Prestiti cambializzati veloci: cosa sono e come ottenerli

I prestiti cambializzati veloci rientrano nella categoria dei prestiti personali ma si distinguono per la rapidità di approvazione e erogazione del denaro: ma sarà così per tutti i risparmiatori? Si, purché prima di richiedere prestiti cambializzati veloci ci si munisca delle dovute garanzie.

prestiti-veloci-immediati

Prestiti cambializzati veloci: denaro contante subito

I prestiti veloci con cambiali sono la risposta ideale per chi ha necessità di liquidità immediata e non può attendere i tempi di approvazione previsti dalle altre tipologie di finanziamento personale; in qualità di prestiti personali non sono finalizzati all'acquisto di un bene, quindi non sarà necessario spiegare lo scopo della richiesta, ed allo stesso tempo l'approvazione è quasi immediata: in 24-48 ore solitamente i soldi sono già depositati sul conto. Il meccanismo del prestito cambializzato veloce è molto semplice: essendo un prestito cambializzato si fonda sulla cambiale, madre di tutti i titoli esecutivi, che costituisce la prima garanzia del finanziamento stesso; in caso di mancato pagamento di una cambiale l'istituto di credito non dovrà seguire l'iter burocratico del recupero bonario, ma passerà direttamente al pignoramento coatto dei beni.

Questo fa sì che il prestito cambializzato veloce risulti di immediata accettazione ed erogazione: basterà presentare le giuste garanzie e l'approvazione sarà immediata.

Prestiti cambializzati veloci: chi può richiederli

I prestiti veloci con cambiali abbracciano un bacino di utenti molto ampio: dai lavoratori dipendenti con regolare busta paga, ai lavoratori autonomi, sino ai pensionati. Non vengono esclusi nemmeno i disoccupati o i cattivi pagatori che devono, com'è ovvio, presentare delle garanzie molto solide per ottenere un prestito cambializzato veloce. Se difatti, la cambiale costituisce una garanzia, certamente non sarà sufficiente a soddisfare la sete di certezza della banca, che per concedere del denaro dovrà avere "tutte le carte" in mano che attestino che il debito possa essere estinto, prescindendo dall'eventualità del pignoramento dei beni. Riserverà quindi a ciascun richiedente un trattamento diverso a seconda dell'attività che svolge:

  • Se è un lavoratore dipendente dovrà presentare il certificato di busta paga oltre all'ammontare del TFR accumulato
  • Se è un lavoratore autonomo dovrà portare all'attenzione della banca il Modello Unico degli anni precedenti ed una polizza sulla vita sottoscritta da un minimo di 2 anni
  • Se è un pensionato basterà portare con sé il certificato pensionistico
  • Se è un disoccupato dovrà possedere un immobile e portare la piantina catastale per una sua valutazione oppure farsi accompagnare da un garante, al quale la banca potrà rivolgersi in caso di mancato pagamento
  • Se appartiene ad una di queste categorie ma è iscritto al CRIF come cattivo pagatore, sarà obbligato a proporre ulteriori garanzie: le più benviste sono costituite da immobili di proprietà o dai garanti

Prestito cambializzato veloce: immediato nell'erogazione e nel funzionamento

Per ogni prestito cambializzato veloce la rata da corrispondere è la cambiale che costituisce lo strumento di credito per ottenere il denaro. La rapidità di accettazione dei prestiti cambializzati risiede proprio nella natura della cambiale, che consente alla banca in caso di mancato pagamento, l'espropriazione dei beni personali, posti a garanzia del finanziamento. Maggiori saranno le garanzie, maggiore è la velocità di approvazione del prestito: si possono ottenere i soldi da 24 ore ad un massimo di 3 giorni. Inoltre la quota della cambiale da versare è molto personalizzata e dipenderà:

  1. Dal reddito del richiedente
  2. Dalle mensilità in cui si vuole suddividere il rimborso, che variano da un minimo di 12 ad un massimo di 120
  3. Dalla somma richiesta, che solitamente ha un tetto massimo di 30.000-40.000€ per i lavoratori dipendenti e di 60.000€ per i lavoratori autonomi

