Miele di manuka

Il miele di Manuka non è solo uno dei più succulenti e dolci nettari dorati del mondo, ma è anche il più efficace ed innocuo prodotto naturale utile per curare infezioni e combattere virus e batteri. Questo miele ha proprietà antibiotiche, antimicotiche, antisettiche ed antinfiammatorie, inoltre arreca brandi benefici alla pelle ed ai tessuti danneggiati, feriti o ustionati. Come fa ad essere così speciale? E dove comprare miele di Manuka di qualità!?

Miele di Manuka proprietà distintive

Il miele di Manuka, come ogni altro prodotto delle api, ha un'intrinseca caratteristica antibatterica efficace soprattutto per la cura e la guarigione delle ferite. Difatti, ad ogni miele è riconosciuta la presenza di un enzima, la glucosio-ossidasi, che viene secreto dalle api; tale enzima introdotto nel corpo umano si trasforma in perossido d'ossigeno, ovvero acqua ossigenata, con elevata azione germicida.

Se la maggior parte dell'oro giallo liquido, com’è stato recentemente accertato da diverse ricerche mediche, ha la capacità di bloccare e risolvere prontamente le infezioni da ferita, velocizzare i processi di cicatrizzazione e promuovere la rigenerazione degli epiteli, sono state identificate nel neozelandese miele di Manuka proprietà incredibili anche per risolvere patologie di altro genere.

Il miele di Manuka, a differenza di ogni altro prodotto d'alveare, è portatore non solo dell'enzima glucosio-ossidasi, ma anche del metilgliossale, noto come MGO, in percentuali elevate. E' quest'ultimo l'artefice delle grandi qualità antibiotiche di questo miele, che non solo riesce ad abbattere virus e batteri comuni, ma anche nemici ormai da tempo resistenti agli antibiotici da banco.

Gli ultimi studi hanno confermato l'azione di blocco imposta da questo cavaliere giallo al super batterio MRSA, uno dei più temibili bacilli circolanti ancora sul pianeta. La somministrazione combinata di miele di Manuka e penicillina ha, infatti, funzionato contro il bacillo dello Staphilococcus Aureus, notoriamente resistente alla meticellina e spesso mortale. L'azione del nostro liquido giallo all'interno dell'organismo non ha fatto altro che creare una vera muraglia difensiva, impedendo l'accesso del batterio attraverso i tessuti.

Differenze dal miele comune

Il miele di Manuka, possedendo il metilgliossale oltre all'enzima glucosio-ossidasi, presenta significative differenze rispetto al comune miele acquistabile nei supermercati:

  • L'azione antibatterica aggiunta dall'MGO è efficace in caso di ferite bendate o all'interno dell'intestino crasso e tenue, dove in assenza d'ossigeno il solo enzima glucosio-ossidasi non riesce ad innescare la reazione necessaria a dar vita al perossido d'ossigeno (acqua ossigenata).
  • L'MGO si rivela essenziale per contrastare le patologie che si possono innescare nello stomaco, dove l'ambiente acido non consente al solo enzima glucosio-ossidasi di agire.
  • Il metilgliossale è imbattibile contro diversi enterococchi, l'Helicobacter Pylor e l'Escherichia Coli, che il solo perossido d'ossigeno non è in grado di contrastare.
  • Arresta il moltiplicarsi nell'organismo dello Staphilococcus Aureus, resistente agli antibiotici da banco
  • Una volta somministrato non si corre il rischio che si generino fenomeni di antibiotico resistenza

Effetti benefici

Dopo aver analizzato le proprietà principali miele di Manuka, non ci resta che presentare tutte le situazioni in cui può essere utilizzato, per porre rimedio a delle patologie o per coadiuvare la guarigione da gravi infezioni.

Solitamente, oltre al comune raffreddore, al mal di gola ed alla tosse che possono colpire durante l'autunno e l'inverno, trova utilizzo nella cura dell'apparato digerente, in caso di ferite ed ustioni, o in infezioni che colpiscono la pelle.

Apparato gastrointestinale e digerente

La maggior parte delle infezioni o dei bacilli che attaccano l'apparato digerente umano possono essere efficacemente fermate assumendolo regolarmente.

