Area SEPA

L’area Sepa è l’Area unica dei pagamenti in euro (in inglese, Single euro payments area, da cui deriva la sigla Sepa).

In sostanza, si tratta del territorio all’interno del quale le pubbliche amministrazioni, le imprese e i cittadini europei eseguono pagamenti in euro avendo l’opportunità di usufruire di sistemi armonizzati. I pagamenti possono avvenire tramite bonifico, con le carte di pagamento o attraverso gli addebiti diretti.

Area Sepa

Cos’è?

La comunità bancaria europea, nel corso degli ultimi anni, si è impegnata insieme con la comunità degli utenti dei sistemi di pagamento, rappresentata dalle pubbliche amministrazioni e dalle imprese, a realizzare l’area unica dei pagamenti in euro, vale a dire l’area Sepa, il cui scopo più importante è quello di dare vita a un mercato europeo unico.

In pratica, i cittadini che vivono in questa area hanno l’opportunità di ricevere e di effettuare pagamenti in euro senza che vi siano differenze specifiche tra un pagamento nazionale e un pagamento europeo, con un conto corrente bancario solo e una carta di credito o debito o revolving.

Cerchi un prestito Veloce Facile da Ottenere? Se questo è ciò che desideri prova a richiederlo adesso direttamente Online bastano pochi click!

1. Richiesta Online con risposta immediata

2. Caricamento dei documenti e firma digitale

3. Esito in 24 ore

In Italia è stato creato il Comitato Nazionale per la Migrazione alla Sepa, con lo scopo di garantire gli interessi di tutte le parti in gioco; il comitato è co-presieduto da Abi e Banca d’Italia e vede – tra l’altro – la partecipazione del Comitato Nazionale Consumatori e Utenti, di Confcommercio, di Poste Italiane e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Paesi dell’area Sepa

In tutto sono 34 i Paesi che fanno parte dell’area Sepa: di questi, 19 sono Paesi della Ue che fanno parte dell’area euro e cioè – in ordine alfabetico – l’Austria, il Belgio, Cipro, l’Estonia, la Finlandia, la Francia, la Germania, la Grecia, l’Irlanda, l’Italia, la Lettonia, la Lituania, il Lussemburgo, Malta, i Paesi Bassi, il Portogallo, la Slovacchia, la Slovenia e la Spagna.

Altri 9 sono Paesi della Ue che non usano l’euro ma che, nonostante ciò, eseguono pagamenti in euro e cioè la Bulgaria, la Croazia, la Danimarca, la Polonia, il Regno Unito, la Repubblica Ceca, la Romania, la Svezia e l’Ungheria; infine 6 sono Paesi che non fanno parte della Ue e cioè l’Islanda, il Liechtenstein, la Norvegia, il Principato di Monaco, la Svizzera e San Marino.

Conclusioni

L’area Sepa, in sintesi, è un’area che coinvolge 34 Paesi istituita con l’intento di trasformare il sistema europeo dei pagamenti e di renderlo non solo più efficiente, ma anche più moderno, a vantaggio dei privati cittadini e delle imprese del territorio.

Lascia un commento