Come chiedere un prestito: guida step by step

Ultimo aggiornamento 13/07/2020 di Giuseppe Rossetti

Se la richiesta di un finanziamento ti sembra un’operazione complessa questa guida te la semplificherà. Scopri a chi e come chiedere un prestito senza commettere errori ed ottenere così il denaro di cui hai bisogno alle migliori condizioni possibili.

Prima di entrare nel vivo della questione facciamo una premessa: la richiesta di un prestito è sostanzialmente una compravendita. Tu sei il cliente, l’istituto di credito il fornitore. Ricordalo perché questo fa di te colui che sceglie!

Importo da richiedere

Come chiedere un prestito

Step1. Partiamo subito con la prima cosa da fare, ovvero: stabilire la somma da richiedere e la tua rata sostenibile. I fattori che determinano il totale dell’importo che puoi richiedere sono 3.

Cerchi un prestito Veloce Facile da Ottenere? Se questo è ciò che desideri prova a richiederlo adesso direttamente Online bastano pochi click!

1. Richiesta Online con risposta immediata

2. Caricamento dei documenti e firma digitale

3. Esito in 24 ore

  1. il reddito netto percepito;
  2. il numero delle rate previste;
  3. eventuali altri finanziamenti in corso.

Per stabilire l’importo massimo che puoi ottenere devi calcolare la tua rata sostenibile e questo ci porta la secondo step.

Calcolo della rata sostenibile

Step 2. La seconda cosa da fare può apparire più complessa, ma non temere sono qui per spiegarti tutto passo passo. Come ti dicevo pocanzi, occorre stabilire la propria capacità restitutiva.

Per fare questo calcolo bisogna considerare che, la rata – salvo condizioni particolari – non dove superare 1/3 del reddito mensile. Sarebbe a dire – ad esempio – che se mensilmente hai entrate nette pari a 1.500 euro potrai sostenere al massimo una rata da 500 €.

Attenzione: se hai altri prestiti in corso tale conteggio non è corretto in quanto dovresti sottrarre la rata del prestito dal tuo reddito netto. A quel punto puoi fare il conteggio di cui ti parlavo prima.

Nel caso in cui si dispone di un buon garante tale limite può essere superato; molto dipende però dalle regole interne dell’istituto di credito.

Se hai una busta paga o una pensione ti consiglio di prendere in seria considerazione un prestito con cessione del quinto. Sono finanziamenti che vengono concessi facilmente perché soggetti a polizza assicurativa obbligatoria. Inoltre il pagamento della rata avviene alla fonte, ovvero la rata viene scalata della paga / pensione.

Documenti necessari

Step 3. Ora che hai ben chiaro l’importo che intendi richiedere e la tua presunta rata sostenibile è il momento di passare alla fase 3. Preparare i documenti necessari per l’inoltro delle richieste di preventivo.

Per tutti servirà un documento d’identità valido (carta d’identità o patente) ed un certificato di residenza.

Il cittadino straniero può usare il documento di soggiorno in alternativa al documento di identità.

Infine servirà tutta la documentazione attestante il reddito percepito:

  • il lavoratore dipendente pubblico o privato deve presentare la busta paga;
  • il lavoratore a tempo determinato la busta paga e una copia del contratto di lavoro;
  • il libero professionista il modello unico con ricevuta di pagamento del modello F24.

Richiedi almeno 6 preventivi

Step 4. Passaggio molto importante: metti in concorrenza gli istituti di credito, siano essi online che non. Chiedi 6 / 10 preventivi!

Hai un buon reddito e godi di una buona reputazione creditizia? Se la risposta è affermativa allora devi assolutamente giocartela alla grande. Metti in concorrenza più istituti di credito possibili! Tocca a te sfruttare al meglio la concorrenza che – grazie alle offerte di prestiti veloci online – oggi è davvero notevole.

Ottenuti i preventivi dalle finanziarie che operano online, ora è il momento di chiedere le offerte alle banche locali.

Fai così: chiama la banca e chiedi del direttore o chi per lui si occupa del settore prestiti.

