PostePay NewGift: carta prepagata al portatore

Ultimo aggiornamento di Giuseppe Rossetti

Postepay NewGift è una carta prepagata che può essere ricaricata fino a 2.500 euro l’anno: si tratta di una carta di pagamento al portatore che – come il suo nome lascia intuire – può essere regalata. Insomma, un dono per spendere soldi in totale sicurezza.

Carta prepagata Postepay NewsGift

Caratteristiche della Postepay NewGift

Postepay NewGift è una prepagata che può essere usata per effettuare i pagamenti degli acquisti effettuati online, siano essi fatti in Italia che all’estero. Inoltre, in caso di necessità è possibile prelevare contanti da qualsiasi ATM.

Se lo si desidera la carta può essere resa nominativa così da innalzare i limiti di spesa, di prelievo e di ricarica. Per ampliare le funzionalità di Postepay NewGift non bisogna fare altro che recarsi in un ufficio postale portando con sé la carta, il proprio codice fiscale e un documento di identità.

Condizioni economiche

Il plafond massimo della carta è di 999 euro, mentre la soglia per la ricarica, nella sua versione base, è di 2.500 euro all’anno.

Nel caso in cui si proceda a un prelievo in un ufficio postale, il limite è di 500 euro al giorno; sono possibili anche più prelievi, a patto che non si superino i 1000 euro al mese. Le stesse soglie sono applicate anche nel caso di prelievi su sportelli automatici bancari o Postamat e per i pagamenti presso gli esercenti convenzionati sia in Italia che fuori dall’Italia.

Se si opta per la versione evoluta della Postepay NewGift, invece, il plafond massimo cresce a 3mila euro e la stessa cifra rappresenta la soglia massima che non può essere superata per un prelievo in un ufficio postale. Per i prelievi negli sportelli automatici bancari o Postamat, invece, è applicato un limite di 250 euro al giorno.

Le commissioni applicate per i prelievi e per i pagamenti

  • Ogni prelievo che viene effettuato con la Postepay NewGift prevede l’applicazione di una commissione;
  • è prevista la commissione di 1 euro per tutti i prelievi di contanti effettuati sui Pos Postamat o dagli sportelli Postamat;
  • per i prelievi compiuti su altri ATM situati in Italia o in zona euro la commissione applicata è di 1 euro e 75 centesimi;
  • quando si preleva del contante in un Paese al di fuori della zona euro la commissione sarà pari 5 euro;
  • non ci sono commissioni, invece, per i pagamenti, che sono sempre gratuiti, sia per le ricariche dei cellulari, sia nel caso in cui vengano effettuati da Pos di uffici postali abilitati, oltre che per quelli eseguiti su siti web convenzionati con Visa o MasterCard o Post abilitati Visa / MasterCard.

Come ricaricare la Postepay NewGift

Postepay NewGift può essere ricaricata dalle app di Poste Italiane o direttamente presso gli sportelli automatici ATM Postamat.

Nel caso lo si desideri un altro metodo di ricarica è quello effettuabile tramite una carta PagoBancomat o una Postepay. Non solo: a questo scopo si possono utilizzare anche le carte di pagamento che fanno parte del circuito Postamat abilitate alla funzione. Anche le carte di pagamento che fanno parte del circuito Maestro, del circuito MasterCard, del circuito Vpay, del circuito Visa Electron o del circuito Visa, possono ricaricare la NewGift.

Furto, smarrimento: cosa fare?

Nel caso in cui si perda la Postepay NewGift, perché è stata rubata o semplicemente perché la si è smarrita, è necessario telefonare al numero 800 90 21 22 se ci si trova in Italia; se ci si trova in un Paese straniero, invece, il numero da contattare è lo 049 2100 149. Va ricordato che la carta non può essere sostituita né in caso di furto né in caso di smarrimento: si può, comunque, richiedere il rimborso della somma presente al momento della perdita, a condizione che venga presentata una denuncia alle autorità competenti.

Sicurezza web

In merito alla sicurezza anti frode, dato che si tratta di una carta regalo quindi al portatore la stessa non è supportata ne dal protocollo 3D SecureCode, ne dal protocolla MasterCard SecureCode ne tanto meno da un sistema di codice otp o verified by visa.

Conclusioni

La Postepay NewGift nasce, quindi, come carta prepagata da regalare: proprio per questo motivo ha un plafond piuttosto contenuto, che comunque può essere innalzato se si desidera incrementare e migliorare le sue funzionalità.

Lascia un commento