Prato Poa Pratensis

Esistono innumerevoli varietà di piante che permettono di realizzare un bel tappeto erboso a scopo ornamentale, oppure per la realizzazione di campi gioco, giardini per i bambini, o prati per i bordi piscina. La scelta può essere davvero difficile, specie se non si ha molta esperienza nel campo. Tra le 200 specie in commercio al momento una scelta valida per ottenere un buon prato erboso è il Genere Poa Pratensis.

Il prato Poa è molto utilizzato, in quanto questo offre sia la possibilità di ottenere un buon tappeto erboso fitto e rigoglioso sia per la scarsa manutenzione di cui ha bisogno, rispetto ad altri generi ad uso ornamentale. Ma vediamo quali sono le caratteristiche di questo prato, il terreno migliore, le varietà e il suo comportamento una volta piantato.

Caratteristiche del Prato Poa Pratensis

Il prato Poa Pratensis prevede un apparato radicale abbastanza profondo. Questo è dovuto all'emissione abbondante di germogli. La Poa Pratense è una delle più utilizzate per la realizzazione dei campi erbosi, questa è dotata di un'ottima densità, persistenza e resistenza. Queste piante crescono bene sia in aeree fredde sia in quelle calde e secche. La lamina fogliare di questo genere è di media lunghezza, con nervature nella zona superiore e membranosa.

Le sue caratteristiche principali prevedono:

  • Buona resistenza e robustezza al calpestamento
  • Adattamento a diverse tipologie di terreno
  • Non richiede un'eccessiva manutenzione
  • Sopporta bene i tagli bassi sino a 2 centimetri
  • Ha bisogno di apporti idrici abbondanti e regolari
  • Preferisce i luoghi soleggiati e rifugge le zone ombrose.

Varietà principali

Il Genere Poa Pratensis presenta innumerevoli varietà, tra le più utilizzate ci sono:

  • Adelphi
  • Pratense
  • Cynthia
  • Baron
  • Fylking
  • Hunstville
  • Geronimo
  • Merion
  • Parade
  • Sobra

La gestione

Il prato Poa Pratensis grazie alle sue caratteristiche come la robustezza, finezza e fittezza nella crescita, questa presenta un ottima resistenza agli stress e alle ambientazioni geografiche di vario genere.

Sopporta varie tipologie di terreno, tra quelli migliori però ci sono quelli granulosi e che presentano una combinazione tra argilla, sabbia e limo. Quindi il terreno dovrebbe essere di tipo sabbioso, deve contenere una buona dose silicea. La sabbia impiegata nel terreno permette un buon drenaggio ed evita eventuali ristagni idrici.

La granulometria dev'essere uniforme e la maggior parte dei granuli deve avere un diametro massimo di 1 millimetro. Il prato Poa Pratensis presenta dei tempi di germinazione che vanno dai 15 sino ai 20 giorni, in base all'irrigazione e alle condizioni climatiche. In ogni caso, per migliorare la crescita e velocizzarla si consiglia di utilizzare un concime per prati.

Il momento della semina vanno solitamente da metà aprile sino a meta giugno. Nel caso in cui si mescoli il Prato Poa con semi provenienti da altre varietà di gramigne, la semina può essere effettuata sino a metà agosto. In ogni caso, non bisogna superare Agosto, perché queste specie di piante hanno la necessità di rinforzare le radici prima che arrivi il freddo.

Usi

L'impiego del genere Poa Pratensis è consigliato principalmente per i prati ornamentali ad alto sfruttamento, oppure è possibile usarlo per la realizzazione di prati rustici.

Malattie

Il prato genere Poa Pratensis è molto resistente, ma come altre graminacee anche questo soffre molto per il ristagno radicale, se l'irrigazione non avviene in modo corretto, e il terreno non presenta una buona percentuale sabbiosa. Altre malattie, dovute ad un'eccessiva umidità sono quelle crittogamiche, ossia causate da alcune specie fungine.

Articoli correlati