Stomaco: il miele di Manuka ha proprietà antibatteriche ed antisettiche indicate per bloccare ulcere, bruciori di stomaco, gastriti, reflussi ed indigestioni. Ciascuna di queste complicanze che si verificano nello stomaco, indigestioni a parte, possono interessare l'intero apparato o solo parte di esso, e si configurano come stati d'infiammazione più o meno avanzata che se non curata possono sfociare in complicanze anche molto gravi. Diversi studi, alcuni accreditati dalla comunità scientifica altri no, hanno dimostrato la reale potenzialità del nostro miele, sia dal punto di vista preventivo che curativo. In realtà, sono state proposte ricerche che ne sottolineano, nei medesimi casi, la pericolosità: pertanto il miglior consiglio è chiedere un parere medico per comprendere quale sia la miglior via, verso la guarigione, da seguire.

Intestino Crasso: l'ambiente acido di quest’apparato non ferma l'azione del cavaliere giallo che riesce a contrastare la presenza di candida ed altri parassiti, le coliti, la diarrea e la costipazione intestinale in genere. Come per i batteri che possono trovare un ambiente favorevole nello stomaco, i parassiti che spesso trovano un'oasi di pace nell'intestino, non possono essere raggiunti da antifungini topici: in questo caso l'antibiotico dorato è la soluzione più adatta per cercare di contrastare e sconfiggere i fastidiosi e indesiderati ospiti. Ovviamente, il "fai da te" quando si parla di salute non è mai il miglior metodo, quindi il suggerimento è di chiedere al medico se sia il caso di far ricorso alla medicina naturale o se invece non è il caso di attaccare il nemico con sostanze da banco, soprattutto quando i soggetti da curare sono bambini o donne in gravidanza, o peggio soggetti immunodepressi.

Intestino tenue: coadiuvante nella guarigione dell'ulcera duodenale. Stadio avanzato della gastrite, l'ulcera duodenale è una patologia molto pericolosa e, in assenza di studi medici accertati in materia, si consiglia di rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia per adottare una terapia d'urto, in cui questo nettare potrà fare da coadiuvante d'eccellenza.

Ferite ed ustioni

Il nostro oro dorato viene utilizzato come potente medicamento nella cura di ustioni e ferite, anche di grave entità o croniche; nel particolare la sua azione crea l'ambiente umido ideale per la guarigione dei tessuti lacerati, funzionando da un lato come prodigioso antinfiammatorio, dall'altro rinforzando l'attività del sistema immunitario, ampliandola e velocizzandola.

  1. Ferite: il suo utilizzo sulle ferite crea una sorta di barriera protettiva, consentendoli di guarire in un ambiente privo di batteri. In questo modo ogni lacerazione ha la possibilità di essere medicata e guarita più facilmente e senza complicazioni.
  2. Ustioni: per la guarigione, dalle bruciature anche particolarmente gravi, questo nettare si è dimostrato efficace allo stesso modo delle terapie farmacologiche, con la differenza sostanziale che queste ultime possono avere una scia di complicazioni, il nostro alleato dorato, no.

Infezioni della pelle

Il miele di Manuka ha proprietà ottimali per risolvere patologie infettive e batteriche che spesso intaccano l'epidermide; tra esse le più comuni sono l'acne, la psoriasi, le dermatiti e l'eczema.

Come sottolineato, nel miele di Manuka le proprietà antibatteriche sono molto accentuate e molto efficienti: ciò ne consente anche l'uso topico, a mo’ di pomata medicamentosa. Su acne ed eczemi, così come sulle dermatiti il nostro fluido dorato funzionerà da alleato valido contro i bacilli, bloccandone la moltiplicazione e stroncando sul nascere ogni infezione.

In caso di psoriasi, non essendoci validi studi in materia, il suo uso è consigliato, trattandosi di un prodotto naturale, ma allo stesso tempo ci sentiamo di suggerire anche il parere di un medico specialista.

