finanziamenti a tasso zero giovani imprenditori

Sei una giovane imprenditrice o un giovane imprenditore e desideri avviare un nuova impresa o una nuova attività commerciale? Sicuramente hai una idea brillante da sviluppare, hai già in mente cosa fare e probabilmente hai già fatto un calcolo forfettario delle spese da sostenere. Ma aprire un negozio, un ristorante, un bar, uno store o più in generale una impresa, comporta dei costi elevati. Come far fronte a queste spese per avviare la tua nuova attività? A meno che non tu non abbia fondi propri sei costretto richiedere un finanziamento presso una banca o ad una finanziaria, ed ecco primi grandi ostacoli: difficoltà ad ottenere il finanziamento e, nel caso lo si ottenga, sostenere i maggiori costi dovuti agli interessi caricati sul denaro preso in prestito.

È chiaro quindi, che avviare un nuova impresa non è facile. Fortunatamente però, per favorire l'imprenditoria giovanile - soprattutto quella femminile - c'è la possibilità - a molti sconosciuta - di accedere ai finanziamenti a tasso zero. Le sovvenzioni per i giovani imprenditori favoriscono i progetti per la piccola e media impresa sgravandoli degli interessi, sono quindi prestiti economici. Inoltre, questi ultimi sono facilmente accessibili anche anche da chi non ha beni patrimoniali da porre a garanzia, questo perché vengono concessi con requisiti meno restrittivi in quanto sovvenzionati da fondi pubblici, il cui fine è quello di stimolare l'imprenditoria e conseguentemente la crescita del paese.

Partendo dal presupposto che tu sia all'inizio della tua ricerca di informazioni, immagino tu sia molto interessato a sapere nel dettaglio di cosa si tratta e soprattutto immagino che desideri sapere dove si possono prendere informazioni davvero utili su questi prestiti a tasso zero. Molto bene, se queste sono le tue domande, ti invito a proseguire la lettura perché troverai le risposte che cerchi.

Finanziamenti a tasso zero: come funzionano?

Prima di addentrarci nello scoprire come funzionano i finanziamenti a tasso zero per giovani imprenditori, è giusto sapere esattamente cosa sono queste somme di denaro che beneficiano delle agevolazioni riservate a coloro che vogliono aprire una attività commerciale o una piccola media impresa.

Questi finanziamenti agevolati non possono essere associati ai normali prestiti bancari in quanto sussistono delle differenze nette tra i due. Infatti, mentre i primi vengono di solito richiesti direttamente a un istituto di credito, i secondi sono assegnati tramite bandi dagli enti pubblici e successivamente erogati da banche convenzionate.

I bandi possono essere indetti da Stato, Regioni e dall'Unione Europea, sono specifici, per parteciparvi occorre soddisfare determinate caratteristiche le quali variano a seconda della destinazione d'uso dei fondi. In genere, l'obiettivo principale è quello favorire l'imprenditoria giovanile di tutti coloro, uomini e donne, che rientrano tra i 18 ed i 35 anni. Va anche detto che sono molti i finanziamenti per favorire l'imprenditoria femminile. 

Le somme erogate, dipendono dalla tipologia di progetto proposto e dalle spese che bisogna sostenere, molti bandi permettono di accedere a una somma massima di 1,5 milioni di euro. Questi possono essere ottenuti a tasso zero, ciò vuol dire che non bisognerà rifondere la somma con gli interessi, ma le rate mensili da pagare saranno corrispondenti esclusivamente alla quota capitale.

Potrebbe interessarti anche: Migliori offerte di prestiti per giovani 2018

Dove trovare i bandi

Una delle difficoltà che spesso incontrano i giovani imprenditori quando sono alla ricerca di un prestito agevolato sta nel fatto di non sapere dove vanno cercati. Come è possibile trovarli?

