Pastore Australiano - Australian Shepherd

Il Pastore Australiano, conosciuto anche con il nome di Australian Shepherd, non è originario della terra dei canguri, come si potrebbe pensare dal nome. Si tratta infatti di una razza sviluppata negli Stati Uniti e il nome di australiano è stato dato per un'associazione con i cani da pastore arrivati negli Stati Uniti proprio dall'Australia intorno al 1800.

La selezione fisica e caratteriale ha fatto diventare l'Australian Shepherd un cane da lavoro intelligente, equilibrato e con innate attitudini alla guardia e alla condotta del gregge. Vediamo di conoscerlo meglio.

Le origini del Pastore Australiano

Australian Shepherd

Bandiera Americana

Nazionalità: Stati Uniti d'America

Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 Cani da pastore Sezione 1

Il pastore australiano è una razza pregiata e riconosciuta dalla FCI (Federazione Cinologica Internazionale). Trova le sue origini verso la fine dell'Ottocento, quando in America arrivarono i predecessori di quello che oggi è considerato il pastore basco o vasco, dalla cui zona di origine trae il nome: i Paesi Baschi appunto.
Questa razza canina fornì quindi il punto di partenza per lo sviluppo dell'Australian Shepherd e fu poi ulteriormente incrociata con altre, come ad esempio lo Smithfield, razza non riconosciuta, probabilmente introdotta in Australia durante il periodo coloniale.
Da questa teoria deriverebbe anche il nome Australian Shepherd, anche se a riguardo la dottrina cinofila non è ancora uniforme.
Grazie alla sua taglia media e all'innata capacità di condurre il bestiame, gli allevatori statunitensi iniziarono a selezionare questo cane fino a far diventare la razza molto famosa e riconosciuta negli Stati Uniti. Nonostante oggi il pastore australiano sia impegnato anche in altre attività, rimane il protagonista indiscusso per la conduzione delle greggi nei ranch.

Il carattere e le attitudini

pastore australiano che corre

Ma capiamo meglio il carattere del cane pastore australiano (chiamato anche Aussie) e perché è un cane così apprezzato in tutto il mondo.

Sveglio e attivo. E' un cane da lavoro per la guida e la guardia del gregge. Per questo motivo non si stanca facilmente ed è sempre attento a ciò che lo circonda.

Docile ed equilibrato. Questo cane è un compagno devoto, è buono e ha un'indole stabile che gli permette di andare d'accordo anche con altri cani, senza imporsi o essere sottomesso. Si affeziona alla famiglia e ai bambini che segue dappertutto e rispetta con amore e pazienza. E' vivace e socievole, ma solo con chi conosce. Viene chiamato anche il "cane che sorride" per la sua particolare espressione (quasi un tic) quando alza il labbro superiore e mostra i denti, senza ringhiare ovviamente!

Intelligente. Grazie alla sua intelligenza è facilmente addestrabile e molto motivato nel praticare le attività che gli vengono proposte.

Ama il padrone. L'Australian Shepherd ha un particolare attaccamento al padrone, che ama e segue come un importante punto di riferimento. E' sempre pronto a ricevere comandi e istruzioni, sente il bisogno di compagnia e di condividere tutto il tempo con il suo amico a 2 zampe.

Dinamico e sveglio. E' agile e veloce e pertanto può essere un cane sportivo, in particolare nello SheepDog, nel FlyBall, nell'Agility e nell'Obedience, ma anche come cane guida, cane da salvataggio e cane antidroga.

Aspetto e caratteristiche fisiche

pastore australiano con zampa sollevata

L'Australian Shepherd è un cane di taglia media, forte e resistente, con un bel portamento fiero e una buona muscolatura, ma non eccessiva. Le orecchie di questo cane sono di forma triangolare e aderenti. La testa è ben armoniosa e proporzionata con il corpo, il cranio si presenta cubico con la stessa lunghezza del muso.

Colore Pastore Australiano
Tra i colori dello standard di razza troviamo il nero, il marrone, il tricolor nero, il tricolor red e una combinazione di colori nel manto chiamata merle (blue merle e red merle).
Fra i colori non accettati per questa razza troviamo invece il giallo sabbia, il color ardesia (grigio con riflessi azzurri) e il lilac che fa parte della gamma del viola.

