prestito bancoposta ristrutturazione casa

Hai deciso di ristrutturare casa ed hai bisogno di un finanziamento ad hoc per finanziare i lavori? Cosa ne dici di dare un'occhiata al Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa? Le opinioni degli utenti che lo hanno utilizzato sono positive, vale dunque la pena di approfondire e vedere quali sono le caratteristiche salienti ed requisiti richiesti per avere accesso a questo prestito personale.

Prima di iniziare con la lettura dell'articolo, voglio però avvisarti che l'importo massimo richiedibile è paria a 60.000€, quindi, se hai bisogno di più denaro per le opere di ristrutturazione, meglio passare ad altre offerte, magari più che un prestito ti serve un mutuo per ristrutturazione casa in quanto gli stessi offrono importi superiori e scadenze più lunghe. Di contro però sappi che a differenza di un prestito, il mutuo chirografario usa come prima garanzia l'immobile oggetto della ristrutturazione.

Fatte le dovute premesse, cosa ne dici di iniziare con la lettura delle caratteristiche del prestito e poi concludere con le opinioni, le considerazioni del caso? Bene, procediamo!

Caratteristiche del Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa

Il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa è un prestito personale di Poste Italiane che può essere sottoscritto dai suoi clienti che hanno un conto BancoPosta o un Libretto Ordinario Nominativo.

Le caratteristiche generali del prestito prevedono:

  • Importi richiedibili: da 10 mila sino a 60 mila euro
  • Durata del finanziamento: 120 mesi
  • Modalità di rimborso: rate mensili
  • Assicurazione: facoltativa

Il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa permette a tutti coloro che vogliono rinnovare la propria abitazione di fare acquisti come: una cucina nuova, rinnovare gli spazi esterni, fare dei lavori all'interno o all'esterno della propria casa.

Questo prodotto è pensato anche per l'acquisto di grandi elettrodomestici, pannelli fotovoltaici e solari e per tutte quelle opere che possono migliorare l'efficienza energetica dell'immobile, o aumentarne il valore.

Come previsto dalla Legge di Stabilità 2018, chi esegue questi lavori può accedere a diverse agevolazioni che permettono di ottenere un rimborso Irpef sul 50% dell'importo speso. In questo modo, l'incidenza del prestito sul reddito è minore rispetto ai prodotti finanziari tradizionali.

Chi può richiederlo e come

Questo prodotto può essere richiesto solo da coloro che presentano determinati requisiti delineati dal gruppo. Quindi i requisiti richiesti dal prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa sono:

  • Contratto a tempo indeterminato per dipendenti pubblici e privati
  • Pensione con reddito prodotto in Italia
  • Reddito dimostrabile per i liberi professionisti e lavoratori autonomi
  • Non  avere segnalazioni come cattivi pagatori al Crif, e non avere protesti in corso
  • Non bisogna avere finanziamenti che sommati superino il 40% dello stipendio. In questo caso è possibile provare prima a richiedere un prestito consolidamento debiti, per abbassare l'incidenza della rata sullo stipendio.

Potrebbe interessarti anche: Come avere prestiti anche se si è considerati cattivi pagatori

come richiedere prestito bancoposta ristrutturazione casa

Il prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa non può essere richiesto online ma solo negli uffici postali. Chi lo desidera può prenotare telefonicamente o dal portale di Poste Italiane un appuntamento per definire giorno e orario.

Documenti richiesti

Per richiedere il finanziamento di Poste Italiane per la ristrutturazione degli immobili è necessario presentare agli uffici i seguenti documenti:

  • Tessera sanitaria
  • Documento di identità in corso di validità
  • Ultime due buste paga per i dipendenti pubblici o privati
  • Ultima certificazione Unica per i liberi professionisti e lavoratori autonomi
  • Documento di reddito per i pensionati
  • Preventivi o buoni d'ordine per le spese da sostenere per la ristrutturazione dell'immobile

Importo richiedibile

Gli importi richiedibili variano dai clienti BancoPosta ai titolari di un Libretto di Risparmio postale. I primi infatti possono ottenere da un minimo di 10 mila euro sino a una somma limite di 60 mila euro. Per i detentori del libretto nominativo si può richiedere dai diecimila euro sino a un massimo di 30 mila.

