Prato Festuca

Il prato del giardino che sia ornamentale o fatto crescere per far giocare i bambini, o come dehor da adornare con un gazebo dev'essere sempre bello e ben curato. Per ottenere un bel prato solitamente alcune specie di piante hanno bisogno di innumerevoli riguardi. Sono in molti dunque a scegliere qualità che invece possano fornire un buon effetto erboso, ma con costi di manutenzione meno persistenti.

Inoltre, in molti scelgono un prato che si ammali il meno possibile, e che non cresca eccessivamente. Queste caratteristiche sono spesso riscontrate nel Prato genere Festuca. Esistono però diverse specie, tra le più impiegate per il prato ornamentale c'è la Festuca Arundinacea. Ma vediamo insieme quali sono le caratteristiche delle diverse specie contemplate.

Varietà del Prato genere Festuca

immagine prato festuca

Le varietà di questa pianta sono un centinaio, tra le principali però troviamo:

  • Festuca Arundinacea
  • Festuca Rubra Rubra
  • Festuca Rubra Commutata
  • Festuca Ovina Duriuscula
  • Festuca Rubra Tricophylla

Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche in base alle varietà proposte.

Festuca Arundinacea: caratteristiche

L'Arundinacea è una specie rustica che tollera bene il freddo, la pioggia e presenta anche un'elevata resistenza a parassiti e malattie. Inoltre, si contraddistingue per la sua lunga durata sé curata in modo adeguato. L'unico difetto di questa pianta è la sua crescita irregolare, per questo motivo spesso si consiglia la semina in miscuglio.

La crescita di questa varietà prevede lamine fogliari appiattite, larghe e dotate di una buona robustezza. Il prato che si va a creare con la sua semina è a tessitura media e leggermente rustico. Non sopporta bene i tagli troppo basti, e produce alla base dei cespi abbastanza grandi. Date le sue caratteristiche questa si adatta bene a diverse tipologie di terreno e sopporta il frequente calpestio.

Si consiglia l'uso di questa qualità per i prati ornamentali in forma estensiva, in quanto ha una crescita molto veloce e offre una buona copertura in brevi periodi. Questo genere di pianta riesce inoltre a proteggere il terreno dall'insorgere di piante infestanti e da possibili erosioni. Per ottenere un risultato più omogeneo si consiglia di miscelare la semina con altre varietà, le più indicate sono la Lolium e la Poa. Infine, non esige innaffiature frequenti ed è di semplice manutenzione.

Festuca Rubra Rubra

La Festuca Rubra Rubra tollera bene sia il freddo sia la siccità. La pianta presenta una crescita molto rapida ed ha un comportamento strisciante ed è caratterizzata dalla creazione di piccoli ciuffi l'uno a fianco all'altro. La lamina fogliare è filiforme e sottile, le nervature sono molto accentuate mentre il margine è liscio. Il terreno migliore per la sua semina è mediamente fertile, di tipo sciolto e con una buona dose di sostanze organiche, e dev'essere ben drenato.

La gestione di questa varietà è molto semplice, in quanto non ha bisogno di molta acqua o di frequenti concimazioni. Grazie alla sua fittezza, solitamente questa viene impiegata per i campi sportivi o per quelli ornamentali molto calpestati.

I suoi difetti principali sono un aspetto poco brillante, e una vulnerabilità agli attacchi fungini se il terreno risulta essere troppo umido.

Festuca Rubra Commutata

La Festuca Rubra Commutata tollera bene l'ombra e anche i climi caldi e siccitosi. La specie si presenta con una fogliame molto sottile e coriaceo. Cresce rapidamente e forma diversi fusti che la rendono ideale per la creazione di prati ornamentali. Anche se resistente non ama molto le variazioni repentine di temperatura, per questo motivo è meglio coltivarla in zone miti. Il terreno migliore per la sua coltivazione è ben drenato e ricco di sostanze organiche.

La pianta una volta cresciuta sopporta bene anche i tagli più bassi, questi però devono essere di al massimo tre centimetri. La densità del prato erboso che crea questa varietà la rende ideale per i prati ornamentali molto sfruttati.

L'unico difetto rintracciabile è dovuto alla sua sensibilità alle malattie fungine, dovute solitamente ad un'eccessiva umidità del terreno. La gestione del prato con questa qualità è comunque molto semplice in quanto, come le altre non prevede un eccessiva irrigazione o concimazione.

Festuca Ovina Duriuscula

Questa specie tollera bene le zone ombreggiate e riesce a sopportare anche eventuali ristagni idrici. La pianta prevede una germinazione e crescita lenta, ma una volta cresciuta offre un prato erboso molto fitto.

L'Ovina Duriuscula presenta un esteso apparato di radici, le lamine fogliari invece sono ampie e permettono la formazione di numerosi culmi. Il prato che si realizza con questa varietà è a grana grossolana. Richiede poca manutenzione, irrigazioni saltuarie e concimazioni poco frequenti. La pianta è utilizzata principalmente per le scarpate delle piste da sci, e per i prati rustici ornamentali.

Festuca Rubra Tricophylla

Infine, troviamo la Festuca Rubra Tricophylla, questa varietà forma dei tappeti erbosi molto resistenti al calpestio e anche una buona presenza estetica, per questo motivo è molto adatta ai prati ornamentali. Le caratteristiche fogliari sono molto simili a quelle della Rubra Rubra dalla quale si differenzia solo per i rizomi più raccorciati. Inoltre, questa presenta una crescita più lenta rispetto all'altra qualità, anche se il risultato finale è un prato molto folto. Non presenta particolari necessità ne in tema di concimazioni né di irrigazioni.

Articoli correlati