riscaldamento a pavimento

Sempre più diffuso, il riscaldamento a pavimento è una soluzione che offre molteplici vantaggi per la quale merita di essere valutato e nella maggior parte dei casi preferito al più tradizionale impianto a radiatori.

Sia che si tratti di una nuova costruzione o di una ristrutturazione, la posa di questi impianti è ormai sicura ed ampiamente testata su ogni tipo di fabbricato. Le soluzioni disponibili in commercio, offrono un'ampia scelta in grado di assecondare ogni necessità.

Riscaldamento a pavimento i pro:

  • Risparmio sui costi energetici;
  • Tecnologia integrabile con energie rinnovabili;
  • Incentivi statali;
  • Miglior comfort abitativo;
  • Migliore gestione degli spazi;
  • Ambienti più sani con meno polveri, muffe ed acari.

Risparmio energetico e miglior comfort con temperature più basse

Differenze sulla diffusione del calore

Come accennato, uno dei principali vantaggi nell'adottare il sistema di riscaldamento a pavimento sta nel basso costo di esercizio e miglior comfort a parità di temperatura.

Mentre un impianto a radiatori tradizionale, lavora ad una temperatura di mandata pari a 70 °C, quello a pavimento opera a 35 °C. Questo permette di avere un risparmio di circa il 20% sulla bolletta energetica, inoltre, come esemplificato nel grafico, nel sistema a pavimento il calore si propaga uniformemente nella stanza, dal basso verso l’alto, questo fa si che l'ambiente si riscaldi omogeneamente a tutto vantaggio del comfort, che a 20 °C, è pari ai 22 °C del riscaldamento a radiatori (un ulteriore risparmio del 10% annuo).

Leggi anche... stufa a pellet: la scelta giusta!

Integrazione con energie rinnovabili

Essendo un sistema strutturato per funzionare con basse temperature di mandata, questo ne permette l'integrazione con impianti di energie rinnovabili, come ad esempio: pannelli solari ed impianti geotermici. La sinergia tra queste tecnologie permette risparmi sino a poco tempo fa impensabili.

Sitema a pompa di calore geotermica

Riscaldamento a pavimento pro: libertà di arredare gli ambienti

Un ulteriore vantaggio che si ottiene installando il riscaldamento a pavimento (per la felicità di tutte le donne), è che non si avranno più vincoli nel posizionamento degli arredi, in quanto le pareti rimangono sgombre dai radiatori che inevitabilmente ne condizionerebbero il posizionamento.

Costo riscaldamento a pavimento: gli incentivi statali

Grazie agli incentivi statali per la riqualificazione energetica, si può risparmiare sul costo dell'intera opera con sgravi fiscali ad oggi pari al 55% dell'intero importo.

Riscaldamento a pavimento pro: ambienti più sani (specie per chi soffre di allergie)

Chi non ha avuto mai problemi di muffa sulle pareti di casa? Ebbene, il riscaldamento a pavimento, ha un’altra caratteristica importante per la quale merita di essere apprezzato, in quanto, essendo posizionato su tutta la superficie pavimentata, ogni zona della stanza viene riscaldata uniformemente, riducendo drasticamente gli sbalzi di temperatura (= meno condensa negli angoli esposti a nord), questo fa si che le muffe trovano un ambiente sfavorevole alla proliferazione, con la conseguente diminuzione delle stesse. Anche gli acari trovano condizioni ambientali sfavorevoli, minore umidità, specie a terra sui tappeti, ne ostacola la proliferazione.

Leggi anche... riscaldamento a battiscopa

Riscaldamento a pavimento i contro

Certamente il principale lato negativo del riscaldamento a pavimento è dovuto al costo dell'impianto. Supponendo una superficie (pronta per la posa) di 100 mq. il prezzo di un buon impianto di riscaldamento a pavimento, oscilla tra i 60 - 120 € al metro quadro (progettazione e caldaia a condensa inclusi). I principali fattori che ne determinano il costo sono: la manodopera, i materiali, la caldaia, il progetto.

Un altro fattore negativo, è il tempo necessario che si impiega a riscaldare l'ambiente. Data la bassa temperatura con cui opera l'impianto, è consigliato lasciare lo stesso sempre acceso, in modo da mantenere costante la temperatura. Per ovviare o arginare questo problema, si può dotare l'impianto di accensione comandata a distanza in modo da poter gestire con la massima precisione i tempi di accensione.