Calcolo della rata

I prestiti richiedibili sono agli uffici postali, come questo dedicato alla Ristrutturazione Casa non prevedono un tool per la simulazione e il calcolo della rata del finanziamento. Per ottenere un preventivo e conoscere i tassi di interesse applicati è necessario rivolgersi direttamente a Poste Italiane, chiedendo un appuntamento o recandosi agli uffici negli orari di apertura. 

Durata del finanziamento

Sia per i titolari del Conto BancoPosta sia per quelli del libretto Postale il tempo richiedibile per il rimborso del finanziamento va da tre anni sino a un massimo di dieci.

Assicurazione

La copertura assicurativa è facoltativa. Se lo si desidera aggiungendo una piccola somma mensile alla rata da corrispondere, il gruppo propone il prodotto Postaprotezione Prestito che assicura il finanziamento da alcuni imprevisti che possono verificarsi nel corso degli anni. 

Erogazione e Modalità di rimborso

Il finanziamento viene erogato in un'unica soluzione sul conto Banco Posta. I titolari del libretto di risparmio nominativo invece possono richiedere o l'accredito diretto su un conto corrente bancario esterno intestato al richiedente, oppure possono ritirare la somma in contanti se questa non supera i 10 mila euro.

Il rimborso per i titolari del conto Banco Posta avviene con domiciliazione diretta. Per i titolari del libretto è possibile scegliere tra l'addebito diretto su un conto corrente bancario esterno, oppure restituire il prestito con il pagamento di bollettini mensili.

Opinioni Prestito BancoPosta Ristrutturazione Casa

Le opinioni sul prodotto BancoPosta Ristrutturazione Casa sono principalmente positive. Chi ha sottoscritto questo prestito ha trovato agevole l'iter per la richiesta. Anche l'importo massimo richiedibile, pari a 60 mila euro, è stato giudicato in modo positivo, nonostante il fatto che per coloro che fanno domanda con il Libretto postale nominativo, questo si riduca del 50%. Infatti, chi ha solo il libretto può richiedere al massimo 30 mila euro.

I vantaggi apprezzati dagli utenti: tra i punti a favore di questo prestito c'è certamente l'iter di richiesta molto agevole che non prevede un'eccessiva documentazione. Un altro vantaggio è dato dalla possibilità di utilizzare il prestito per diversi progetti di ristrutturazione, infatti si può impiegare la somma sia per i lavori di restauro, sia per l'acquisto di elettrodomestici che per migliorare le prestazioni energetiche. Infine, chi ha scelto di sottoscriverlo ha rilevato un ultimo punto positivo ossia il fatto di poter richiedere dopo i lavori, il bonus all'Agenzia delle Entrate.

A chi è consigliato: come ben s'intende dal nome, questo prestito è consigliato a tutti coloro che desiderano fare dei lavori di restauro all'interno della propria abitazione o appartamento. Il finanziamento è accessibile a tutti coloro che hanno un reddito dimostrabile, quindi è consigliato sia per i dipendenti sia per i lavoratori autonomi o liberi professionisti.

Interessi: un punto a sfavore è l'impossibilità di riuscire a fare una simulazione della rata e visualizzare i tassi di interesse. Dato che questo finanziamento è riservato ai clienti postali, chi lo ha sottoscritto però, ha denotato che i tassi proposti si presentano nella media, con quelli proposti da altri prodotti simili.

Considerazioni sul prodotto: in conclusione, il finanziamento destinato alla ristrutturazione della casa è un prodotto apprezzato da chi lo ha già sottoscritto. I punti a favore in definitiva sono: velocità e semplicità dell'iter di richiesta, documentazione esigua rispetto ad altri istituti bancari, tassi nella media, e la possibilità di ottenere un rimborso dall'Agenzia delle Entrate per i lavori di ristrutturazione, dopo aver speso l'importo finanziato.