Prestito vitalizio ipotecario

Chi si appresta a richiedere un prestito vitalizio ipotecario può avere qualche difficoltà nell’individuare le banche erogatrici di questo particolare strumento - prodotto finanziario. Il fine principale di questo articolo è quello fornire informazioni su alcuni istituti bancari che trattano questo particolare prodotto. Le informazioni fornite sono la sintesi delle singole offerte elencate, per i dettagli ti invitiamo a consultare i pdf delle rispettive offerte, trovi il link di rimando alla fine della singola offerta descritta. Buona consultazione!

Prestito vitalizio ipotecario: concetto generale

Questa formula di accesso al credito è rivolta a chi ha già superato i 60 anni. La sua utilità emerge quando si confrontano le comuni forme di accesso al credito per i privati, dove l’età di un richiedente (o garante) over 60 viene considerata condizione penalizzante. Questo prestito è proporzionale al valore di un’ipoteca di primo grado su un immobile di proprietà e viene solitamente estinto alla morte del richiedente (o del coniuge più longevo): l’estinzione è a carico degli eredi oppure in alternativa (qual'ora gli eredi non possano o non vogliano) tramite vendita dell’immobile da parte della banca erogatrice.

Offerte per prestito vitalizio ipotecario

Come anticipato nella introduzione, i successivi sotto-paragrafi riassumono le offerte dei principali istituti bancari presenti in tutto il territorio italiano (probabilmente uno di questi sarà presente anche nel tuo territorio) che trattano i prestiti vitalizi. Ti ricordo inoltre che per i dettagli di ogni singola offerta puoi consultare i documenti redatti ed aggiornati dagli stessi istituti di credito.

Offerta della banca Intesa Sanpaolo

La formula proposta da Intesa Sanpaolo prevede la possibilità di rimborso a tasso fisso e si chiama PerTe Prestito Vitalizio.

Importo massimo finanziabile: 400.000 euro. Si può calcolare l’importo erogabile ma la durata del prestito dipende dalla longevità del soggetto finanziato, dalla presenza di eredi e/o cointestatari e da altre condizioni di estinzione definite per legge. In caso di mancato rimborso integrale al termine del finanziamento, la banca vende l’immobile ipotecato al valore di mercato. L’importo erogabile dipende da età del richiedente e valore dell’immobile ipotecato. Ecco alcuni esempi:

  • 1. età richiedente di 60 anni compiuti: può essere erogato un massimo del 24% del valore dell’immobile;
  • 2° caso - età di 75 anni compiuti: può essere erogato un massimo del 44% del valore dell’immobile;
  • 3° caso - età di 90 anni compiuti: può essere erogato un massimo del 60% del valore dell’immobile;

TAEG: nella versione con rimborso del capitale e degli interessi a scadenza, il TAEG è del 4,037%; nella versione con rimborso mensile degli interessi e rimborso del capitale a scadenza, il TAEG è del 4,125% (aggiornato al 4 ottobre 2017, per conoscere l’ultimo valore consultare il Foglio Informativo in filiale)

Dettaglio delle condizioni economiche: gli importi erogabili dipendono dalle variabili elencate prima, ma restano compresi fra 30.000 e 400.000 euro.

Per maggiori informazioni consulta il pdf redatto da Intesa Sanpaolo

Offerta della banca UniCredit

La formula proposta da UniCredit può essere rimborsata anticipatamente con rate a tasso fisso o variabile e si chiama Valore Casa.

Importo massimo finanziabile: L'importo minimo finanziabile è 30.000 euro, mentre l'importo massimo dipende diversi fattori.

Con tasso fisso e capitalizzazione annuale degli interessi si va dal 15% del valore dell’immobile ad un massimo del 50%;

Con tasso variabile e pagamento mensile degli interessi, si va dal 30% al 50%, ad esempio:

  • 1. età 65-68 anni: 30%;
  • 2. età 73-77 anni: 40%;
  • 3. età 82-85 anni: 50%.

