Linfa di Betulla

Tanti sono i rimedi naturali efficaci per mantenerci in salute, Fra questi, la linfa di betulla, consigliabile quando si necessita di un’azione drenante, a sostegno del delicato equilibrio di scambio dei fluidi nell’organismo, al fine di espellere le tossine prodotte con i processi metabolici e quindi, per un’azione disintossicante che porta a un generale stato di benessere, in special modo ai cambi di stagione.

Vediamo insieme come utilizzare al meglio le peculiarità benefiche di questa salutare, benefica linfa.

Linfa di betulla: cos’è

Iniziamo conoscendo meglio la linfa di betulla. Come sappiamo, la betulla è un albero facebnte parte della specie delle betulacee, che comprende ben 40 tipologie diverse di piante - che può raggiungere la ragguardevole altezza di 30 metri - largamente presente nei paesi del Nord Europa.

L’albero di betulla, per la sua linea affusolata, molto elegante, è ampiamente utilizzato per la realizzazione delle architetture di parchi e giardini. Fin dall’antichità, l’estrazione e il consumo della sua linfa è riconosciuta fra le pratiche assimilabili alle buone terapie naturali per mantenere in salute l’organismo: i suoi principi attivi, infatti, contribuiscono a disintossicare l’organismo attraverso l’azione drenante sui tessuti oltre all’effetto alcalinizzante che è alla base di un corretto equilibrio dell’intero organismo umano. Per tali peculiarità, possiamo quindi dire che la linfa di betulla, se assunta con una certa regolarità, contribuisce a mantenere forti ed energici.

L’estrazione della linfa peraltro, non danneggia l’albero: una volta terminata l’operazione, la pianta continua il suo processo vitale

Benefici della linfa di betulla

Assumere la linfa di betulla ai cambi di stagione, è una buona pratica salutistica, da inserire nello stile di vita. L’azione drenante di questo fluido, aiuta l’organismo a liberarsi delle tossine generate dai processi metabolici.

Agendo sulle sostanze di scarto dei processi metabolici, si intuisce come l’assunzione della linfa di betulla, all’azione puramente disintossicante, associ anche quella – spesso molto desiderata – di coadiuvare una dieta dimagrante o anche, semplicemente, di mantenimento del peso corporeo.

La spiccata azione drenante, fa della linfa di betulla, un ottimo rimedio in caso di affezioni del sistema urinario, dal momento che l’azione diuretica spinge i reni a lavorare meglio.

Ottima anche per chi voglia ottenere un’azione sgonfiante, sembra che abbia anche un’azione di abbattimento dei livelli di colesterolo nel sangue.

Insomma: un vero elisir di lunga vita che, assunto nei periodi topici dei cambi di stagione, dopo un’estate o un inverno in cui non si è fatto troppo caso all’alimentazione, magari troppo ricca di grassi e zuccheri, che notoriamente modifica le dinamiche di assimilazione delle vitamine, aiuta l’organismo a ritrovare il suo pieno benessere.

Ricca di betulina, riconosciuta a livello scientifico per la sua azione di contrasto dell’innalzamento dei picchi di insulina, la linfa di betulla è in grado di contrastare l’ipercolesterolemia e funge anche da “spazzino” delle temute placche aterosclerotiche.

Linfa di betulla per tutti

Anche bambini e adolescenti possono avvantaggiarsi delle peculiarità benefiche della linfa di betulla. La sua assunzione nei minori, garantisce una maggiore energia nel delicato periodo di sviluppo.

Gli anziani invece, possono assumere la linfa persino per combattere uno dei malanni associati all’età: i dolori articolari.

Come si assume

Vita sedentaria, dieta scorretta, fumo di sigaretta, alcoolici…ogni giorno, senza rendercene conto, compiamo azioni che contrastano il nostro benessere. Evitare questi errori sarebbe fondamentale per garantirci una salute d’acciaio e tanta energia.

Purtroppo, non sempre si riesce a dare un taglio netto alle cattive abitudini, per questo è importante poter contare su qualche supporto esterno. Ecco quindi arrivare in aiuto questa linfa vitale, che con la sua spiccata azione depurativa e ri-energizzante, ci fa riscoprire un nuovo stato di benessere, dovuto anche alla consistente azione di depurazione che in qualche modo, “lava via” tutte le tossine che ingorgano l’organismo, giungendo ad appannare persino le facoltà mentali. Avete presenti quei periodi in cui ci si sente perennemente stanchi e non si riesce proprio a concentrarsi? Ecco, è il campanello d’allarme che il nostro organismo ci invia per avvertirci che dobbiamo correre ai ripari.

Prendiamo quindi la sana abitudine di osservare dei cicli di assunzione di linfa di betulla. Si consiglia l’assunzione al mattino, meglio se a stomaco vuoto, nella misura di due cucchiai di linfa disciolti preferibilmente in acqua o succo di frutta naturale. Alcuni preferiscono assumerla pura. Continuare per un mese, tutti i giorni. Poi, sospendere e riprendere magari dopo un paio di mesi.

Il suo contenuto in sali minerali, Vitamina C e flavonoidi, assicurerà il giusto apporto di questi componenti essenziali al buon funzionamento dell’organismo, spesso carenti proprio a causa di uno scorretto stile di vita.

Dove si acquista

Come tutti gli elementi naturali, la vendita della linfa di betulla è affidata alle erboristerie e alle Farmacie. Il costo è assolutamente conveniente, in special modo se si considerano le qualità positive sulla salute: appena 15 euro circa per una confezione media da 700ml.

Poco, se consideriamo che stare bene, non ha prezzo. Provare per credere…

Articoli correlati