Pannello solare termico

I pannelli solari termici sono una delle fonti di energia rinnovabile che più sta prendendo piede nelle nostre case.

Grazie agli incentivi statali, al risparmio sulla bolletta e alla nostra coscienza ecologica in crescita, siamo abituati a vederli comparire sempre più spesso suti tetti degli edifici.

Anche i prezzi pannelli solari nel corso del tempo sono diventati alla portate più tasche, e negli ultimi 10 anni il costo d’acquisto di un impianto è sceso del 70%.

Pannelli solari termici prezzi e detrazioni

I prezzi dei pannelli solari variano in base alla tecnologia con cui sono pensati e progettati: ci sono infatti modelli più semplici ed economici ed altri più complessi e costosi.

Il raggio è veramente molto ampio, e si parte dai 280 euro di un pannello solare termico piano ad alto rendimento di 1,60 x 1 metro, e sia arriva a kit completi con 3 pannelli solari e un serbatoio di 500 litri per prezzi intorno ai 3500 euro.

Ci sono, per i pannelli solari termici, prezzi determinati sia dalla quantità di acqua che devono riscaldare sia dalla superficie che vanno a occupare: è un’equazione matematica. Più grande è la casa o il luogo da fornire di acqua sanitaria, maggiore il serbatoio e la superficie di pannelli necessari, maggiore il costo.

Una buona notizia è che, contrariamente a quanto il Governo aveva pensato di fare, le detrazioni fiscali al 65% dedicate a chi decide di migliorare il consumo energetico della propria casa, continueranno fino al 31 dicembre 2014.

Abiti in un centro storico e non puoi installare impianti tradizionali per ottenere energia? Lo sapevi che in commercio si trovano soluzioni che possono risolvere il problema? Scopri adesso le tegole fotovoltaiche

Pannelli solari termici, cosa sono e come funzionano

I pannelli solari termici, come si diceva in precedenza, fanno sì parte del mondo delle rinnovabili, ma non devono essere confusi con i pannelli solari fotovoltaici. Mentre questi ultimi sono creati per la produzione di energia elettrica, i primi accumulano invece il calore del sole per scaldare l’acqua calda sanitaria, e solo in alcuni casi per generare calore o elettricità.

Il funzionamento è semplice: una serpentina dove corre un fluido scaldato dal pannello solare, viene messa a contatto con il serbatoio dell’acqua domestica, e gli cede il calore accumulato. L’acqua riscaldata viene utilizzata sia nei riscaldamenti degli ambienti che (soprattutto) come acqua calda sanitaria.

Esistono due tipologie di pannelli solari termici: quelli a circolazione naturale e quelli a circolazione forzata. I primi sono un monoblocco e non hanno né componenti elettrici né pompe di calore: sono un collettore sposto al solo sotto al quale si scalda l’acqua. Nei secondi invece c’è una pompa che spinge il liquido scaldato a circolare tra il pannello e l’accumulatore d’acqua.

Per avere l’acqua di un serbatoio alla giusta temperatura, sono necessarie circa 10 ore, ma il tempo varia in base a tanti fattori. Le condizioni metereologiche, l’esposizione , la stagione, vanno a incidere sulle tempistiche in questione.

Di notte poi bisogna usare l’acqua scaldata di giorno. La tecnologia si sta evolvendo, e ad esempio uno stretto parente del solare termico, e cioè il solare termodinamico, è in grado in far fronte a questi inconvenienti. Comunque per il momento è ancora il caso di accostare ai pannelli solari termici anche una caldaia tradizionale, da usare in caso di bisogno.

Leggi anche... Pannelli fotovoltaici - dimensioni - kwp - spazio necessario per autoproduzione

Pannelli solari termici fai da te

Per chi vuole cimentarsi nell’impresa, ci sono i pannelli solari termici fai da te, con la possibilità di installare da soli il proprio pannello solare.

Il sistema viene fornito con gli accessori premontati e di solito è abbastanza semplice.

Sicuramente si abbattono i costi di istallazione, e comunque la ditta che vende il kit è tenuta a inviare i tecnici che controlleranno che la posa dell’impianto sia a regola d’arte e poi lo collauderanno.

Insomma sono tanti i motivi per scegliere i pannelli solari termici: e voi che aspettate?