TAEG: per l’opzione a tasso fisso è del 4,65%, mentre a tasso variabile è del 4,31% (dati aggiornati al 4 ottobre 2017).

Dettaglio delle condizioni economiche: oltre alle condizioni sopra elencate, esistono spese altre, ulteriori rispetto al calcolo del TAEG, che consistono nella perizia (euro 211,06), adempimenti notarili, spese di assicurazione dell’immobile, l’imposta sostitutiva e le tasse ipotecarie. L’estinzione anticipata prevede il rimborso completo delle quote di interessi e capitale e determina la chiusura immediata del rapporto con la banca.

Per maggiori informazioni consulta il pdf redatto da Unicredit banca

Offerta della Deutsche Bank

Il prodotto proposto da Deutsche Bank si chiama PatrimonioCasa. Non prevede un rimborso rateale ma l’estinzione in un’unica soluzione alla scadenza del finanziamento o l’estinzione anticipata (non prima che siano trascorsi 18 mesi e 2 giorni dall’erogazione del prestito).

Importo massimo finanziabile: 700.000 euro. Si parte da un importo minimo di 80.000 euro, calcolato a seconda dell’età del richiedente, del sesso, e del fatto che il richiedente sia un singolo o una coppia. Secondo lo schema di calcolo di Deutsche Bank, il richiedente maschio singolo ha accesso ad una percentuale più alta, seguito dalla femmina singola e poi dalla coppia. Ecco alcuni esempi:

  1. età richiedente (richiedente singolo o coniuge più giovane): 65 anni - maschio: 20% - femmina: 15,30% - coppia: 14%
  2. età: 80 anni: maschio: 40% - femmina: 35,50% - coppia: 34,20%
  3. età: 95 anni: maschio: 52% - femmina: 46% - coppia: 45%

TAEG: 8,689% (TAEG esemplificativo su un prestito di 150.000 euro e durata di 10 anni, con richiedente di 79 anni e restituzione da parte degli eredi).

Dettaglio delle condizioni economiche: oltre alle condizioni sopra descritte, dall’importo erogato vengono trattenute le spese di istruttoria, perizia, polizza incendio e terremoto. In caso di estinzione anticipata vi è una commissione variabile, proporzionale alla differenza fra il tasso di riferimento a inizio prestito e quello al momento dell’estinzione.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando il pdf redatto da Deutsche Bank

Offerta della banca MPS

L’offerta di MPS si chiama Prestito Vitalizio Ipotecario PrestiSenior. Ha duplice modalità di erogazione (soluzione o tranche annuali) e duplice modalità di rimborso (con capitalizzazione annuale di spese e interessi o con pagamento annuo di spese e interessi).

Importo massimo finanziabile: 250.000 euro in un’unica soluzione, o 2.400 euro per un massimo di 20 erogazioni annue. L’importo è proporzionale al valore dell’immobile e dipende da età stato civile del contraente. Ecco alcuni esempi:

  1. età: 60 anni: singoli: 16,3% - coppie: 15,3%
  2. età: 75 anni: singoli: 30,5% - coppie: 28,8%
  3. età: 90 anni: singoli: 50% - coppie: 49%

TAEG: dipende da diversi fattori e può essere calcolato solo al momento del preventivo. Ad un richiedente di 70 anni per un importo di 100.000 euro verrà applicato un TAEG del 6,07%

Dettaglio delle condizioni economiche: la durata è pari alla vita del contraente e l’importo erogato può essere rimborsato anticipatamente e senza penali. Non è previsto un piano di ammortamento, tuttavia si possono pagare annualmente spese e interessi. Le spese extra comprendono istruttoria (1,3% dell’importo erogato), gestione pratica (45 euro all’anno) e incasso rata (2,5 euro, solo per l’opzione con pagamento interessi e spese).

Conclusioni

Il prestito vitalizio ipotecario è una possibilità di finanaziamento molto particolare e generalmente poco praticata in Italia.

Ulteriori informazioni sono disponibili consultando il pdf redatto da Banca MPS