Prestiti per pensionati INPS: guida e richiesta online

Ultimo aggiornamento 20/06/2020 di Giuseppe Rossetti

Hai bisogno di liquidità e vorresti sapere quali sono i migliori prestiti per pensionati INPS? Eccoti nell’articolo ideale per te che hai bisogno di una guida che ti chiarisca e suggerisca come provare rapidamente quello che cerchi.

Iniziamo con il dire che il pensionato che gode di una buona reputazione creditizia è il cliente preferito di banche e finanziarie che erogano cessioni del quinto. Si tratta di finanziamenti il cui incasso è assicurato dato che a pagare la rata ci pensa direttamente l’INPS.

Appurato che tu pensionato sei un cliente importante perché appartieni ad una categoria privilegiata, cosa ne dici di sfruttare questa situazione per ottenere il miglior prestito con cessione del quinto della pensione oggi disponibile sul mercato? Se la tua risposta è sì allora prenditi cinque minuti e leggi questo articolo.

Cerchi un prestito Veloce Facile da Ottenere? Se questo è ciò che desideri prova a richiederlo adesso direttamente Online bastano pochi click!

1. Richiesta Online con risposta immediata

2. Caricamento dei documenti e firma digitale

3. Esito in 24 ore

Prestiti per pensionati: documenti e calcolo del quinto cedibile

Prestiti per pensionati

Nell’articolata offerta finanziaria, che istituti bancari e agenzie finanziarie propongono a chi ha necessità di ottenere un prestito, esiste un settore totalmente dedicato ai prestiti per pensionati.

Quella dei pensionati – soprattutto ex dipendenti pubblici – come ti dicevo – è una categoria in qualche modo privilegiata rispetto ad altre, quando si tratta di ottenere un prestito, dal momento che una delle prime caratteristiche peculiari richieste dagli istituti finanziari per accedere al credito, è quella di poter dimostrare di avere un reddito fisso e certo.

La pensione, al pari dello stipendio da contratto a tempo indeterminato, è una buona garanzia da proporre alla banca o all’agenzia finanziaria. Ecco quindi che, se siete pensionati INPS e avete necessità di ottenere una somma di denaro, avete maggiori possibilità di accedere al credito, anche in tempi rapidi.

Di seguito, parleremo di alcune offerte di prestito per pensionati, che possono essere richieste online. Sono quattro proposte da quattro diverse agenzie finanziarie. Leggere le varie condizioni proposte, vi aiuterà a comprendere meglio come trovare, richiedere ed accede ad un prestito dedicato ai pensionati.

Documenti necessari

Normalmente, essendo un prestito concesso grazie alla formula della cessione del quinto per pensionati, gli unici documenti richiesti sono:

  • Cedolino della pensione
  • Carta d’identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Calcolo della quota del quinto cedibile rilasciata dall’Inps

Come calcolare il quinto cedibile

Poniamo il caso che si percepisca una pensione pari a 1.500 euro. Per fare un calcolo della cessione del quinto basta fare il seguente conteggio:

Pensione mensile netta 1.500€
Mensilità percepite in un anno x13
Totale netto percepito in un anno =19.500€
Dividere il totale annuo x 12 mesi ÷12
Reddito medio mensile =1.625
Diviso 5 ÷5
Quota del quinto cedibile =325€

Ovviamente, se si ottiene un prestito pari a 10.000 euro, non si pagheranno rate da 325 euro, ma molto inferiori. L’importo delle rate infatti, è determinato da diversi fattori, i due principali sono: ammontare del prestito, numero di mesi attraverso i quali si decide di restituire il prestito.

Da leggere: guida al rinnovo della cessione del quinto

Prestiti per pensionati: offerte con cessione del quinto

Prestiti pensionati Findomestic. Disponibile la richiesta online del preventivo.

Findomestic, una delle prime agenzie finanziarie nazionali, offre la possibilità ai pensionati di ottenere un prestito con la formula della cessione del quinto.

Nel caso dei prestiti ai pensionati proposti da Findomestic, per fare un esempio pratico, sul loro sito web, propongono un prestito per pensionati, di importo pari a 15.000 euro da restituire in 120 rate mensili da 179 euro.

Da sapere: quando si accede al credito con la formula della cessione del quinto, il numero minimo di rate è stabilito per legge e sono 24, mentre il numero massimo di rate mensili, è di 120.

Per quanto riguarda gli interessi, Findomestic propone T.A.N. e T.A.E.G. fissi. Il TAN è il Tasso Annuale Nominale, ed è in pratica, il tasso di interesse effettivo che viene calcolato sull’importo erogato in prestito.