Formalizza la tua richiesta di preventivo, meglio se di persona – occasione in cui dichiari che la loro offerta sarà messa a confronto con quella di altri istituti.

Mi raccomando non rivelare le condizioni di altre offerte e non dimenticare di chiedere il modulo SECCI.

Non firmare alcun contratto, chiedi l’offerta e valuta il tutto con calma a casa. La fretta in questi casi non è una opzione.

Valuta le offerte e selezionane 3

Step 5. Ora viene la parte più interessante e forse la più complicata, ovvero come scegliere il miglior prestito.

Immagino che la tua preoccupazione sia legata alle tante clausole contrattuali e possibili costi nascosti a cui le banche e le finanziarie ricorrono per ottimizzare i loro profitti.

Fai bene ad avere un sano timore ed è per questo che ti elenco le cose da fare per

  1. verifica la il valore percentuale T.A.E.G. del prestito più è bassa meglio è;
  2. accertati che nel calcolo del T.A.E.G. sia incluso il costo di una eventuale assicurazione – morte/infortunio e perdita del lavoro. Tale polizza è obbligatoria per la cessione del quinto ma facoltativa per i prestiti personali;
  3. chiedi sempre di poter visionare il “Modulo SECCI“, in particolare controlla la voce “Importo totale dovuto dal consumatore” e confrontalo con altri preventivi. Tale voce indica il valore assoluto di quanto ricevuto sul conto e di quanto dovrai restituire inclusi costi e tassi di interesse.

Ricapitolando: il T.A.E.G. più è basso e meglio è. Chiedi sempre se nel calcolo bisogna aggiungere una eventuale assicurazione (capita che la banca la chieda anche quando la stessa non è obbligatoria).

Infine il consiglio più importante: chiedi il modulo SECCI e controlla il dato assoluto ovvero il totale di quanto dovrai versare. Se chiedi un prestito di 5.000 euro e alla voce “Totale dovuto dal consumatore” leggi 6.000 euro, vuol dire che il prestito ti verrà a costare 1.000 euro.

Se seguirai questi 3 consigli certamente sarai in grado di scegliere in completa autonomia l’offerta di prestito migliore in assoluto.

Chiedi condizioni migliori

Step 6. A questo punto dovresti aver selezionate le 3 migliori offerte tra quelle che hai selezionate. Sei già a buon punto e dunque cos’altro puoi fare per ottimizzare ancora di più il risparmio sul costo del tuo prossimo prestito? Ebbene, è il momento di trattare con i 3 istituti di credito che hai selezionato e chiedere ad ognuno di loro di migliorare l’offerta.

Questa parte per me è la più divertente! Sei nella condizione di spuntare tassi migliori a quelli già molto competitivi che hai ottenuto valutando molteplici offerte.

Per fare questo hai bisogno di contattare i 3 o più enti che vuoi mettere in competizione e chiedere loro di migliorare l’offerta. Anche in questo caso ricorda di richiedere il modulo SECCI. Come ormai sono certo tu sappia ti è indispensabile per controllare il totale dovuto!

Ed ora l’ultimo dei passaggi…

Cerchi un prestito veloce online?

Firma del contratto

Step 7. Questo risulta essere semplice, selezionata l’offerta migliore – a seconda se la banca è online o sul territorio -, devi firmare il contratto. Fallo tranquillamente ma mai prima di avere riletto scrupolosamente il contratto e aver controllato nuovamente il – ormai famoso – modulo SECCI.

Se tutto è apposto firma, diversamente chiedi di poter far vedere il contratto ad un tuo consulente di fiducia in quanto desideri il parere di un esperto.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti abbia fatto comprendere appieno come chiedere un prestito e soprattutto come si fa per selezionare l’offerta migliore.

Se seguirai i miei consigli sono certo che otterrai un grande risparmio andando a selezionare l’offerta più competitiva tra le migliori che spontaneamente avrai ricevuto.

Chiedi il tuo finanziamento con consapevolezza! Firma il contratto solo quando sei assolutamente sicuro che tutto sia in ordine.

Lascia un commento