Condizionatore

L’Estate è alle porte, ed è utile sapere in tempo, quanto costa installare un condizionatore. Mai come quest’anno poi, sarà davvero necessario premunirsi di un climatizzatore in casa, dal momento che, i servizi meteorologici, hanno già da tempo dichiarato che sarà un’Estate davvero calda, con punte che arriveranno anche a 47°. Meglio pensarci in tempo…

Quanto costa un condizionatore?

Oggi la scelta per orientarsi nell’acquisto di un condizionatore, è davvero molto ampia. Ogni casa produttrice di piccoli e grandi elettrodomestici, ha almeno una linea di condizionatori in listino. Molti modelli poi, hanno la funzione inverter: consentono cioè, di avere aria fredda in Estate, calda in Inverno e sono dotati anche, dell’utilissima opzione deumidificatore, che rende l’aria ambientale ottimale, specialmente in caso di alto tasso di umidità.

Veniamo al dunque... per sapere quanto costa installare un condizionatore, dobbiamo sapere il prezzo dello stesso che, ovviamente, è dato da una serie di parametri. La capacità di refrigerazione in base alla metratura dell’ambiente in cui si va ad installare un condizionatore, le opzioni integrate – alcuni modelli sono forniti anche di sofisticati filtri che sanificano l’aria, altri di sistemi elettronici per asciugare il bucato - e altro ancora.

Come detto precedentemente, l’offerta è molto ampia, e consente a tutti di poter acquistare un condizionatore, che renda meno afose le giornate e le notti estive. Ne esistono diversi tipi: codizionatori mobili, a parete – o split – a cassetta (si installano in ambienti con controsoffitto) o a consolle, realizzati per essere installati al soffitto.

Ma a tutti gli effetti: quanto costa un condizionatore? Mediamente, un condizionatore può costare da circa 150 euro – per i modelli piccoli, portatili e con la sola funzione di raffreddamento dell’aria, fino a circa 1.500 euro, ovviamente per modelli altamente performanti e in grado di refrigerare ambienti molto grandi.

La scelta sarà data dalle necessità individuali e dal budget a disposizione. Se comunque volete spendere poco, la scelta consigliata è certamente quella di acquistare un condizionatore portatile, che ha un costo minore rispetto a quelli che s’installano a parete – i cosiddetti modelli “Split” - o quelli che s’incassano al muro. In quest’ultimo caso, la scelta del modello e l’installazione, dovrebbero avvenire contestualmente alla realizzazione degli interni dell’appartamento, anche per valutare bene la portata dell’apparecchio in riferimento alla grandezza dell’ambiente.

E’ anche bene sapere che, quando si acquista e s’installa un condizionatore fisso, si può usufruire degli incentivi fiscali offerti dallo Stato, per gli interventi di efficientamento energetico, a patto che si abbiano le caratteristiche richieste e cioè: essere contribuenti assoggettati al pagamento dell’IRPEF o dell’IRES. In tal caso, sarà possibile recuperare il 50% del costo dell’apparecchio e dell’installazione, grazie a una detrazione a scalare che si effettua all’atto della dichiarazione dei redditi. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, alla voce "detrazione riqualificazione energetica" trovate tutte le informazioni utili.

Quali sono i costi di installazione?

Vediamo ora, qual è il costo d’installazione di un condizionatore.

Ovviamente, per ciò che riguarda i condizionatori mobili, dotati di comode ruote per essere trasportati da un ambiente all’altro, non ci sono grandi costi di installazione. Al massimo, se si vuole fare un buon lavoro, si deve considerare la spesa per effettuare un foro adeguato alle finestre degli ambienti in cui può essere trasportato, per far si che il tubo che espelle l’aria calda, possa essere fermamente attaccato al vetro, evitando così, di metterlo semplicemente fuori dalla finestra, ma dovendola per forza tenere aperta, almeno quel tanto che serve per far uscire il tubo.

Altrimenti, se volete ottenere un buon lavoro, contattate un vetraio: con poche decine di euro, effettuerà il taglio alla finestra a regola d’arte.

ATTENZIONE: se in casa avete finestre con i doppi vetri, non potrete far effettuare il taglio circolare per far passare il tubo. Sarà quindi necessario cambiare il vetro, oppure, decidere di far fuoriuscire il tubo dalla finestra o meglio, sul balcone.

Diverso è il discorso, quando si decide di acquistare un modello di condizionatore a muro, a cassetta oppure a consolle.

In tal caso, a parte il costo dell’apparecchio, è necessario mettere in conto anche il costo per l’installazione. In alcuni casi, il rivenditore può proporre – a pagamento – l’installazione dello split. Oppure, ma solo nel caso dei modelli professionali e performanti, potrebbe considerare il costo dell’installazione del condizionatore nel prezzo finale del condizionatore.

Mediamente, il costo per installare un condizionatore fisso, si aggira sui 250 euro, media nazionale.

A chi affidarsi per l'installazione?

Certamente a un installatore esperto e certificato. Se avete acquistato un modello di condizionatore a parete di costo medio/alto, la via migliore per installarlo è quella di rivolgervi a un installatore esperto, a meno che non lo siate voi stessi…

Per trovare un installatore di condizionatori d’aria, potete chiedere a chi vi ha venduto l’apparecchio – spesso sono in contatto con installatori e centri di assistenza – oppure, trovarne uno, anche cercando su Internet o chiedendo consiglio ad amici e parenti.

Quali sono i costi medi operativi di un condizionatore fisso di media potenza?

Una volta fatto installare il condizionatore, ci sono da mettere in conto i costi medi operativi. Essi sono determinati dalla spesa energetica, che pesa sulla bolletta dell’energia elettrica. E’ necessario sapere che, un condizionatore consuma elettricità fondamentalmente in base alla classe energetica. I modelli di nuova generazione, sono realizzati in maniera da impattare meno sui costi e anche sulla produzione di C02.

Di seguito, una tabella che fa comprendere il consumo medio annuo, a seconda della classe di efficienza: (il codice SEER, determina il consumo energetico stagionale)

SEER Classe di efficienza Consumo kWh/anno

  • 8,5 A+++ 160
  • 5 B 260
  • 3 F 430

Quali sono i costi medi operativi di un condizionatore mobile di media potenza?

La stessa tabella riportata sopra, può essere applicata ai modelli di condizionatore mobile. Attenzione però: non bisogna dimenticare che, per ottenere la massima efficienza, sia per ciò che riguarda i condizionatori mobili che fissi, è necessario osservare alcune regole fondamentali. Ricordate di tenere chiuse le finestre e le porte dell’ambiente in cui si aziona il condizionatore. Pulire frequentemente i filtri. Una volta l’anno, far fare un check up del condizionatore, per verificare che operi in maniera ottimale.

Conclusioni

In conclusione, come avete letto, anche grazie agli incentivi fiscali e in vista di un’Estate che si preannuncia davvero infernale, mettete in cantiere l’acquisto e l’installazione di un condizionatore. Mobile o a parete, ma che vi faccia passare bene il periodo più caldo dell’anno.