Guida alla richiesta della carta di credito

Carte di credito
Carte di credito

Fare una richiesta di una carta di credito è una operazione di per sé abbastanza semplice in quanto è sufficiente recarsi presso uno sportello bancario, aprire un conto corrente (nel caso non li si abbia già), versare la somma minima richiesta per l'apertura dello stesso, e già si è in grado di effettuare la richiesta per ottenere la tanta ambita carta di pagamento. Inutile dire che tale operazione (l'apertura d un conto corrente e relativa richiesta della carta di credito), nel 2017 è fattibile anche online registrandosi presso il sito di una banca o finanziaria che mettono a disposizione tale servizio (praticamente lo fanno tutti). Ciò detto però, non significa che la richiesta della carta vada sempre a buon fine. Perché? Presto detto! Ci sono dei requisiti da rispettare e varie altre cose che più avanti ti spiegherò punto per punto in questo articolo guida. Buona lettura!

Chi può richiede una carta di credito?

Dato che questo articolo contempla la possibilità che tu possa non avere un conto corrente, cominciamo con il dire che il primo requisito è quello di essere titolari di un conto corrente (perdona il gioco di parole), oltre a questo gli altri requisiti richiesti sono:

  • essere un cittadino europeo (meglio se si ha la cittadinanza italiana soprattutto se intendi chiedere una carta di credito);
  • avere raggiunto la maggiore età;
  • non aver superato i 70 / 75 anni di età (questo parametro non è richiesto da tutte le banche o finanziarie);
  • avere un reddito dimostrabile: busta paga nel caso si è dipendenti di una azienda o ente pubblico, cedolino della pensione nel caso si è pensionati, ultima dichiarazione dei redditi nel caso si sia un lavoratore autonomo. Quanto appena detto vale solo nel caso in cui si intenda chiedere una carta di credito o revolving, non è richiesto alcun reddito dimostrabile nel caso in cui si chieda esclusivamente l'apertura di un conto corrente;
  • ultimo ma di fondamentale importanza, non essere iscritto nel registro al CRIF. Insomma non devi essere considerato un cattivo pagatore.

Possibili condizioni aggiuntive

Se apri un nuovo conto corrente e contemporaneamente richiedi una carta di credito o revolving, pur possedendo i requisiti sopra citati, la banca o finanziaria può esigere ulteriori garanzie. Il motivo è presto detto... la banca non ti conosce! Considera che la carta di credito è a tutti gli effetti una linea di credito (priva di costi di interessi) considerata al pari di un prestito personale che però nel normale flusso di cassa è di breve periodo. Data quindi la sua natura (di credito) come tale necessita di garanzie legate anche alla possibilità di monitorare prima il tuo "flusso economico", vale a dire cioè le movimentazioni in entrata ed uscita che il tuo nuovo conto avrà nell'arco di un dato periodo di tempo (periodo che può variare da uno a più mesi a seconda del regolamento interno della banca).

Come ormai ti è chiaro, la l'istituto bancario per poterti conoscere, oltre che una semplice presentazione di documenti relativi il tuo reddito, è probabile che chieda di aspettare qualche mese prima di concederti una linea di credito agganciata ad una carta di pagamento. Perché? Semplicemente per fare in modo che ciò che hai dichiarato con la documentazione presentata, corrisponda alla tua reale situazione economica, e, che quindi vi siano tutti i presupposti per accettare la tua richiesta di una carta di credito, sia essa standard che una eventuale carta revolving.

Altra possibile condizione richiesta può essere quella di dover accreditare sul conto corrente cui sarà agganciata la carta di credito il tuo stipendio, la pensione o eventuali entrate entrate derivanti da lavoro autonomo.

In sostanza le garanzie aggiuntive sono: accredito dello stipendio o pensione o reddito da lavoro autonomo ed il mantenimento del conto per alcuni mesi. In questo modo che la banca avrà una visione complessiva della tua condizione finanziaria, può quindi valutare la capacità di rimborso e decidere se aprire una linea di credito con un plafond che, salvo accodi diversi, è di default pari a 1000 / 1500 euro.

Infine, n taluni casi, alcuni istituti bancari richiedono anche la sottoscrizione di una polizza assicurativa appositamente strutturata per garantire il rimborso del credito elargito tramite la carta di pagamento. Tale ulteriore garanzia viene richiesta generalmente nel caso in cui il tuo reddito sia discontinuo o proveniente da un lavoro autonomo, questo perché generalmente chi lavora con partita IVA non ha un reddito mensile costante.

