stitichezza in gravidanza

Problemi di stitichezza in gravidanza? Niente paura! Bere tanta acqua, mangiare molte fibre, evitare i cibi astringenti e condurre uno stile di vita sano, ti aiuteranno a superare con facilità questo fastidioso disturbo e a prevenire la comparsa di emorroidi, infiammazioni della vescica e infezioni vaginali.

Nel caso in cui la stipsi persista, evita di assumere lassativi senza prima avere consultato il tuo medico di fiducia. È sempre consigliabile, infatti, ricorrere ai rimedi naturali per combattere il problema della stipsi, piuttosto che assumere farmaci.

Cosa genera la stitichazza in gravidanza

Malgrado per molti aspetti la gravidanza possa essere considerato per la donna uno “stato di grazia”, è pur vero che, nel corso della gestazione, molte funzioni organiche subiscano delle alterazioni.

La stitichezza nel periodo della gravidanza , ad esempio, è un fenomeno piuttosto comune. L’aumento di progesterone, infatti, ovvero l’ormone deputato a tenere sotto controllo le contrazioni uterine, provoca un rallentamento del transito intestinale.

D’altra parte anche l’insorgenza di temporanee intolleranze alimentari può contribuire a causare una diminuzione delle evacuazioni. Inoltre la stipsi in gravidanza può essere legata all’assunzione di particolari farmaci (antiacidi, antidolorifici, ecc.), come anche dall'assunzione di cibi astringenti, come ad esempio:

  • Mele
  • Carote crude
  • Riso bianco
  • Banane mature
  • Mirtillo fresco
  • Fragole
  • Nespole

Potrebbe interessarti anche: Rimedi contro la stitichezza

Consigli su come combattere la stitichezza

In caso di stitichezza in gravidanza è necessario seguire una dieta ricca di fibre, verdure, legumi e frutta fresca (con esclusione delle categorie precedentemente menzionate). Sono, pertanto, consigliati i piatti a base di minestre vegetali, le zuppe di legumi, i cereali integrali (meglio se arricchiti con ferro e calcio), le verdure cotte e le insalate di stagione.

D’altra parte, al fine di sconfiggere la stitichezza in gravidanza, è altrettanto necessario garantire all’organismo un adeguato apporto idrico; si suggerisce in tal senso, l’assunzione di almeno due litri di acqua al giorno e il consumo regolare di succhi di frutta. I liquidi, infatti, ammorbidendo le feci, favoriscono l’evacuazione.

Inoltre, al fine di riequilibrare la flora intestinale, è necessario assumere una discreta quantità di fermenti lattici (presenti nello yogurt e in tutti i prodotti a base di latte acido). La combinazione di fibre, fermenti lattici e di un paio di litri d’acqua al giorno aiuterà a debellare la stitichezza in gravidanza.

I principali rimedi naturali per combattere la stitichezza in gravidanza sono i seguenti:

  • Mangiare alimenti ricchi di fibre idrosolubili
  • Assumere fermenti lattici vivi in particolare i probiotici
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno
  • Fare un’adeguata attività fisica
  • Suddividere i pasti quotidiani in tanti piccoli spuntini
  • Avere l’accortezza di masticare lentamente il cibo, in modo tale da aumentarne la digeribilità
  • Assumere prebiotici vegetali (qualora la stitichezza in gravidanza perdurasse)

Attività fisica

Naturalmente ad una buona dieta va associato anche il giusto movimento, compatibilmente, questo è ovvio, con le condizioni della gestante. Praticare una regolare attività fisica è senz’altro uno tra i più efficaci rimedi per combattere la stitichezza durante la gravidanza. Camminare regolarmente e a passo svelto per almeno 35-40 minuti al giorno favorisce, infatti, il ripristino della corretta motilità intestinale.

Se la stipsi è una questione di stress

Nel caso in cui la stitichezza in gravidanza sia legata a fattori umorali, sarà necessario prendersi cura di se stessi e ritrovare il proprio benessere psico-fisico. Si consiglia, in tal senso, di seguire un corso di yoga o di ricorrere al biofeedback (retroazione biologica) per ritrovare il proprio equilibrio e regolarizzare, di conseguenza, il transito intestinale, sconfiggendo il fastidioso problema della stitichezza quando si è in gravidanza.

Tre piccoli stratagemmi per combattere la costipazione

Esistono alcun stratagemmi che potrebbero aiutare a combattere il problema della stitichezza in gravidanza:

  • Prima di fare colazione bere un bicchiere di acqua tiepida, per purificare l’organismo e ad espellere le tossine;
  • Assumere, appena svegli, un cucchiaino di olio d’oliva crudo;
  • Consumare una volta al giorno due cucchiai di semi di lino e, successivamente, bere un bicchiere di acqua tiepida.

Non assumere lassativi, rivolgersi al proprio medico

Nel caso in cui la stitichezza in gravidanza, malgrado una corretta alimentazione ed un adeguata attività fisica perdurasse, non bisogna prendere lassativi, senza prima aver consultato il proprio medico di fiducia. L’assunzione di altri farmaci, infatti, potrebbe essere non compatibile con qualche particolare lassativo. Sono assolutamente da evitare:

  • i lassativi da contatto, in quanto irritano la mucosa intestinale e alterano l’equilibrio idro-elettrico dell’organismo;
  • i lassativi osmotici, in quanto provocano senso di gonfiore e flatulenze;
  • i lassativi oleosi, in quanto inibiscono l’assorbimento di alcune vitamine.

Davvero efficaci, invece, contro la stitichezza in gravidanza sono le cosiddette droghe emollienti, come la malva e l’altea. Allo stesso modo le sostanze prebiotiche di origine vegetale (fruttoligosaccaridi e inulina) sono un valido supporto per combattere la stitichezza durante la gravidanza.

La stitichezza presente nel periodo della gravidanza è un disturbo che non va sottovalutato e che va combattuto sin dal suo primo apparire.