Precise regole ci sono anche per il bianco che può essere presente solo sul collo, sul petto, sulle zampe, sulla zona inferiore del muso e sulla testa, ma esteso per un'area massima di 10 cm.
Anche gli occhi devono obbligatoriamente essere contornati da colore.

Queste specifiche non vanno considerate solo da un punto di vista estetico: un Australian Shepherd con orecchie e occhi non circondati da pelo colorato potrebbe manifestare problemi alla funzionalità uditiva o mancanza della vista. Altra caratteristica, i merle invecchiando potrebbero diventare più scuri.

Pelo
A prescindere dal colore, il pelo del pastore australiano ha sempre una tessitura media e una combinazione di dritto e ondulato. Resiste bene alle intemperie. Sulla testa, le orecchie, la parte anteriore delle zampe e sotto i garretti il pelo è corto e liscio. Il sottopelo è previsto dallo standard di razza, ma la quantità varia in base al clima dove vive e alla stagione. Gli arti presentano culottes di pelo frangiato.

Occhi
Il colore degli occhi del pastore australiano conquista con le sue sfumature. Può essere marrone, blu, ambrato oppure un mix dei colori indicati. Gli occhi possono essere punteggiati e marmorizzati. L'eterocromia, cioè le iridi di due differenti colori, è considerata molto comune nei merle.

Taglia
Le misure preferite vanno da 51 a 58 cm di altezza al garrese per il maschio, mentre da 46 a 53 cm per la femmina.

Peso
Il peso non è indicato dallo standard di razza. In ogni caso, indicativamente il maschio può arrivare a pesare fino a 32 kg, mentre la femmina fino a 25 kg.

Vita, salute, alimentazione, consigli

E veniamo ad alcuni aspetti molto importanti da conoscere quando si decide di accogliere nella nostra famiglia un cane pastore australiano.

Dove vive meglio
Questo cane si adatta sia alla vita urbana che alla fattoria, l'importante è sempre garantirgli movimento e presenza costante del padrone.

Alimentazione
Che si scelga un'alimentazione di tipo industriale oppure casalinga, questa razza di cane va sempre nutrita con alimenti di alta qualità, rispettando il tipo di attività e gli stadi di crescita dell'animale.

Longevità
Il pastore australiano ha una vita media intorno ai 13-15 anni.

Salute
L'Australian Sheperd ha un corredo genetico complesso e la tendenza a soffrire di malattie ereditarie come ad esempio la displasia dell’anca e del gomito. Frequenti sono anche i problemi di sordità e di oculopatia, come la cataratta. Questa patologia porta ad una opacità del cristallino, con conseguente perdita della vista. Passati i 3 anni di età questo cane potrebbe soffrire di epilessia.

Molti Australian Sheperd sono sensibili ai principi attivi di alcuni medicinali, a causa di una anomalia genetica chiamata MDR1.

Consigli
Il pastore australiano è un cane resistente e sano, che non richiede particolari cure. Basta fare attenzione al mantello spazzolarlo di tanto in tanto. Fondamentale è assicurare a questo cane movimento regolare e controllare lo stato di salute generale, portandolo periodicamente dal veterinario soprattutto per verificare la presenza di parassiti, interni ed esterni.

Venendo all'educazione invece, i cuccioli di pastore australiano vanno educati fin da subito molto bene, per evitare che diventino dipendenti dal padrone e non lo lascino nemmeno un minuto! Bisogna comunque ricordare che l'Australian Shperd non è indipendente e non va lasciato da solo, a casa o in appartamento. Meglio quindi valutare bene se adottare questo cane se non si pensa di avere il tempo necessario a disposizione per seguirlo. Ha infatti bisogno di addestramento e socializzazione, ma anche del giusto mix di attività fisica e stimoli mentali, per assecondare la sua abilità nel risolvere problemi. Inoltre, l'educazione deve essere coerente e con limiti chiari, quindi potrebbe non essere il cane più adatto se si è alla prima esperienza.

Prezzo cuccioli Australian Shepherd

cuccioli di pastore australiano

Per quanto riguarda il prezzo medio dei cuccioli di Australian Shepherd questo può variare, in base alla genealogia, dai 400 euro ai 600-700 euro. Considerando che questa razza si sta diffondendo e piace sempre di più anche in Italia le quotazioni potrebbero variare in futuro.