firma fideiussione

Fideiussione bancaria è sinonimo di garanzia: quando sono gli istituti di credito a farsi garanti di un prestito, i beneficiari della fideiussione bancaria possono dormire sogni tranquilli; ma quanti tipi di fideiussione bancaria esistono e quanto costano? Scopriamolo.

Fideiussione bancaria cos'è

La fideiussione bancaria è una garanzia legale di pagamento, e può essere definita come quell'atto attraverso il quale un istituto di credito si impegna a soddisfare l'obbligazione, nel caso in cui il contraente smetta di rimborsare il debito. Infatti, secondo l'art. 1936 del Codice Civile Italiano il fideiussore è il garante dell'adempimento di un'obbligazione altrui impegnandosi unilateralmente con il creditore nel caso di mancato pagamento da parte del debitore.

Solitamente la fideiussione bancaria è richiesta dai clienti al proprio istituto di credito nel momento in cui stipulano un contratto economico o finanziario con un terzo, che sarà il beneficiario della fideiussione bancaria stessa. Certamente questa formula costituisce la più antica forma di garanzia utilizzata dai creditori per accertare il ritorno del prestito concesso; in ogni contratto fideiussorio esistono quindi tre attori: il beneficiario, il contraente ed il fideiussore; il beneficiario corrisponde al creditore, il contraente al richiedente, mentre il fideiussore al garante.

Non esistono limiti di credito per questa garanzia legale , ma l'istituto, prima di accordarla si accerterà della situazione finanziaria e patrimoniale del contraente per verificare se è in grado di far rientrare autonomamente il debito. Sempre più frequentemente la banca, prima di apporre la sua firma a garanzia, pretende una "contro fideiussione" dal contraente: in questo modo pone il debitore nelle condizioni di far rientrare la cifra che la banca eventualmente si vedrà costretta a versare al suo posto.

Condizioni richieste dalla banca

Come abbiamo visto, rientrano in questa categoria di prodotto, le garanzie in cui il fideiussore è l'istituto di credito. La prassi per la sottoscrizione di una fideiussione bancaria prevede che il contraente esegua un deposito cauzionale, in contanti o in titoli. Inoltre l'istituto di credito è solito segnalare l'avvenuta fideiussione presso la Centrale di Rischio: in questo modo sarà più difficile per il debitore ottenere prestiti presso altre società creditizie e potrà concentrarsi a risolvere il debito.

L'accettazione o meno della fideiussione bancaria ha un iter che si chiude in 2-3 settimane, ma molto dipende dalle procedure, differenti tra una banca ed un'altra. A questo tipo di garanzia spesso si rivolgono gli affittuari, i quali ultimamente si vedono richiedere la fideiussione bancaria per affitto dai proprietari dell'immobile.

Nel caso di società di persone o di capitali, così come nel caso di privati, avendo presso l'istituto fideiussore una linea di credito aperta o un castelletto, o essendo in possesso di titoli, anziché versare un deposito a garanzia della fideiussione bancaria si vedranno congelato il patrimonio depositato per il valore corrispondente al deposito richiesto.

Che tipo di garante sarà la banca?

Tra le varie tipologie di fideiussione esistenti sul mercato finanziario, un istituto di credito offre due possibili soluzioni:

- La fideiussione solidale: è il caso in cui esistano due o più fideiussori, solitamente più istituti di credito, i quali si impegnano in solido ad assolvere i debiti contratti dal richiedente verso il beneficiario, sia nel presente sia nel futuro. Solitamente, questo genere di fideiussione, prevede un tetto massimo oltre il quale i fideiussori non sono tenuti ad intervenire.

Questo genere di fideiussione ha carattere totalizzante e personale: nel caso di un mancato adempimento, il fideiussore o i fideiussori saranno chiamati in prima persona, con il proprio patrimonio ad assolvere il debito.

A differenza di una fideiussione semplice il beneficiario potrà decidere autonomamente se far valere i suoi diritti chiamando in causa il debitore principale oppure rivalendosi direttamente sul fideiussore.

- Fideiussione con beneficio d'escussione: in questo caso il fideiussore è obbligato con il beneficiario solo dell'importo residuo dopo l'escussione del debitore garantito. Inoltre, il beneficiario, alla scadenza dovrà rivolgersi prima al debitore originario per l'adempienza e, in caso di rifiuto, successivamente rivolgersi al fideiussore.

Costo della fideiussione bancaria

Con il ritorno di fiamma avvenuto recentemente nei confronti di questa pratica, è molto interessante capire esattamente quanto si dovrà sborsare in spese ed oneri, nel momento in cui si decide di richiedere una fideiussione bancaria.

Quando il fideiussore è la banca i costi lievitano, sia rispetto alla fideiussione assicurativa, che rispetto a quella finanziaria, innanzitutto perché a differenza di queste due altre tipologie, la banca richiede un deposito a garanzia dell'importo da assicurare.

Oltre al deposito, il contraente dovrà pagare una commissione pari all'1% rispetto al totale, ed un premio con una percentuale d'interesse che si aggira tra lo 0,75% e il 3% calcolato su base trimestrale. Il tasso d'interesse sale, secondo l'ammontare di cifra e tempo in cui l'istituto dovrà fare da garante: maggiore è il tempo e la cifra, maggiore sarà il tasso d'interesse.

I requisiti necessari per ottenere la fideiussione dalla banca

Ottenere una fideiussione bancaria presso un istituto di credito è molto semplice, e non si necessita di requisiti speciali: ovviamente la banca farà tutti i controlli, e la situazione patrimoniale e lavorativa del richiedente saranno passate come al solito al vaglio, e nel caso la banca pensi di accettare richiederà certamente l'apertura di un conto; in questo modo sarà molto più semplice tenere d'occhio il garantito e i suoi movimenti.

I documenti necessari che un privato dovrà portare con sé sono:

  • Documento d'identità
  • Codice fiscale
  • Ultime due buste paga
  • Visura camerale
  • Modello unico, 730 o CUD
  • Recapiti telefonici

Se a richiedere una fideiussione è invece una persona giuridica allora la stessa dovrà presentare in banca:

  • Documento d'identità dell'Amministratore dell'azienda
  • Codice Fiscale dell'Amministratore
  • Ultimi due bilanci aziendali
  • Situazione contabile corrente
  • Stato patrimoniale
  • Modello unico

Fac-simile fideiussione bancaria

Fidejussione - facsimile

Conclusioni

Certamente la garanzia bancaria è uno degli strumenti più richiesti dal beneficiario per assicurarsi il dovuto: la banca a garanzia di un debito, non potrà mancare nel pagamento, ma questo costerà non poco al contraente, che dal canto suo, però, potrà sentirsi al sicuro avendo un garante di un certo calibro. L'unico piccolo suggerimento è cercare, fra gli istituti di credito quale propone le migliori condizioni: il mercato finanziario è ricco di offerte, quindi è sempre meglio fare un giro e vedere chi offre di meno.

Articoli correlati