Prato Zoysia

Le varietà di piante idonee a realizzare un prato verde e rigoglioso sono davvero molte e ognuna presenta delle specifiche caratteristiche. Tra le tipologie in commercio, una che sicuramente merita di essere approfondita per le sue qualità estetiche e di resistenza al calpestio è il prato genere Zoysia.

Le piante del genere Zoysia sono molto utilizzate in Asia, principalmente in paesi come il Giappone, la Cina e la Malesia, ma non solo, queste trovano un largo impiego anche nei paesi tropicali. La sua diffusione in queste località è dovuta alla resistenza al caldo, ma anche alla poca manutenzione di cui ha bisogno.

Segui la guida, per scoprire quali sono le principali caratteristiche, dove cresce meglio e tutte le qualità e gli usi di questo prato, per scoprire se questo genere è idoneo alle tue necessità.

Caratteristiche del Prato Zoysia

Il Prato Zoysia è conosciuto principalmente per la sua buona resistenza ai climi molto caldi, tipo quelli tropicali e alle temperature estive delle zone asiatiche o del sud del mediterraneo. La sua nota capacità di sopportare la calura, porta questo genere ad avere anche un difetto legato invece alle condizioni climatiche invernali. Infatti, ha una scarsa resistenza al freddo eccessivo e una ripresa vegetativa molto lenta.

Questa varietà di prato è molto apprezzata per la conformazione del suo fogliame e la resistenza al calpestio. Le foglie hanno una lamina di larghezza media e un portamento strisciante. La sua espansione avviene mediante rizomi o stoloni, in questo modo riesce a creare nel tempo un tappeto erboso molto denso e di alta qualità.

Coltivazione cura e riproduzione del prato Zoysia

Il prato genere Zoysia può essere coltivato mediante la semina che permette nel giro di un anno di ottenere un buon tappetto erboso, che non necessità di una grande manutenzione. Per favorire la crescita di questa varietà è necessario però fare molta attenzione ad attendere le giuste condizioni climatiche e impiegare una buona qualità di terreno.

Terreno
Si adatta ad ogni tipologia di terreno, l'importante è che questo sia ricco di sostanze organiche e si presenti ben drenato prima della semina.

Semina del Prato Zoysia
La semina dev'essere svolta nel periodo primaverile. Le condizioni migliori per ottenere una crescita rigogliosa prevedono una temperatura del terreno uguale o superiore ai 20 gradi. Quindi prima di procedere a seminare, si consiglia di misurare il calore della terra con un termometro graduato per terrario.

Fabbisogno di acqua e innaffiatura del Prato Zoysia
Tollera bene i climi umidi, afosi o siccitosi e non necessità di eccessive innaffiature. L'importante è controllare che il terreno si mantenga sempre ben drenato ma non bagnato eccessivamente. Troppa acqua potrebbe danneggiare la crescita della pianta.

Concimazione Prato Zoysia
Per fornire tutti i nutrienti necessari alla pianta si consigliano almeno tre concimazioni durante l'anno: in primavera, durante l'estate e a metà autunno. I concimi migliori da utilizzare sono quelli ricchi di fosforo.

Propagazione

La propagazione avviene principalmente per via vegetativa. Quindi attraverso l'impiego dei rizomi e stoloni che si formano al di sotto della pianta. Per favorire la moltiplicazione, questi devono essere prelevati e poi sotterrati in nuovi appezzamenti di terreno dopo di ché vanno rullati, concimati con prodotti a base di fosforo e leggermente innaffiati.

Si sconsiglia però di prelevare i rizomi e gli stoloni dal proprio giardino, perché se ne rovinerebbe l'aspetto estetico. Questi si possono invece acquistare già pronti per la propagazione vegetativa nei vivai che trattano il genere.

Uso

Il prato Zoysia è impiegato principalmente per la realizzazione di campi da gioco come quelli per il golf o per l'equitazione. La sua resistenza ai tagli molto bassi (sino a 1,5 cm) e al calpestio, lo rende idoneo anche alla creazione di giardini ornamentali a bassa manutenzione.

Malattie

Il prato genere Zoysia è molto resistente sia alle malattie fungine sia al caldo e alla siccità. Soffre l'eccessivo innaffiamento che potrebbe portare la pianta a non crescere bene e le foglie a ingiallirsi precocemente.

Articoli correlati