Quinoa: proprietà, valori nutrizionali e benefici per la salute.

Quinoa
Quinoa

La quinoa è uno tra gli alimenti che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola, nonostante sia approdata nelle nostre cucine solo negli ultimi tempi. Si tratta di una preziosa alleata del nostro intestino, ma anche di un alimento che ha effetti benefici per la salute del sistema circolatorio: una fonte di energia da non sottovalutare, che può essere introdotta senza alcuna controindicazione nelle diete ipocaloriche.

Il consumo di semi di quinoa migliorare le funzioni fisiologiche del corpo umano, grazie all'apporto di amminoacidi e di proteine, ma anche al contenuto di vitamina E e di flavonoidi, anti-ossidanti che hanno la capacità di contrastare i danni che sono provocati dai radicali liberi, soprattutto per quel che concerne l'invecchiamento delle cellule.

Il calcio, il magnesio, il ferro e il fosforo sono i sali minerali presenti, mentre le vitamine più utili sono la B2, la C e la E. Le proteine rappresentano il 12% della quota nutrizionale di questo alimento. La quinoa, proprio grazie a queste doti, vanta un gran numero di proprietà curative, che derivano in modo particolare dalla presenza dei flavonoidi, di cui ormai è stata dimostrata in più occasioni a livello scientifico la capacità di prevenire il cancro e di contrastare le forme tumorali. Gli acidi grassi polinsaturi, invece, sono utili per la salute del cuore e per la protezione del sistema circolatorio. Alcuni studi, inoltre, avrebbero provato una correlazione tra il consumo di questo alimento e il miglioramento delle funzionalità delle cellule cerebrali, con effetti positivi anche per chi soffre di mal di testa.

I semi di quinoa possono essere consumanti anche da celiaci o anche da chi si sta sottoponendo a una dieta con lo scopo di perdere peso, dal momento che si caratterizza per un alto potere saziante, ma è consigliata anche ai soggetti che soffrono di diabete. Le proprietà emollienti dovute alle fibre (molto utili anche per chi soffre di stitichezza) si uniscono alla capacità di ridurre l'acidità di stomaco e di contrastare tutte le patologie che hanno a che fare con il sistema gastro-intestinale, incluse le ulcere.

Semi di quinoa: calorie e valori nutrizionali

Una porzione di semi di quinoa di 100 grammi comporta un apporto di circa 350 calorie: ciò vuol dire che si tratta di un alimento molto energizzante. Sempre tenendo come riferimento la dose standard di 100 grammi, nella quinoa sono presenti 14.12 grammi di proteine, 13.28 grammi di acqua e 5.61 grammi di lipidi: di questi, 3.29 grammi sono rappresentati da acidi grassi polinsaturi, 1.61 grammi sono rappresentati da acidi grassi monoinsaturi e 0.71 grammi sono rappresentati da acidi grassi saturi.

Del tutto priva di colesterolo e di zuccheri solubili, la quinoa è costituita da 64.1 grammi di carboidrati, tutti rappresentati dall'amido; oltre a ciò occorre ricordare i 7 grammi di fibra alimentare. Per quanto concerne il contenuto di sali minerali, si segnalano i 563 milligrammi di potassio, i 47 milligrammi di calcio, i 5 milligrammi di sodio, i 4.57 milligrammi di ferro e i 457 milligrammi di fosforo. I valori nutrizionali di questo prodotto, inoltre, indicano 2.44 milligrammi di vitamina E, 1 milligrammo di vitamina A, 1.52 milligrammi di niacina, 0.32 milligrammi di riboflavina e 0.36 milligrammi di tiamina.
La quinoa è più ricca di fibre rispetto ai cereali comuni: in una tazza ce ne sono almeno 20 grammi, fermo restando che andando a bollire i grani il contenuto si riduce a causa dell'assorbimento dell'acqua. Se è vero che la maggior parte della fibra è rappresentata dalle fibre insolubili, è altrettanto vero che ogni 100 grammi di prodotto ci sono 2.5 grammi di fibre solubili, che hanno molteplici effetti positivi per la nostra salute: favoriscono la riduzione del colesterolo, per esempio, e in più contribuiscono a far diminuire la quantità di zuccheri presente nel sangue. Esse, inoltre, favoriscono la perdita di peso, visto che incrementano la sensazione di sazietà dopo essere state ingerite.

Perché la quinoa fa bene?

La quinoa fa bene per una lunga serie di motivi: in primo luogo non contiene glutine, il che vuol dire che può essere consumata senza problemi da chi è intollerante a questa sostanza e dai soggetti che soffrono di celiachia. Le proprietà nutritive del prodotto derivano, invece, dal contenuto elevato di fibra alimentare, di carboidrati e di proteine vegetali, mentre degno di nota è un amminoacido essenziale come la metionina, che è coinvolta nel metabolismo dell'insulina. Un altro amminoacido essenziale, la lisina, è prezioso per il corretto funzionamento dell'organismo umano. La presenza della vitamina E, della vitamina C, del magnesio e del fosforo è, a sua volta, decisamente importante. Insomma, si tratta di un prodotto sano e nutriente, che non a caso è raccomandato alle cosiddette fasce deboli, e cioè alle donne in stato di gravidanza e ai bambini, oltre che ai convalescenti e agli sportivi, che hanno modo di apprezzarne il contenuto proteico.

La quinoa fa bene perché è molto nutriente: una tazza di questo pseudo-cereale contiene il 58% del manganese che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 13% dello zinco che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 30% del magnesio che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 9% del potassio che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 15% del ferro che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 28% del fosforo che dovrebbe essere ingerito ogni giorno, il 18% del rame che dovrebbe essere ingerito ogni giorno e il 19% dei folati che dovrebbero essere ingeriti ogni giorno.

Il contenuto di sali minerali e di vitamine, però, non è sufficiente a spiegare da solo gli effetti benefici della quinoa sulla salute del corpo umano: molto importanti sono i già menzionati flavonoidi, e tra questi spiccano il kaempferol e la quercetina. Quest'ultima è presente nella quinoa in quantità maggiori rispetto a quelle che si trovano nel mirtillo rosso, che è ritenuto l'alimento portatore di quercetina per eccellenza, e non ha solo effetti anti-tumorali, ma vanta anche proprietà anti-depressive, anti-virali e anti-infiammatorie.

Conclusioni

Insomma, chi sceglie di consumare la quinoa ha la certezza di portare in tavola un alimento salutare, che ha il pregio di non appesantire e al tempo stesso di garantire una notevole carica energetica. Anche chi non può mangiare il glutine è libero di ingerirla senza rischiare effetti collaterali.