Posologia e prodotti in vendita

Il miele di Manuka e le proprietà che custodisce lo configurano come uno di quegli alimenti che si potrebbero prendere tranquillamente per prevenire in modo naturale il corpo da infezioni ed attacchi batterici. In questo caso, la posologia consigliata è di 3 cucchiaini al giorno, meglio se mezz'ora prima dei pasti principali, del prodotto da MGO 100, ovvero del prodotto che contiene 100 mg di metilgliossale per ogni chilo di miele. Questo è il prodotto consigliato per mantenere l'organismo in salute affrontando piccoli ed occasionali disturbi.

Più gravi saranno i disturbi maggiore dovrà essere la concentrazione di metilgliossale necessaria a contrastare la patologia. Il miele con MGO 250 è efficacie per indigestioni, acne, reflusso o problemi di lieve entità, mentre l'MGO 400 o 550 mg per problemi come ulcere, infezioni all'apparato respiratorio, psoriasi o infezioni all'apparato intestinale.

Effetti collaterali

Anche se il miele di Manuka ha proprietà medicamentose significative, esistono dei soggetti che dovrebbero assolutamente evitare di assumerlo.

Le controindicazioni riguardano:

Soggetti allergici: non possono mangiare questo liquido dorato, sia se soffrono di allergie a componenti del miele, sia se allergici al veleno delle api. In questo caso è meglio starne alla larga.

Soggetti immuno depressi o sottoposti a terapie chemio: nel primo caso è bene evitare l'assunzione del miele, nel secondo si dovrà valutare l'interazione del chemioterapico utilizzato con i principi attivi del portentoso liquido giallo.

Diabetici: il consiglio di un uso limitato del nostro nettare dorato per chi ha il diabete non è solo dovuto alla presenza di zuccheri ma soprattutto del metilgliossale, il quale è presente in quantità abbastanza elevate in questi soggetti. In particolare è stato accertato che i soggetti sofferenti di neuropatia diabetica allo stadio avanzato e di retinopatia diabetica hanno una percentuale di metilgliossale nel sangue molto alto. Difatti, il metilgliossale altro non è se non la molecola di zucchero allo stadio intermedio, che non riesce a degradarsi per l'incapacità del metabolismo di assorbire il glucosio.

Prezzi

Prima di parlare di quanto costa il miele di Manuka, sarà molto importante valutare cosa si compra. Esistono, infatti, soprattutto sul web, prodotti di dubbia qualità che sotto le spoglie di miele proveniente dalla Nuova Zelanda o dall'Australia, sostengono di essere nettari prodigiosi.

L'acquisto consapevole è molto importante: sarà meglio spendere qualcosa in più ed avere la certezza di avere un prodotto bio, estratto nel modo corretto e certificato, piuttosto che un miele economico che non ha l'efficacia che ci si aspetta. Un buon miele MGO 550gm (sigla di MethylGlyOxal) da mezzo chilo costa dai 50 ai 100 € ma saranno soldi spesi in salute.

Attenzione: purtroppo in commercio si trovano prodotti spacciati come di alta qualità ma in realtà sono prodotti che poco hanno a che fare con il miele di cui stiamo parlando. Ricordate.. il prezzo del miele di Manuka per 500 ml MGO 250+ non è inferiore ai 45 / 50 euro. Al di sotto di tale cifra difficilmente si avrà un miele di qualità.

Se non avete già un fornitore di fiducia, vi consigliamo di cercare in rete prodotti certificati! Inserite nel campo di ricerca di Google la chiave "miele di Manuka certificato", sarete indirizzati su fornitori che offrono questo prodotto con le dovute certificazioni. In alternativa, vi consigliamo l'acquisto online sullo store di Amazon. Prestate attenzione al valore MGO!

Conclusioni

Questo miele, a nostro parere, è certamente un prodotto naturale efficace da usare come prevenzione naturale prima della stagione delle influenze, o per contrastare patologie come tosse, raffreddore, mal di gola ed infezioni delle vie respiratorie, o disturbi all'apparato gastrointestinale e della pelle.

Ovviamente, sino a quando gli studi scientifici non dimostreranno la sua efficacia contro patologie più serie, non ci sentiamo di consigliarlo come unico metodo terapeutico, ma da prodotto naturale prodigio, certamente non danneggerà nella lotta a virus e batteri, al massimo sarà un coadiuvante che con forza servirà a eliminare ogni traccia dei bacilli indesiderati.