tisane dimagranti

Pensando alle tisane per dimagrire la prima domanda che viene in mente è: ma funzionano davvero? Per scoprirlo basterà valutare le erbe officinali utilizzate nelle tisane per dimagrire, le loro proprietà, le ricette e le controindicazioni.

Tisane Dimagranti: cosa sono

Le tisane per dimagrire sono delle miscele in cui erbe, fiori o radici, sono lasciati in infusione in acqua calda o fredda, per far sì che in essa siano rilasciati tutti i principi attivi.

La maggior parte dei consumatori ha cominciato ad interessarsi all'universo delle tisane, in seguito al successo della cosiddetta dieta tisanoreica, proposta da Gianluca Mech, il quale ha ideato un programma nutrizionale a base di decotti, che in alcuni casi sostituiscono i pasti, mentre in altri vengono integrati all'alimentazione quotidiana.

Chi pensa che basti utilizzare tisane per dimagrire sta sbagliando completamente strada: esistono diversi tipi di tisane ma tutte devono essere sostenute da un'appropriata alimentazione e da una moderata attività fisica per avere gli effetti sperati.

Tisane dimagranti: benefici

Il primo beneficio che può essere notato assumendo le tisane per dimagrire è l'accelerazione del metabolismo, indispensabile a digerire meglio e a bruciare più velocemente le calorie; oltre al metabolismo a servirsi di questi infusi sono i tessuti, che vengono drenati e liberati dall'accumulo di liquidi in eccesso, causa principale della ritenzione idrica.

Questi vantaggi, comuni a quasi tutte le erbe utilizzate per dimagrire, si sommano ad altri benefici che differiscono a seconda della pianta che si sceglie di utilizzare. Fra essi si riscontrano:

  • Riduzione dei gonfiori addominali
  • Riequilibrio delle funzioni intestinali
  • Eliminazione delle tossine
  • Depurazione dell'organismo, in particolar modo del fegato
  • Riduzione del colesterolo nel sangue
  • Aumento del senso di sazietà

Tipologie di tisane dimagranti

Sotto il nome di tisane per dimagrire passano diverse tipologie di bevande che hanno caratteristiche e principi attivi molto diversi fra loro, pur avendo come comune denominatore il rimettersi in forma. Per comodità, distingueremo quindi le tisane per dimagrire in brucia grassi, spezza fame e drenanti.

Tisane brucia grassi

Tra le erbe utili a dimagrire troviamo quelle che hanno proprietà brucia grassi, ovvero piante i cui principi attivi agiscono sul metabolismo; l'aumento dell'attività del metabolismo basale ha come conseguenza diretta l'innalzamento della spesa energetica dell'organismo e lo smaltimento dei grassi depositati, con successivo calo di peso.

Questo genere di tisana è certamente ideale per chi possiede i fastidiosi cuscinetti di grasso e cerca un alleato per liberarsene.

Tisane spezza fame

Se il problema è la sensazione di fame, che in alcuni periodi sfugge al normale controllo, allora si dovranno preferire quelle tisane per dimagrire che stimolano il senso di sazietà: si tratta di bevande a base di vegetali che hanno un effetto placebo sul sistema nervoso.

Nella maggior parte dei casi, infatti, la fame che si avverte durante la giornata è dettata dallo stress e dal nervosismo, quindi l'introduzione di bevande con effetti calmanti e rilassanti, non può che placare la volontà di fare degli spuntini troppo sostanziosi tra un pasto e un altro.

Tisane drenanti

Le tisane drenanti sono capaci di eliminare le tossine in eccesso e smuovere i liquidi depositatisi nei tessuti, contrastando la ritenzione idrica e la cellulite. Assumendo bevande appartenenti a questa categoria si riuscirà ad agevolare l'organismo a riacquistare una silhouette più tonica e soda.

In natura, le erbe che svolgono azioni drenanti sono molto numerose, pertanto non si avrà che l'imbarazzo della scelta.

Tisane brucia grassi

Tra le migliori tisane utili a combattere i cuscinetti di grasso troviamo quelle a base di tè verde, tè Oolong, banaba, fucus e rodiola. Anche se tutte queste piante agiscono sul metabolismo, ciascuna possiede caratteristiche proprie: scopriamole.