Il TAEG invece, è il Tasso Annuo Effettivo Globale e viene calcolato sull’importo del finanziamento, maggiorato dei costi aggiuntivi periodici, come ad esempio la percentuale che le agenzie di credito calcolano mensilmente sull’incasso delle rate.

Poter contare su TAN e TAEG fissi quindi, fa sì che non vi siano sorprese di maggiorazione durante il periodo di mensilità in cui si restituisce il prestito a pensionati.

Altri elementi positivi del prestito per pensionati Findomestic:

  • Nessuna spesa di apertura pratica
  • Nessun costo per imposta di bollo
  • Nessuna commissione di intermediazione bancaria
  • Non si pagano le imposte di bollo per le comunicazioni periodiche inviate al cliente

Se si percepisce una pensione INPS o INPDAP, Findomestic assicura la massima rapidità nell’erogare la somma richiesta. Possono accedere anche coloro che hanno avuto precedenti disguidi finanziari e quindi sono stati inseriti nella visura CRIF, della centrale rischi.

Da leggere: prestiti Findomestic – guida all’uso

Prestiti pensionati Poste Italiane

La seconda proposta di cui ti paliamo è quella di Poste Italiane. Anche in questo caso, la formula è quella della cessione del quinto che, come già evidenziato, offre maggiori garanzie all’istituto di credito che eroga la somma.

L’importo erogabile dipende, come in tutti i casi di prestito a pensionati con cessione del quinto Inps, dall’importo della pensione mensile.

Vediamo le peculiarità di questo finanziamento dedicato ai pensionati:

  • è erogabile anche a chi non è titolare di un conto corrente postale;
  • le mensilità per il rimborso, partono da 36 mesi e fino a 120 mesi;
  • diverse modalità di erogazione del prestito: su conto corrente postale, tramite accredito su libretto di risparmio postale, con bonifico su altro, contro corrente bancario, con assegno postale vidimato;
  • L’assicurazione sulla vita è obbligatoria ma a carico della banca;
  • Non vengono calcolate spese per commissioni accessorie e nemmeno spese in caso di estinzione anticipata del prestito;
  • Possono accedervi anche persone che hanno altri finanziamenti in corso o che abbiano subito problemi con altri istituti finanziari.

Da leggere: prestiti personali di Poste Italiane

Prestito UniCredit per pensionati

Ecco la proposta di finanziamento del Gruppo Unicredit. In questo caso, l’offerta è proposta a pensionati amministrativi INPS ed è sempre regolata attraverso la cessione del quinto della pensione.

La somma massima ottenibile, è pari a 69.000 euro, ovviamente erogata se si dispone di una pensione mensile di una certa consistenza. Il numero massimo delle rate è – come da normativa vigente – pari a 120. Per conoscere T.A.N. e T.A.E.G., è necessario recarsi presso una delle sedi Unicredit e chiedere informazioni, oppure, scaricare gratuitamente online, il documento di sintesi relativo al Prestito Pensione Quinto PIU’.

Per la concessione del prestito a pensionati Inps, non viene richiesta la giustificazione di spesa. Non sono richieste nemmeno garanzie immobiliari e/o patrimoniali. L’assicurazione, obbligatoria, è a carico dell’Istituto bancario.

Da leggere: Prestiti personali UniCredit – tipi di finanziamenti disponibili

Offerta di BNL

Altra proposta di prestito per i pensionati Inps, questa volta offerta da BNL. Come le precedenti proposte, si accede al credito grazie alla cessione del quinto dello stipendio.

Vantaggi

  • La durata del periodo di restituzione mensile, è la stessa dettata dalla norma vigente: dai 24 ai 120 mesi.
  • TAN e TAEG sono fissi, così come le rate mensili. Un’ottima proposta per chi non vuole avere sorprese durante il periodo di restituzione del prestito.
  • L’assicurazione obbligatoria è a carico dell’Istituto bancario. Non è necessario essere titolari di conto corrente bancario BNL.

Per approfondire: prestito con cessione del quinto BNL

Conclusioni

Come avete visto, anche se non si hanno garanzie immobiliari o patrimoniali da offrire a un istituto bancario, ma si è titolari di una pensione, si può accedere al credito. Cedere il quinto della pensione, è una garanzia, molto gradita a chi eroga il prestito personale. Un ottimo modo per avere liquidità nei momenti in cui è più necessario.

Lascia un commento