Donna sdraiata sul divano con piedi gonfi

La sensazione di affaticamento e il visibile gonfiore dei piedi può comportare difficoltà a camminare o ad indossare le scarpe. Le cause e i sintomi che portano ai piedi gonfi però sono molte e dipendono da diversi fattori. Qualunque sia la causa o il sintomo percepito, i piedi solitamente iniziano a gonfiarsi nel momento in cui c'è un accumulo di liquidi nella zona sottocutanea. Se il rigonfiamento è localizzato in una sola zona e si presenta solo su un piede è possibile invece che questo sia causato da una contusione o frattura.

Le cause più frequenti che portano i piedi ad essere doloranti e più grandi del solito, sono legate ad abitudini giornaliere come ad esempio: troppe ore in piedi, scarpe strette, il caldo eccessivo, alimenti ricchi di sale. I sintomi percepiti invece possono variare a seconda delle persone, anche se solitamente si nota una difficoltà a indossare le scarpe, oppure un formicolio o leggero dolore sulla pianta del piede.

Date le varie sintomatologie e casistiche che portano i piedi a gonfiarsi, in questa guida andremo a trattare nel dettaglio quali sono le principali, i possibili rimedi e le precauzioni che si possono prendere al fine di evitare che ciò avvenga di frequente.

Piedi gonfi: sintomi

Quando i piedi si dilatano è normale avvertire una sensazione di fastidio che colpisce sia la pianta sia il dorso. I sintomi però possono comunque essere soggettivi e cambiare anche a seconda della causa che ha portato i piedi a diventare più gonfi.

Nella maggior dei casi questo disagio si manifesta con una sensazione di formicolio, intorpidimento e difficoltà a camminare.

Generalizzando oltre a questi sintomi è possibile anche avere difficoltà a indossare le scarpe, avvertire una sensazione di stanchezza e affaticamento, un lieve dolore o scosse nella pianta, o difficoltà a muovere le dita.

Il gonfiore dei piedi in alcuni casi potrebbe essere accompagnato anche da altri sintomi come: febbre, difficoltà a respirare, tachicardia, eccessiva sensazione di calore.

In ognuno di questi casi, si consiglia di chiedere esplicitamente un consiglio medico. Infatti, solo il dottore di base o uno specialista può fornire un parere specifico su quali sono i sintomi da tenere in considerazione e quali possono essere eventualmente le cause in base alla storia clinica del paziente.

Piedi gonfi: le cause comuni e patologiche

Le cause più frequenti che possono essere portare ad avere i piedi gonfi sono diverse, alcune derivano da malattie e specifiche patologie, altre invece sono semplicemente dovute all'ereditarietà, o ad abitudini come il tabagismo, a cause esterne come il caldo o a scarpe eccessivamente strette. Ribadendo che la causa specifica può essere rintracciata solo dal proprio medico curante, ecco un elenco di quali sono le più frequenti.

Cause comuni

  • Predisposizione genetica all'accumulo dei liquidi nella zona plantare
  • Troppe ore in piedi durante il giorno
  • Calzature strette o inadeguate
  • Troppe ore con i tacchi alti che costringono il piede in una posizione non adeguata
  • Caldo eccessivo
  • Tabagismo
  • Assunzione eccessiva di alcool
  • Assunzione di alcuni medicinali che causano ritenzione idrica
  • Dieta troppo ricca di sale
  • Alimentazione sbagliata e cattiva idratazione
  • Eccessiva Sedentarietà

Cause conseguenti a specifiche malattie o alla gravidanza

  • Cattiva circolazione del sangue
  • Ipertensione
  • Problemi al sistema linfatico
  • Insufficienza venosa
  • Insufficienza e scompenso cardiaco
  • Insufficienza cronica
  • Principio di Trombosi
  • Malattie epatiche
  • Diabete di tipo I o II
  • Patologie legate ai reni o al fegato
  • Malattie cardiache
  • Scarsa attività renale
  • Mestruazioni
  • Gravidanza
  • Malattie legate agli ormoni femminili che causano vasodilatazione

Infine, ci sono le cause dovute a colpi improvvisi, incidenti o momentanei problemi scheletrici e muscolari, tra queste ci sono: la tendinite, infiammazione o distorsione della caviglia, rottura delle ossa dei piedi o delle falangi. Solitamente in questi casi, il gonfiore si concentra in una sola zona e si nota anche la formazione di un edema sulla pelle, o di eccessivo rossore.

Piedi gonfi rimedi

Quando i piedi gonfi e doloranti in conseguenza a problemi legati a traumi, patologie, disturbi specifici e malattie il rimedio può essere dato solo dal medico curante, dopo un'attenta diagnosi. Sarà lo specialista o il dottore di base infatti a intervenire con la terapia più adatta in base al caso specifico.

Per le cause comuni, ossia quelle che sovvengono quando si sta troppe ore in piedi, si indossano scarpe strette, oppure per il caldo estivo, o nel caso in cui questo problema derivi dall'ereditarietà.

Ecco cosa fare per ridurre il gonfiore ai piedi:

  • Allungare le gambe e poi appoggiarle sul muro in posizione verticale per migliorare la circolazione
  • Indossare delle scarpe comode e meno opprimenti
  • Cercare di smettere di fumare
  • Consumare alimenti con poco o senza sale
  • Fare una camminata per eliminare l'accumulo di liquidi nel piede
  • Scegliere di sedersi ogni tanto e distendere le gambe se si passano troppe ore in piedi
  • Se si fa una vita sedentaria alzarsi ogni tanto e fare una lieve camminata per evitare formicolii e fastidi
  • Eseguire un pediluvio prima di andare a dormire. Sale o bicarbonato in una bacinella di acqua fredda riescono a ridurre il gonfiore, donano sollievo e aiutano a contrastare l'accumulo di liquidi.

Come prevenire

Se cause e sintomi dei piedi gonfi non risultano essere dovuti a problemi di natura patologica, ma a problemi legati alle abitudini quotidiane, al lavoro o all'alimentazione, è possibile provare a prevenire questo problema con alcune attenzioni, come:

  • Seguire una dieta più sana ed equilibrata
  • Consumare frutta e verdura per eliminare i problemi di ritenzione idrica
  • In caso di sovrappeso o obesità chiedere un parere medico per seguire una dieta mirata
  • Comprare sempre scarpe comode e che possano accogliere al meglio la pianta e il dorso del piede
  • Praticare attività fisica costante: camminare mezz'ora al giorno, correre, nuotare, fare fitness, Yoga ecc... permettono di migliorare la circolazione del sangue ed evitare che si accumulino liquidi in eccesso nei piedi.
  • Evitare i tacchi alti per periodi eccessivamente lunghi: camminare troppo tempo con tacchi che superano i 5 cm, o lavorare con le scarpe alte potrebbe comportare spesso gonfiore e fastidio.
  • Scegliere di indossare calzini di cotone che sono più traspiranti rispetto alle calze di nylon
  • Smettere di fumare
  • Consumare con attenzione gli alcolici
  • Bere almeno due litri di acqua al giorno

Questi sono solo consigli di abitudini che permettono di evitare i piedi i gonfi. In ogni caso, non vogliono sostituire un parere medico attento e mirato o un consiglio da parte di un professionista.

Articoli correlati