Tisana al Tè Verde

Il Tè Verde è considerato l’alimento per dimagrire per eccellenza, soprattutto in virtù dei flavonoidi e delle catechine in essa presenti. Nello specifico i flavonoidi agiscono sull'ormone deputato a bruciare calorie nell'organismo, la noradrenalina, mentre le catechine sono specializzate nel bruciare i grassi presenti nei tessuti.

Chi assume il tè verde per dimagrire dovrebbe ingerire la tisana appena preparata e senza l'aggiunta di zucchero. Un consiglio: per chi non lo sapesse, per preparare una tisana al tè verde è sconsigliato portare l'acqua ad ebollizione; basta scaldarla a 70-80° perché una temperatura superiore distrugge le catechine impedendo di usufruire della loro azione brucia-grassi.

Tisana al Tè Oolong

Il Tè Oolong è considerato non solo un alimento dimagrante, ma anche anticolesterolemico ed antiossidante. Allo stesso modo del Tè Verde, è ricco di flavonoidi e catechine, ma si differenzia da esso per le modalità di produzione.

I polifenoli quercetina e catechina, conferiscono al tè un potere antiossidante che è potenziato dall'azione della caffeina, presente in quantità elevate all'interno della pianta; la caffeina, agendo in sinergia con questi elementi, svolge un'azione brucia-grassi a livello metabolico.

Tisana di Banaba

Il più potente componente della pianta di banaba è l'acido corosolico, un tritarpene che ha la capacità di ridurre i livelli di glicemia nel sangue. L'acido corosolico, infatti, spinge l'organismo a liberarsi del glucosio trasformandolo velocemente in energia.

E' stato dimostrato come le foglie di banaba tagliate e tritate, lasciate in infusione in acqua calda per qualche minuto, possono coadiuvare nella lotta all'obesità. Oltre a fungere da alleato contro i chili di troppo, il banaba è un ottimo disintossicante dell'organismo e collabora alla guarigione dalle infezioni alle vie urinarie o dalle infiammazioni al fegato. Per avere risultati tangibili è necessario assumere 2-3 tazze di tisana di banaba al giorno.

Decotto al Fucus

Il fucus è naturalmente ricco di iodio, elemento indispensabile per il corretto funzionamento sia degli ormoni tiroidei che del metabolismo basale. Per ottenere delle tisane dal fucus la soluzione migliore è farne un decotto a partire dalla radice.

Visto l'elevato quantitativo di iodio non se ne può bere più di una tazza al giorno, ed è comunque controindicato a chi ha problemi di ipertiroidismo.

Tisana alla rodiola

La rodiola ha un buon contenuto di iodio, fondamentale per accelerare i metabolismi lenti. Nonostante la percentuale di iodio sia abbastanza elevata, è meno pronunciata rispetto al fucus, quindi si possono assumere sino a due infusi di rodiola al giorno.

E' opportuno non superare le dosi consigliate perché potrebbe provocare irritabilità ed insonnia.

Tisane spezza fame dei monaci buddisti

Chi ha necessità di bloccare la fame nervosa può acquistare una delle più famose tisane spezza fame del mondo: quella messa a punto dai monaci buddisti. Questo infuso continua ad essere assunto dai monaci durante i periodi di digiuno, perché incrementa in loro il senso di sazietà.

Sebbene alcuni erboristi abbiano cercato di riprodurla non vi sono mai riusciti, anche se alcuni ingredienti, come il tè verde e i fiori di fiordaliso, sono stati individuati. Per il resto si sa che sono presenti un grande numero di erbe, tutte aventi la capacità di saziare lo stomaco evitando di avvertire i morsi della fame.

I monaci la bevono 3 volte al giorno e la utilizzano non solo per eliminare quanto di cattivo c'è nel cibo, ma anche gli stati emotivi malevoli che affligono l'anima.

Tisane diuretiche e drenanti

Le erbe diuretiche e drenanti messe a punto da Madre Natura sono numerose. Tra le più utilizzate per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite e quindi perdere i chili di troppo vi sono il tarassaco, il carciofo, l'equiseto e la pilosella.

Decotto al tarassaco

Il decotto al tarassaco, conosciuto col nome di "piscialetto", per i suoi effetti diuretici molto potenti, oltre a favorire la diuresi, il tarassaco, aiuta a depurare l'organismo abbassando i livelli di colesterolo. La presenza d i prebiotici favorisce inoltre, il riequilibrio delle funzioni intestinali.