Come richiedere una carta di credito

Fatte le dovute premesse e chiariti quali siano le condizioni generali, le garanzie richieste per chiedere ed ottenere la tanto ambita carta di pagamento o dir si voglia carta di credito, possiamo vedere come richiedere la stessa sia essa presso uno spostello bancario che online. Iniziamo!

Richiesta presso lo sportello

Prima di andare nella filiale prescelta per l'apertura del nuovo conto corrente, prepara i seguenti documenti:

  1. carta di identità;
  2. cosice fiscale;
  3. certificato di residenza (non tutti gli istituti lo richiedono);
  4. Ultime 2 / 3 Buste paghe (utile soprattutto se intendi richiedere la tua carta insieme all'apertura del nuovo conto), cedolino della pensione o se sei un lavoratore autonomo, l'ultima denuncia dei redditi.

Una volta che hai tutta la documentazione richiesta, ti consiglio di telefonare alla banca presso cui hai deciso di aprire il tuo nuovo conto corrente completo di carta di credito, chiedi di fissare un appuntamento con chi si occupa di gestire le pratiche di apertura conto e concorda con lo stesso la data in cui potrai recarti in banca. A questo punto, probabilmente, stai già parlando con chi ha tutte le informazioni inerenti il corretto svolgimento della richiesta, ti consiglio di approfittare dell'occasione per informarti se la documentazione che hai preparato è sufficiente per richiedere sia l'apertura conto, sia la linea di credito da agganciare per la tua futura carta di credito.

Leggi anche: Carte di credito senza conto corrente

Richiesta online

Come per la richiesta presso lo sportello bancario, anche per la richiesta online servono gli stessi documenti (fotocopiati) vale a dire: foto di un documento di riconoscimento (generalmente la carta di identità), foto del codice fiscale, foto di un documento che confermi l'indirizzo della tua residenza. Dato che si tratta di una procedura contenete dati sensibili, è necessario essere in possesso della firma firma elettronica.

Ora vai sulla home page del sito della banca prescelta, clicca sul menù dedicato (generalmente c'è un link "apertura conto") e non dovrai far altro che seguire le indicazioni che passo passo ti guideranno a fine procedura. Non è possibile fare una check list precisa di come avverrà tale richiesta in quanto, ogni istituto bancario ha la sua procedura. Comunque nulla di complicato, a seguire un esempio di cosa ti verrà chiesto: nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, email, numero di cellulare, tipo di conto (monointestato o conintestato). Per maggiore chiarezza ti invito ad osservare l'immagine sotto dove viene schematizzata la procedura di apertura conto con carta di credito offerta da Hello Bank.

Procedura apertura conto corrente online con carta di credito

I documenti richiesti a seconda dei casi possono essere inviati tramite file allegati oppure inviati tramite raccomandata con ricevuta di ritorno presso la sede indicata durante il processo di registrazione / richiesta di apertura conto.

Correnti online con carta di credito: offerte

A seguire ti indico una lista di banche e finanziare che offrono la possibilità di aprire un conto corrente direttamente online con carta di credito annessa. Tieni presente che le condizioni economiche possono cambiare, ti invito a visionare prima gli articoli dedicati ai rispettivi conti e poi a verificare sui rispettivi siti le consizioni in essere nel momento in cui intendi procedere con l'attivazione del tuo conto.

Conto hello Money Zero Spese, conto Webank zero spese, conto CheBanca zero spese, conto Widiba zero spese, conto Arancio, conto Adesso di Cariparma, conto Yellow zero spese.

Potrebbe interssasti anche l'articolo: Conti correnti online zero spese

Conclusioni

Richiedere una carta di credito presso uno sportello bancario o online è una operazione piuttosto semplice quando si hanno i requisiti richiesti. Se si è iscritti nel registro del crif e considrati quindi cattivi pagatori, è sì possibile aprire un conto corrente ma non si avrà accesso alla linea di credito necessaria per poter chiedere ed ottenre una carta di pagamento, ne tantomeno un libretto degli assegni.

Raccomandazioni: una volta in possesso della carta, ricorda di attivare i vari servizi antifrode. Alcune hanno un codice OTP, altre Mastercard securecode, altre 3d secure con metodo verified by visa. Per attivare questi servizi gratuiti, contatta la tua banca o accedi nella tuo home banking da pc o dalla app del cellulare e cerca il menù, la sezione dedicata a tale procedura di attivazione delle opzioni di sicurezza antifrode.