltare la rata e quindi di rimborsarla in un momento successivo e la possibilità di modificare il suo importo, a seconda delle necessità.

Deutsche Bank

Si chiama db Money il finanziamento chirografaro che sfrutta la convenzione Enpam di Deutsche Bank: esso consente di ottenere fino a 50mila euro, rimborsabili in non più di 60 mesi. In particolare, per il tasso variabile la durata può andare da un minimo di 19 a un massimo di 60 mesi, mentre per il tasso fisso è d'obbligo rimborsare la somma in 60 mesi.

Non c'è bisogno di alcun giustificativo e l'unica condizione per ottenere il denaro è essere titolari di un conto corrente con questo istituto di credito da non meno di sei mesi.

Va detto che la somma richiesta non può essere sfruttata per il finanziamento della ristrutturazione, della costruzione o dell'acquisto di un immobile a uso abitativo.

Per i pensionati e i dipendenti, l'importo minimo è di 20mila euro, ma per le altre categorie è solo di 5mila euro.

Conclusioni

I prestiti Enpam, in sostanza, sono opportunità messe a disposizione degli iscritti all'ente, che consentono di usufruire di finanziamenti sicuri e a tassi generalmente più convenienti rispetto a quelli normalmente proposti; vale la pena, comunque, di valutare le diverse offerte degli istituti di credito che usufruiscono di convenzioni per individuare quelle più vantaggiose sul piano economico.

Selezionati per te