Cessione del quinto Inpdap

La cessione del quinto Inpdap è la formula di finanziamento a disposizione dei dipendenti delle aziende e degli enti pubblici, statali e parapubblici, oltre che dei pensionati Inpdap: uno dei vantaggi più evidenti che caratterizza questo prestito è che non c'è bisogno di indicare la finalità per la quale l'importo ottenuto sarà speso.

Chi può richiedere la cessione del quinto INPDAP

La cessione del quinto Inpdap (o, per meglio dire, Inps Gestione Dipendenti Pubblici) può essere richiesta dai dipendenti Inps - Inpdap, dai pensionati e dai dipendenti pubblici che sono iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell'Inps e dai pensionati di diverse gestioni pensionistiche che però risultano iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell'Inps. Ne possono beneficiare, inoltre, i familiari delle persone sopra specificate. Ciò è possibile in virtù di una convenzione che è stata sottoscritta dall'Inpdap con le società finanziarie e le banche per la concessione di mutui ipotecari e prestiti che sono destinati ai dipendenti e ai pensionati pubblici a condizioni e a tassi di interesse particolari.

Per presentare la domanda di finanziamento è necessario rivolgersi all'intermediario finanziario o alla banca di riferimento, che poi si occuperanno dell'istruttoria delle pratiche relative.

Le condizioni

Per la cessione del quinto Inpdap non sono previste delle soglie massime in relazione all'importo che può essere erogato e dunque alla cifra che può essere richiesta: infatti, tutto dipende dall'entità della pensione o dello stipendio che si percepisce, oltre che dalla durata del prestito. Viene stabilito, comunque, un limite proprio a proposito della durata, che non deve essere superiore ai 10 anni, corrispondenti a 120 mesi.

I soggetti Inpdap hanno la possibilità di richiedere la trattenuta e quindi la cessione, del 50% della mensilità che si riceve: in questo caso, quindi, la denominazione "cessione del quinto" è solo teorica, proprio perché il rimborso non avviene con il 20% ma con una percentuale differente dell'importo. In sostanza, i pensionati e i dipendenti Inpdap hanno la possibilità di richiedere all'amministrazione di riferimento:

  • la cessione del quinto Inpdap vera e propria, che prevede una rata fissa che viene trattenuta dallo stipendio in modo automatico e che corrisponde, appunto, a un quinto della cifra che viene percepita;
  • il prestito delega, che prevede una trattenuta dallo stipendio che corrisponde alla metà del totale, poiché il 50% rappresenta la soglia massima che può essere raggiunta con qualunque tipo di prestito;
  • il cosiddetto doppio quinto Inpdap, che prevede una rata fissa che viene trattenuta dallo stipendio in modo automatico e che corrisponde a due quinti della cifra che viene precepita.

Potrebbe interessarti leggere anche - Piccolo prestito Inpdap

Come si richiede la cessione del quinto

Per richiedere la cessione del quinto Inpdap è necessario farsi rilasciare una dichiarazione stipendiale dall'amministrazione presso la quale si lavora e un documento che attesti lo stato di servizio, da presentare insieme con la copia del codice fiscale, la copia di un documento di identità valido e la copia dell'ultima busta paga.

Per quel che riguarda i pensionati, non ci sono differenze sostanziali, anche perché non è previsto un limite di età al di sopra del quale le richieste non possono essere accettate. Attenzione, però: il fatto che le normative non impongano una soglia massima di età non vuol dire che le banche siano tenute ad accogliere tutte le richieste, che infatti vengono comunque prese in esame e valutate singolarmente. In genere, è difficile che sia concesso un prestito di questo genere a una persona sopra i 70 anni di età, ma è bene non generalizzare.

Per i pensionati è comunque prevista la copertura assicurativa, vale a dire una polizza sul rischio vita grazie alla quale i familiari e gli eredi del richiedente vengono tutelati nel caso in cui egli muoia in modo prematuro: in sostanza, la copertura delle rate viene garantita con il premio, ed è questa la ragione per la quale per gli enti eroganti le cessioni del quinto per i pensionati sono in qualsiasi circostanza esenti da rischi.

Ovviamente, non è detto che per le persone in là con gli anni ottenere il prestito sia un'impresa facile, in quanto con l'aumentare dell'età è prevedibile un aumento della copertura assicurativa, necessario per tutelare l'incremento del rischio: insomma, con costi accessori molto alti potrebbe svanire la convenienza del finanziamento.

Richiesta di cessione del quinto: procedura web

Ebbene sì, è possibile attivare una procedura direttamente sul sito dell'Imps per richiedere (se si soddisfano i requisiti sopra citati) la cessione del quinto. Segui il link alla pagina "Procedura web Cessione del Quinto"

Vantaggi

I vantaggi che contraddistinguono la cessione del quinto Inpdap sono molteplici: è già stato citato il fatto che non si tratta di un prestito finalizzato, nel senso che i richiedenti non devono indicare le ragioni per le quali richiedono il finanziamento.

Un altro aspetto positivo è che non è richiesta una anzianità minima di servizio per avere accesso a questo tipo di cessione del quinto: tutti i dipendenti possono ottenere il finanziamento, anche se sono stati assunti da poco tempo, con la sola conditio sine qua non del contratto a tempo indeterminato.

Inoltre, i dipendenti Inpdap che sono sul punto di andare in pensione hanno la possibilità di richiedere direttamente la cessione del quinto della pensione, con la trattenuta della rata che viene applicata sulla pensione.

Va ricordato, infine, che una cessione del quinto Inpdap già in corso può essere rinnovata in qualsiasi momento, senza che sia necessario attendere i quattro anni di ammortamento tradizionali.

Conclusioni

La cessione del quinto Inpdap è una particolare formula di prestito che viene concessa ai dipendenti Inpdap, ai pensionati Inpdap e ai loro familiari, i quali possono usufruire di condizioni agevolate e di tassi di interesse più convenienti rispetto alla media. Richiederli è semplice, ma naturalmente ogni istanza viene valutata singolarmente a seconda delle caratteristiche del soggetto.