Psoriasi del cuoio capelluto

La psoriasi del cuoio capelluto è un’infiammazione cronica caratterizzata da un andamento ciclico, ossia, alterna fasi di regressione a repentini e violenti episodi di riacutizzazione. Alla base di questa patologia infiammatoria c'è una predisposizione genetica che, al verificarsi di determinati eventi scatenanti come ad esempio stress, punture di insetti, infezioni, farmaci, abuso di alcol, nicotina, genera un malfunzionamento del sistema immunitario il quale attacca le cellule sane e provoca infiammazione della cute e la proliferazione esagerata delle cellule e la malattia si palesa. Vediamo ora più nel dettaglio di cosa si tratta.

Psoriasi del cuoio capelluto: come riconoscerla

La psoriasi del cuoio capelluto provoca la formazione sulla testa di chiazze rosse di diversa misura, queste possono essere asintomatiche o provocare un lieve prurito e spesso sono accompagnate da una graduale desquamazione della pelle con conseguente presenza di scaglie grigie-biancastre sulla testa. Spesso questa condizione indebolisce la struttura del capello provocandone la caduta e, molto frequentemente, è accompagnata da una sgradevole sensazione di bruciore, abrasioni della cute e sanguinamenti. Il cuoio capelluto, infine, appare disidratato e arrossato.

Come distinguerla dalla forfora
Colpendo in particolar modo la testa e visti i sintomi associati a questa infiammazione, non di rado la desquamazione provocata dalla psoriasi del cuoio capelluto è confusa con la forfora. Attraverso l’osservazione della testa, tuttavia, dovrebbe essere piuttosto semplice distinguere le due patologie. La desquamazione cutanea provocata dalla psoriasi, infatti, produce scaglie molto più grandi rispetto a quelle causate della forfora. Spesso si staccano autonomamente dal cuoio capelluto scoprendo un’area di pelle che appare molto arrossata e si caratterizzano per una colorazione tipica che va dal bianco all’argento. Se di hanno questi sintomi è molto probabile che si tratti di psoriasi del cuoio capelluto.

Come curare la psoriasi del cuoio capelluto

Le cure attualmente disponibili per combattere la psoriasi del cuoio capelluto non consentono di guarire totalmente dalla malattia ma permettono comunque di tenerne sotto controllo la fastidiosa sintomatologia. Di seguito ti elencheremo i principali rimedi farmaceutici presenti sul mercato. Rivolgiti ad un dermatologo per richiedere la prescrizione di una terapia idonea al trattamento del tuo specifico problema.

Prodotti corticosteroidi
Per combattere la psoriasi del cuoio capelluto, il medico potrebbe prescrivere l’utilizzo di prodotti corticosteroidi. Questi rimedi farmaceutici svolgono una potente azione antinfiammatoria e, contrastando l’alterata produzione di cheratinociti, permettono di ridurre la desquamazione della pelle.

Creme e unguenti topici
Di solito, la questa patologia viene trattata con lozioni e creme topiche da applicare, la sera prima di andare a letto, direttamente sull’area interessata. Vista la particolare sede dell’infiammazione, inoltre, dopo il trattamento, la zona deve essere isolata mediante una protezione (va bene anche una semplice cuffia). Questo accorgimento, oltre ad aumentare l’efficacia della lozione, consentirà anche di mantenere pulite le lenzuola e i cuscini. Al mattino seguente il prodotto dovrà essere rimosso mediante uno shampoo.

Fototerapia
Nel trattamento della più comune forma di psoriasi (a placche), la fototerapia è una soluzione molto efficace. Nel caso della psoriasi del cuoio capelluto però, vista l’area del corpo interessata dall’infiammazione cutanea, questa terapia non risulta essere agevolmente praticabile.

Come favorire la regerssione

Per favorire la regressione del processo infiammatorio, oltre che a trattare la psoriasi del cuoio capelluto con rimedi farmaceutici, è bene modificare il proprio stile di vita, aumentando il movimento fisico, curando il proprio regime alimentare e curando i capelli con delicatezza. Ecco alcuni consigli per contrastare la patologia durante le fasi acute.

Impacco emolliente fai da te
Se vuoi alleviare il prurito e la secchezza cutanea provocata dalla psoriasi del cuoio capelluto, infine, prova a realizzare in casa un pratico impacco emolliente fai da te. È molto semplice da preparare ed è composto esclusivamente da ingredienti naturali. Ecco cosa ti serve:

  • 80 grammi di aloe vera in gel
  • 1 goccia di olio essenziale di tea tree oil.
  • 3 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 20 grammi di olio di jojoba

Riponi tutti gli ingredienti in un contenitore e mescola fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo. Applicalo in modo uniforme, preferibilmente dopo lo shampoo e massaggia delicatamente per favorirne la penetrazione in profondità. Lascia in posa l’impacco per circa 15 minuti e poi risciacqua per eliminare l’eccesso. L’impacco potrà essere ripetuto da due a 4 volte al mese e ti aiuterà ad alleviare il prurito e il bruciore provocati dall’infiammazione.

Ridurre lo stress
Lo stress è uno dei principali fattori scatenanti della psoriasi. È consigliabile quindi ridurre l’esposizione a situazioni stressanti, in particolar modo quando si sta attraversando un periodo di riacutizzazione della malattia.

Andare al mare
L’esposizione ai raggi ultravioletti favorisce la regressione delle placche della psoriasi del cuoio capelluto. Purtroppo la presenza dei capelli ne può ostacolare la penetrazione, contrastandone l’efficacia. Questo tuttavia non deve farti rinunciare ad una piacevole giornata al mare! Anche l’acqua salata ha un effetto benefico sulle chiazze, potrai quindi optare per un bel bagno rigenerante e curativo.

Acqua termale
Se il mare non è uno dei tuoi luoghi di svago preferiti, potrai optare per una rilassante giornata alle terme. Immergere la nuca nelle acque termali, infatti, produrrà i medesimi benefici del bagno al mare.

Consumare frutta e verdura di stagione
L’alimentazione dovrebbe essere sempre curata ma, a maggior ragione se si soffre di psoriasi del cuoio capelluto, è consigliabile evitare l’ingestione di cibi grassi e ricchi di conservanti. È meglio prediligere il consumo di abbondanti porzioni di frutta fresca e verdura, rigorosamente di stagione.

Attività fisica
Un po’ di sano movimento fisico contribuisce a ridurre lo stress e aiuta ad affrontare in modo positivo le situazioni avverse che, ogni giorno ciascuno di noi è chiamato a fronteggiare.

Detergere i capelli con uno shampoo specifico
Presso le farmacie più fornite, potrai trovare un’infinita gamma di shampoo appositamente formulati per il trattamento della psoriasi del cuoio capelluto. È consigliabile prediligere uno di questi per la detersione dei capelli ma, ogni caso, si sconsiglia l’utilizzo di prodotti detergenti aggressivi o eccessivamente profumati.

Curare i capelli con delicatezza
Evitare l’utilizzo di spazzole con setole dure, ridurre al minimo l’utilizzo del phon e astenersi dall’eseguire trattamenti capillari aggressivi. Questi semplici accorgimenti ti aiuteranno a contrastare l’indebolimento del bulbo capillare e a preservare la buona salute dei tuoi capelli.

Selezionati per te