In Italia, tutti i fondi destinati a divenire prestiti agevolati sono gestiti da Invitalia. Questo ente ogni anno presenta dei bandi differenti in base a quelli che sono stati approvati dalle Regioni, dallo Stato Italiano oppure dall'Unione Europea. Per trovarli non devi far altro che andare sul sito ufficiale di Invitalia, e cercare tra gli incentivi proposti quello che più si adatta alla tua futura attività commerciale.

Nel caso in cui non trovi ciò che stai cercando, puoi scegliere di iscriverti alla loro newsletter. In baso al sito ufficiale, trovi infatti l'area di iscrizione per ricevere le notizie e le notifiche di nuovi concorsi in tempo reale via mail. Iscrivendoti alla newsletter potrai rimanere sempre aggiornato e non perdere l'occasione di partecipare a un bando che potrebbe aiutarti nell'avvio della tua piccola o media impresa.

Oltre a Invitalia, per effettuare una ricerca più ampia e trovare tutti i prestiti a tasso zero indetti per il settore commerciale, puoi scegliere di andare sul portale di Contributi Europa, questo è un portale dedicato specificatamente ai fondi europei previsti per l'imprenditoria. Per trovare tutte le proposte in tempo reale, devi iscriverti al sito, oppure puoi scegliere di cliccare su ricerca finanziamenti.

La ricerca ti permette di scegliere la regione nella quale vuoi richiedere e usufruire dell'eventuale somma agevolata, e anche il settore. Tra i settori proposti ci sono: Agricoltura, Agroalimentare, Artigianato, Commercio, Cultura, Turismo, Industria ecc...

Avviando la ricerca, il portale troverà il bando di concorso in base ai parametri imposti e ti fornirà il link, e tutti i dettagli relativi per l'accesso e la partecipazione.

Leggi anche l'articolo: Come funzionano i finanziamenti a fondo perduto e chi li eroga

Come richidere i finanziamenti per giovani imprenditori

Adesso che sai dove trovare le principali tipologie di prestito per le nuove attività commerciali, naturalmente non ti resta che sapere come richiederli.

Qui iniziano le difficoltà, infatti, effettuare la richiesta da soli è pressoché impossibile, il motivo è che per ogni bando indetto al fine di finanziare una nuova impresa, è necessario produrre una serie di documenti e seguire dei precisi processi burocratici che ti diano realmente una possibilità di accesso.

Per intraprendere questo percorso e inoltrare la richiesta il consiglio è di richiedere il sostegno di professionisti specializzati nel settore. Ad esempio, ti puoi rivolgere ai commercialisti che si occupano nello specifico di inviare correttamente, e con tutti i documenti necessari le domande per l'accesso a queste prestazioni per il sostegno economico al commercio e all'imprenditoria.

Un commercialista ti darà maggiori possibilità di accesso, inoltre sarà in grado di produrre tutti i documenti tra i quali anche il Business Plan. Il piano di business è un documento che illustra il tuo progetto, presenta un grafico di spesa, uno dedicato ai potenziali guadagni, l'impatto sul commercio territoriale, un prospetto sugli avanzamenti futuri ecc...

La domanda poi dev'essere inviata sempre tramite PEC e autenticata con firma digitale, dopo il suo invio questa riceverà un protocollo elettronico che ti permetterà di controllare l'avanzamento o l'esito della richiesta.

Le valutazioni per la concessione delle somme per il sostegno ai giovani commercianti non prevedono una graduatoria, ma solitamente vengono concesse per merito. Quindi più il progetto verrà presentato bene maggiori saranno le possibilità di ottenere la somma richiesta.

Infine, se il progetto viene approvato, nel caso di quelli indetti da Invitalia, il prestito viene erogato dal 2017 dalla banca Mediocredito centrale, acquistata dall'ente, per riuscire a gestire in modo efficiente sia l'erogazione della somma approvata sia la rateizzazione e restituzione del debito da parte del richiedente.

Per i finanziamenti gestiti da altri enti, invece, la somma verrà erogata da banche convenzionate, nelle quali bisognerà recarsi per finalizzare e firmare il contratto che ti vincolerà al rientro della somma ricevuta a tasso zero.

Articoli correlati