Tetto ventilato

Il tetto ventilato in legno svolge un compito delicato ed essenziale: ovvero protegge gli ambienti abitativi interni dagli agenti atmosferici.

Essendo costantemente esposto ad infiltrazioni d’acqua, esso rischia da una parte di andare incontro ad una rapida usura e, dall’altra, di non tutelare a dovere l’abitazione dagli effetti nocivi causati dall’umidità. La risposta ideale a questo problema è l’installazione di tetti ventilati in legno.

Si tratta di una particolare tipologia di coperture, facili da installare e che rappresentano un ottimo sistema coibente, in grado di contrastare gli effetti nocivi causati dagli agenti atmosferici.

Principali caratteristiche del tetto ventilato in legno

A prima vista il tetto ventilato in legno è simile alle coperture tradizionali, ma la sua struttura interna è senz'altro più complessa e innovativa. Tra il manto di copertura e il materiale isolante, infatti, è posta una camera di ventilazione di spessore costante in grado di migliorare le prestazioni termiche dei tetti in legno.

L’aria che circola nell'intercapedine, in altri termini, garantisce un ambiente più fresco in estate - in particolare provvede ad un ricambio costante dell’aria e allo smaltimento della calura estiva - e più caldo in inverno, la camera d’aria, lo ricordiamo, funge da ulteriore isolante. Va detto che il tetto deve essere sufficientemente inclinato per consentire una buona circolazione dell’aria.

La scelta del legno poi, è giustificata dal fatto che esso è un ottimo regolatore igrotermico in grado di garantire il massimo comfort climatico ed è, inoltre, un materiale naturale traspirante capace di rendere stabile il livello di umidità interno.

Tetto ventilato costi

Un tetto ventilato in legno ha senz’altro un prezzo più elevato rispetto ad una copertura ordinaria indicativamente si parla più o meno di 100 euro al metro quadrato. Tuttavia, nel tempo, esso consentirà di ammortizzare i costi, grazie ad una performance qualitativamente superiore. Il fruitore, infatti, potrà contare su un notevole risparmio energetico dovuto al fatto che il tetto ventilato in legno crea nell'abitazione un microclima ideale. D’altra parte questo tipo di copertura richiede una manutenzione meno frequente rispetto a quella di tipo tradizionale.

Tetto ventilato in legno vantaggi

Il principale vantaggio offerto da un tetto ventilato in legno è senz'altro la sua capacità di agire come un efficace regolatore termico. D’altra parte questo tipo di copertura è anche un ottimo isolante acustico.

Il tetto ventilato in legno, inoltre, risulta maggiormente resistente alle azioni sismiche.

Da un punto di vista estetico poi, esso si adatta non solo alle strutture rurali cui conferisce un raffinato stile country, ma anche alle abitazioni di città, rendendole particolarmente confortevoli e accoglienti.

Prima di procedere con la installazione di un tetto ventilato in legno è opportuno recarsi presso gli appositi uffici territoriali, al fine di evitare eventuali violazioni delle norme locali previste.

Leggi anche... Coibentazione: il cappotto termico

Lo sapevi che rifare il tetto ti da diritto a notevoli agevolazioni fiscali?