zenzero in gravidanza

Pur essendo un periodo bellissimo nella vita di una donna, la gravidanza porta con sé la necessità di adottare particolari accortezze ogni singolo giorno, per far sì che tutto proceda nel verso giusto. Per esempio, durante la gestazione la futura mamma deve fare attenzione a tutto ciò che assume, dal cibo ai farmaci, ovviamente facendo riferimento alle indicazioni del ginecologo.

L’alimentazione è probabilmente l’argomento che genera più ansia tra le gestanti nei nove mesi che precedono l’arrivo del bambino, soprattutto per quanto riguarda alcuni alimenti. Uno tra tutti lo zenzero, una radice dalle tante proprietà benefiche, nota anche per essere un alleato nel contrastare la nausea in gravidanza. Sebbene lo zenzero porti con sé questo indubbio vantaggio, le future mamme spesso si chiedono se assumerlo durante i mesi di dolce attesa sia sicuro o se possa nuocere in qualche modo al feto.

Come regolarsi di conseguenza? La chiave sta nella moderazione: assumere una quantità modesta di zenzero, oltre che aiutare a contrastare la nausea in gravidanza, può avere effetti benefici che possono aiutare le future mamme a combattere alcuni fastidi, vivendo questo periodo particolare in maniera più tranquilla. Vediamo benefici e controindicazioni dell’assumere lo zenzero in gravidanza.

1. Rimedio antinausea

Come già anticipato, lo zenzero è in grado di alleviare la nausea, il fastidio numero uno che accomuna le donne in dolce attesa e che può essere lieve o accentuata e duratura, a seconda dei singoli casi. Studi scientifici hanno dimostrato che assumere fino a 1gr di zenzero al giorno (fresco, in polvere o sotto forma di infusi) riduce le tipiche nausee mattutine, oltre che gli episodi di vomito. Questa proprietà benefica si deve alla presenza dei gingeroli, i componenti che danno alla radice il suo sapore speziato.

2. Favorisce la digestione

Durante la gravidanza, il processo di digestione si fa più lento e complesso perché il feto, ingrossandosi, fa sì che l’utero faccia pressione sulla parete addominale, provocando uno spostamento dello stomaco verso l’alto. Come conseguenza di una digestione più lenta, le donne in dolce attesa sperimentano spesso reflusso gastrico e bruciore di stomaco, sintomi che lo zenzero è in grado di alleviare, al contempo stimolando e accelerando il passaggio del cibo dallo stomaco all’intestino.

3. Non è responsabile di aborti spontanei o malformazioni

Non ci sono prove scientifiche che dimostrino che lo zenzero può provocare aborti spontanei o malformazioni, né parti prematuri. I timori al riguardo nascono dal fatto che lo zenzero contiene una molecola, il 6-gingerolo, che se assunta in grandi quantità può provocare modificazioni genetiche nei feti. È importantissimo, dunque, non eccedere mai con le dosi: la giusta dose di zenzero da assumere in gravidanza è di massimo 1 gr al giorno, quantità che non provoca effetti indesiderati.

4. 1 gr al giorno

Come dicevamo, questa è la quantità di zenzero massima raccomandata da assumere durante la gravidanza, preferibilmente in quattro soluzioni da 250 mg. Come assumere la radice? Fresca, magari grattugiata sull’insalata, ma anche in polvere in abbinamento a numerosi piatti oppure per mezzo di una buona tisana allo zenzero, che sarà anche l’occasione per prendersi qualche momento di meritato relax.

5. È un antinfiammatorio naturale

Lo zenzero gode di proprietà antinfiammatorie che lo rendono un antidolorifico naturale, dato che aiuta ad alleviare numerose sintomatologie dolorose e non solo in gravidanza. Per esempio, questa preziosa radice così versatile e facile da assumere è in grado di agire contro il mal di stomaco, ma anche di alleviare i dolori tipici dell’artrite, della borsite e i disturbi dei vasi sanguigni.

Leggi anche: Antinfiammatori naturali: quali sono i migliori?

6. Combatte i sintomi dell’influenza

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, lo zenzero è un valido aiuto contro l’influenza, di cui allevia i sintomi più comuni. Tutto ciò si rivela utilissimo per le donne in dolce attesa le quali, proprio a causa della loro particolare condizione, possono andare facilmente incontro all’influenza. In questo caso, sarà utile assumere delle tisane calde allo zenzero, in modo tale da calmare mal di gola e tosse, attenuare il raffreddore e liberare le vie aeree.

7. Effetti indesiderati

Sebbene lo zenzero abbia numerose proprietà benefiche che lo rendono un alimento indicato anche alle donne in gravidanza, se assunto in dosi superiori a quelle raccomandate può causare spiacevoli effetti indesiderati. Tra questi, lo zenzero assunto in quantità superiori ai 4 gr al giorno per i soggetti non in gravidanza e di 1 gr al giorno per le donne incinte, può provocare disturbi come gastrite, mal di stomaco, diarrea, irritazioni alla bocca e alle mucose. Inoltre, un eccesso di zenzero potrebbe causare episodi di aritmia.

8. Interazioni tra zenzero e farmaci

Tra le varie proprietà benefiche dello zenzero, c’è quella che lo rende un anticoagulante naturale, oltre che un regolatore dei livelli di zucchero nel sangue. Nel caso in cui si soffra di patologie come il diabete, oppure se si assumono già terapie anticoagulanti, è bene evitare di assumere lo zenzero in quanto questi effetti potrebbero venire amplificati e portare con sé effetti indesiderati. Lo zenzero va evitato anche in prossimità di interventi chirurgici e se in passato si sono subite trombosi.

9. Come regolarsi durante la gravidanza

Abbiamo visto i numerosi benefici dello zenzero sulla salute, ma considerato il fatto che la gravidanza è un momento delicatissimo in cui  prestare attenzione a tutto ciò che si ingerisce, è fondamentale assicurarsi di non assumere questo alimento in dosi superiori a quelle raccomandate. In ogni caso, però, si tratta di indicazioni di massima e ogni donna dovrebbe chiedere informazioni più dettagliate al ginecologo che, tenendo conto dello stato di salute della gestante, sarà in grado di raccomandare una dose minore, se lo ritiene necessario.

10. Un alleato prezioso a cui non rinunciare

Dunque, considerate le proprietà dello zenzero, va da sé che è bene approfittare di questo ottimo rimedio naturale per contrastare la nausea in gravidanza. I vantaggi? Oltre a essere un prodotto assolutamente naturale e non un farmaco, lo zenzero è molto gradevole al palato grazie a un sapore speziato dal retrogusto piccantino. Inoltre, è facilmente reperibile sotto forma di radice fresca o in polvere e può essere utilizzato in tante ricette e infusi sia pronti che “fai da te”.

 

Articoli correlati