fiore thevetia peruviana cerbera

La Thevetia peruviana, per i suoi fiori giallo oro e a forma di campanula nel linguaggio dei fiori sono sinonimo di fortuna. Si possono regalare a una coppia in occasione del matrimonio per buono auspicio, a una nuova attività commerciale, a chi sta avviando una nuova impresa, oppure semplicemente per augurare fortuna a chi si vuole bene.

La Thevetia peruviana è una pianta ornamentale coltivata sia in vaso sia in giardino, grazie alla sua chioma fitta viene impiegata come elemento di design. La pianta è conosciuta anche con altri nomi come: Oleandro Giallo del Perù e Cerbera peruviana.

Thevetia Peruviana Caratteristiche

Thevetia Peruviana Caratteristiche

La Cerbera peruviana o Oleandro giallo appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è una pianta sempreverde e come ben s'intende dal nome, questa è originaria dell'America del Sud. 

La pianta riesce a raggiungere anche gli 8 metri d'altezza se coltivata in piena terra, le sue dimensioni la rendono simile ad un albero, infatti presenta anche un apparato robusto e forte. Il tronco si presenta eretto è di colore grigio. La chioma è composta invece da vari rami che assumono un colore che va dal verde al grigio. Le foglie sono lanceolate e di colore verde chiaro, queste hanno uno strato ceroso e liscio. 

I fiori ricordano quelli dell'ibiscus e sono molto grandi e hanno un profumo molto intenso. Il colore invece è caratterizzato da un giallo oro molto intenso. Alcuni esemplari, però si presentano anche con varietà di colore bianco o pesca.

La Thevetia peruviana presenta anche delle drupe legnose verdi, questi sono i frutti della pianta e contengono dei semi lenticolari che servono successivamente anche per la sua riproduzione. La pianta fiorisce per tutta l'estate e in climi miti si mantiene bella e rigogliosa sino ad ottobre.

Coltivazione e riproduzione

Coltivazione e riproduzione

La riproduzione della pianta avviene per seme. I suoi semi possono essere posti del terreno che dev'essere ricco di sostanze organiche e ben drenato, anche se in realtà riesce a riprodursi anche in altre tipologie di terreno.

La Thevetia o Cerbera peruviana non ha bisogno di molta acqua, anzi se piove durante l'estate o l'inverno a lei basta anche solo l'acqua piovana. In caso di periodi di siccità molto prolungata, invece si consiglia di innaffiare la pianta almeno una volta al mese, specie se la pianta è giovane. Durante la stagione estiva se la terra si asciuga molto si può innaffiare anche una volta a settimana.

Per dare forza e sostegno alla pianta, si consiglia di utilizzare un concime granulare a lento rilascio. Ogni due o tre anni, in primavere o autunno è possibile spargere anche un po' di concime organico maturo.

La Cerbera peruviana quando viene coltivata in vaso, dato che cresce rapidamente ha bisogno di essere rinvasata periodicamente, altrimenti le radici moriranno, inoltre si consiglia di aggiungere anche dell'argilla espansa. Il rinvaso può essere effettuato durante l'inverto in questo modo si riesce a favorirne la ripresa vegetativa.

Propagazione

La propagazione della Thevetia Peruviana o Cerbera può avvenire sia prelevando i semi che nascono all'interno delle drupe, sia per talea legnosa. Nel primo caso basta procedere come scritto sopra. Se invece si preferisce la propagazione per talea, allora dovrai tagliare un ramo di circa 15 o 20 centimetri, poi devi porre il lato tagliato in un vasetto con dell'acqua e cotone per farlo germogliare. Infine, si toglie dall'acqua e si pone in vaso o nel terreno. La talea o la semina dev'essere effettuata durante il periodo estivo.

Uso

La Cerbera Peruviana è una pianta principalmente impiegata per ornare la propria abitazione, il dehor o il giardino. I suoi fiori e frutti sono considerati anche degli elementi di design e spesso la pianta viene posta in ambienti lussuosi e alla moda.

Malattie

La Thevetia peruviana soffre molto le escursioni termiche e l'eccessiva umidità in questi casi infatti la pianta potrebbe essere attaccata da malattie fungine, da parassiti come cocciniglia e afidi. D'inverno la pianta dovrebbe essere protetta. Se si è piantata in vaso, allora la si deve porre al riparo, se invece è stata coltivata in piena terra allora si deve porre sul terreno del pacciame con foglie secche e paglia.

Articoli correlati