Dopo uno due giorni dalla richiesta, solitamente si riceve conferma dell'avvenuto accredito del denaro, ed è a questo punto che si dovrà far più attenzione: le banche concedono due mesi dall'erogazione per il pagamento della prima cambiale che sin dalla prima emissione dovrà essere in regola con il pagamento dell'imposta di bollo. La regolarizzazione del bollo è di primaria importanza; questa mancanza può spingere la banca a espropriare per direttissima i beni posti a garanzia. Infatti è l'apposizione del bollo sulla cambiale a rendere il titolo esecutivo, senza di esso la cambiale non può essere pagata: l'importo dell'imposta è proporzionale al valore della cambiale e corrisponde al 12 per mille del valore di ogni cedola.

Ad ogni cambiale versata, a titolo di ricevuta, verrà restituita la cambiale detenuta dalla banca. Il debito si considererà estinto quando tutte le cambiali saranno nelle mani di chi ha richiesto il finanziamento.

Prestito veloce cambializzato: vantaggi

  1. E' un prestito rapido
  2. Può essere richiesto anche da chi risulta come cattivo pagatore iscritto al CRIF
  3. Ha un tasso di interesse più basso rispetto ad altri tipi di prestiti personali, intorno al 4%
  4. In caso di difficoltà le cambiali possono essere ricondizionate, abbassando l'importo ma aumentando la percentuale di interesse applicata

.. e svantaggi

L'unico e più grande svantaggio è la natura della cambiale: non pagandone una si finisce tra i protestati e diventa immediatamente esecutiva l'espropriazione dei beni.

Ogni prestito ha il suo tempo

Se i prestiti veloci con cambiali hanno tempistiche molto ridotte, da 24 ore a 3 giorni, esistono anche altri strumenti finanziari che possono soddisfare, magari anche meglio, le proprie necessità, ognuno con un suo tempo d'attesa; se l'urgenza di denaro può attendere qualche giorno, sarà bene valutare tutte le prospettive che il mercato finanziario ci offre:

Prestito veloce rata bassotta

7 Giorni: il prestito rata bassotta corrisponde alla cessione del quinto dello stipendio, pertanto possono accedervi solo dipendenti pubblici e privati o pensionati. Ha un tasso molto basso, intorno al 4%.

Prestiti online immediati

24 ore: i prestiti online immediati sono concessi a lavoratori pubblici e privati o lavoratori autonomi, così come ai pensionati. Hanno un tasso, solitamente fisso che si aggira tra l'8 e il 10%.

Prestiti per casalinghe

3 settimane: i prestiti per casalinghe sono concessi a casalinghe senza garante, in caso di piccolo reddito personale, o con garante in caso contrario. I tassi salgono all'11-14%.

Prestito con carta revolving

3 settimane/ 1 mese: il prestito con carta revolving è disponibile per casalinghe e studenti, senza busta paga, che possono richiedere al massimo 1.500€. I tassi crescono ancora stanziandosi al 17-19% per l'assenza di garanzie.

Prestito Inpdap/ Inps

Tempo di erogazione variabile; la tempistica si allunga se non si consegna il modulo direttamente all'ufficio di competenza ma ad un istituto convenzionato. L’INPDAP piccolo prestito è destinato a dipendenti Inps o pensionati ex Inpdap. Il tasso di interesse complessivo è del 5%.

I nostri consigli

Ottenere dei prestiti veloci con cambiali può essere la migliore soluzione nell'immediato. Prima di stipulare il contratto, il nostro consiglio è di fare i conti con le proprie reali disponibilità e in che misura peserà la cambiale sul proprio bilancio familiare: dover pagare una cambiale non è esattamente come pagare una rata, quindi se dovete ricorrervi fatelo con un piano d'ammortamento a breve termine e per cifre ragionevoli. L'obiettivo è sempre dormire sogni tranquilli.

Link utili: Prestito veloce Agos; Prestito personale Findomestic; Prestiti personali flessibili e veloci Compass

Scelti per te