Investimenti sicuri e redditizi

Gli investimenti sicuri e redditizi, ovvero quelli che consentono contestualmente di preservare il capitale depositato e di ottenere un certo profitto, rappresentano il principale obiettivo di ogni singolo risparmiatore.

Ma come è possibile conciliare entrambe queste esigenze? Di seguito vi forniamo alcuni semplici consigli per comprendere le complesse dinamiche del mondo degli investimenti e, nel contempo, l’analisi dettagliata di alcuni prodotti finanziari.

Investimenti sicuri e redditizi: buone pratiche

Per una proficua gestione dei risparmi, che consente al singolo di accumulare risorse per i bisogni futuri, è opportuno realizzare investimenti sicuri e redditizi. In via preliminare, tuttavia, è bene precisare che l’incremento del capitale, ovvero la produzione di un certo rendimento, non è mai completamente esente da rischi.

Contestualmente è pur vero che una redditività maggiore è generalmente associata a prodotti finanziari caratterizzati da un grado di rischio più elevato. Ma non bisogna scoraggiarsi!

Nel vasto panorama del mercato finanziario (e non solo!) è possibile trovare investimenti che siano in qualche modo sicuri e allo stesso tempo redditizi. In primo luogo è opportuno approcciarsi al mondo degli investimenti con cautela, tenendo presente i seguenti accorgimenti:

  1. esporre all’intermediario finanziario le proprie esigenze e le proprie preferenze in materia di investimenti;
  2. stabilire sia gli obiettivi di ordine economico che di ordine temporale che si intendono perseguire (quanto intendo guadagnare? Quanto tempo sono disposto a vincolare il capitale all’investimento?) ;
  3. raccogliere tutte le informazioni necessarie sui prodotti e sui servizi finanziari;
  4. diffidare di proposte eccessivamente allettanti: non bisogna dimenticare infatti che la promessa di alti guadagni in breve tempo implica, necessariamente, un grado di rischio piuttosto alto;
  5. leggere attentamente i prospetti informativi;
  6. diversificare gli investimenti al fine di ridurre i rischi;
  7. monitorare nel tempo gli investimenti effettuati, informandosi attraverso svariati canali: la stampa, il web, gli aggiornamenti che si ricevono dall’intermediario finanziario. Gli investimenti, infatti, sono suscettibili di modifiche e potrebbero nel tempo perdere la convenienza iniziale.

Investimenti nel settore finanziario

Di seguito proponiamo un elenco di prodotti finanziari che garantiscono al sottoscrittore investimenti sicuri e redditizi:

Conti deposito ad alto rendimento

Il conto deposito è un conto corrente bancario che, a differenza dei conti correnti tradizionali, prevede un tasso di interesse superiore. Va detto che questo strumento di investimento a basso rischio necessita di un conto corrente d’appoggio che consenta di trasferire o prelevare denaro dal conto deposito. Quest’ultimo può essere distinto in due principali categorie:

  1. 1. il conto deposito libero
  2. 2. il conto deposito vincolato

Il primo consente al risparmiatore di avere in qualsiasi momento la disponibilità del capitale depositato, mentre il secondo permette al titolare di ritirare i propri risparmi solo in corrispondenza della scadenza preventivamente pattuita (in genere si parte da un periodo minimo di 6 mesi a un massimo di 36). Ne consegue che quello vincolato garantisce all’utente rendimenti più alti. Qualora, tuttavia, il capitale venga ritirato anticipatamente, il titolare del conto sarà costretto a pagare una penale alla società emittente.

Tra i conti deposito ad alto rendimento, declinati in entrambe le tipologie sopracitate, segnaliamo Rendimax.

Bfp (Buoni fruttiferi postali)

I buoni fruttiferi postali sono dei prodotti finanziari che vengono emessi dalla Cassa Depositi, sono garantiti dallo Stato e sono collocati in via esclusiva da Poste italiane.

Questa tipologia di investimento tutela il capitale e garantisce una rendita derivante dagli interessi maturati, anche nel caso in cui la somma depositata venga ritirata anticipatamente. Pur non garantendo rendimenti elevatissimi, i buoni fruttiferi delle Poste italiane presentano il vantaggio di essere assoggettati a una tassazione agevolata al 12,50% dei rendimenti (con i conti deposito si sale, invece, al 26%).

Esistono numerose tipologie di Bfp che consentono al cliente di effettuare un investimento personalizzato, ovvero modulato sulle proprie specifiche esigenze (si ha la possibilità, ad esempio, di optare per Bfp a lungo termine o a breve termine).

Btp (Buoni del tesoro poliennali)

I Btp sono dei titoli di debito emessi dallo Stato per far fronte al debito pubblico; si tratta, in effetti, di un’obbligazione statale a tasso fisso che, malgrado produca rendimenti bassi, può tuttavia avvalersi della medesima agevolazione fiscale riservata ai buoni fruttiferi postali (tassazione al 12,50%).

Nell’ottica della diversificazione del portafoglio di investimenti (principio fondamentale per attuare una razionale gestione dei risparmi), i Btp, a detta degli esperti, non possono mancare.

Investire nell’oro

Investire in oro è un’ottima strategia per ottenere diversi vantaggi:

  1. tutela del capitale dall’inflazione: l’oro, infatti, conserva il proprio valore nel tempo
  2. elevata diversificazione del portafoglio di investimenti
  3. alta liquidità

Pct (Pronti contro termine)

Pct: si tratta di un investimento sicuro a tassi concorrenziali. Il loro funzionamento è piuttosto semplice: la società emittente cede all’investitore un certo numero di titoli (di solito Titoli di Stato ed obbligazioni non convertibili) e, contestualmente, si impegna in una data prestabilita (fino a 18 mesi) a ricomprarli dal medesimo acquirente a un prezzo maggiorato e che è stato preventivamente stabilito.

Il guadagno in questo caso dell’investitore è determinato dalla differenza tra il costo di acquisto e quello di vendita. Ricordiamo tuttavia che, nel caso in cui si decida di disinvestire anticipatamente, non si avrà più diritto a percepire gli interessi maturati.

Ad ogni buon conto va detto che questa tipologia di prodotto finanziario rappresenta la soluzione ideale per coloro che vogliono effettuare investimenti a breve termine.

Alternativa agli investimenti tradizionali

Una valida alternativa ai classici prodotti finanziari è investire nel settore del fotovoltaico in maniera del tutto sicura e garantita. I principali vantaggi offerti da questa tipologia di impianti sono i seguenti:

  1. in primo luogo acquistando uno o più pannelli solari o kit preparati appositament per la propria casa o per la propria azienda è possibile fruire di una detrazione fiscale del 50% che consente di recuperare nell’arco di un decennio la metà del capitale investito. Questa agevolazione è ottenibile inserendo l’installazione dell’impianto fotovoltaico nelle spese di ristrutturazione edilizia o del recupero del patrimonio immobiliare;
  2. grazie all’autoproduzione di energia non solo è possibile abbattere il costo delle bollette, ma anche fruire di una piccola rendita derivante dall’energia eccedente che può essere reimmessa in rete e rivenduta dal gestore a terzi soggetti (il cosiddetto “ritiro dedicato”).

Conclusioni

Realizzare investimenti sicuri e redditizi, dunque, non è un’impresa impossibile. L’investitore, tuttavia, dovrà essere in grado di mettere a punto delle strategie ad hoc e dovrà rivolgersi ad esperti del settore affidabili che siano in grado di consigliarli nel migliore dei modi.

Selezionati per te