La bevanda può essere assunta una volta al giorno. Se ne sconsiglia l'uso a chi soffre di calcolosi perché l'aumento della bile prodotta da questo infuso può provocare un'occlusione delle vie biliari.

Tisane al carciofo

Depurativo e anticolestorelemico, il carciofo è molto utilizzato negli infusi per dimagrire, da solo o associato ad altre erbe. Agisce come drenante e diuretico per via della presenza della cinarina, che svolge un'attività incisiva contro la ritenzione idrica.

Solitamente viene utilizzato per eliminare i gonfiori addominali, da assumere una volta al giorno. Per il sapore amaro, se ne sconsiglia l'uso alle donne in allattamento.

Tisane all'equiseto

Conosciuto col nome di coda cavallina, l'equiseto svolge un'azione diuretica e depurativa nell'organismo e contemporaneamente favorisce la rimineralizzazione dei tessuti facendo in modo che all'eliminazione della buccia d'arancia corrisponda una pelle più fresca e tonica al tatto ed alla vista.

Tisane alla pilosella

Erba fra le più utilizzate in fototerapia per contrastare i tessuti adiposi, la pilosella da ottimi risultati nelle cure dimagranti: per tisane ed infusi si utilizza tutta la pianta, fiori compresi. Gli effetti benefici sono evidenti sui tessuti che presentano cellulite o ritenzione idrica sugli arti inferiori.

Come si preparano le tisane per dimagrire

Le tisane possono essere ottenute mediante diverse modalità di preparazione, ovvero l'infusione, la macerazione e la decottipa, che differiscono fra di loro non per il risultato, ma per il trattamento da riservare alle diverse parti della pianta.

  • Infusione: è il tipo di preparazione che si riserva a tutte le erbe aromatiche, che possono essere immerse in acqua bollente e lasciate in ammollo per liberare i principi attivi che le caratterizzano.
  • Macerazione: è un processo solitamente più lungo, perché prevede una preparazione a partire da acqua fredda. E' utilizzato per fiori e foglie di vegetali di diverse specie, che dopo un determinato periodo di tempo liberano il principio attivo in acqua.
  • Decottipa: attraverso la decozione è possibile estrarre principi attivi da radici e parti dure delle piante, che vengono immerse in acqua fredda e poi portate a bollore per diversi minuti.

Prezzi

Chi non ha la pazienza necessaria a preparare i vari infusi può acquistare la sua tisana già pronta all'uso, in farmacia, erboristeria, nelle fitosanitarie o sul web: solitamente un buon prodotto, anche biologico, ha un prezzo che oscilla fra i 5 e i 13 euro.

Le scatole possono contenere dalle 15 alle 20 bustine ed hanno il mix di ingredienti giusti per dimagrire e depurare l'organismo. Per utilizzare le bustine si dovrà prima portare l'acqua ad ebollizione, spegnere il fuoco, inserire la bustina in ammollo e coprire la tazza, per far sì che gli oli volatili non svaniscano nell'aria. L'infuso potrà essere bevuto dopo 3-5 minuti.

Se invece si vuole procedere da soli, ci si dovrà rivolgere ad una buona erboristeria, dove i fiori, le foglie, le radici e i semi potranno essere acquistati in quantità libera e poi mescolati a proprio piacimento. I prezzi del prodotto finale dipendono dal quantitativo e dalla tipologia di prodotto acquistato. A chi preferisce il fai da te vogliamo dare qualche consiglio per non compiere spese eccessive inutili e per eseguire il procedimento in maniera impeccabile.

  • Non acquistare mai grossi quantitativi di erbe, perché le erbe essiccate non devono essere conservate oltre i 6 mesi. Dopo questo periodo perdono d'efficacia.
  • L'acqua per preparare un infuso deve essere bollita in recipienti in acciaio inox o pyrex.
  • Quando le erbe si immergono in acqua è necessario coprire il recipiente con un coperchio, per evitare che gli oli volatili si disperdano.
  • La tisana va bevuta subito dopo la preparazione. Chi volesse conservarla deve inserirla in un recipiente ermetico, conservarla in frigo e consumarla al massimo entro 24 ore.

Conclusioni

All'uomo o alla donna che vogliono dimagrire la Natura risponde offrendoli tutto il necessario per raggiungere il loro scopo. Ciò che ancora Madre Natura non è riuscita a far crescere sugli alberi, però, è la volontà, quella indispensabile per cominciare a mangiare in maniera più salutare.