latte di cocco nella noce

Il latte di cocco è l'alimento ideale per gli intolleranti al lattosio, ma anche per coloro che seguono un'alimentazione vegana. Ma cos'è e quali proprietà nutrizionali possiede questo particolare bevanda? Quali benefici si possono ottenere dalla sua assunzione e quanto costa? Scopriamolo!

Latte di cocco: cos'è?

Il latte di cocco è una bevanda che deriva dall'omonima noce tropicale, il cui consumo trova larghissima diffusione in tutti i paesi del Sud-Est Asiatico, dalle Filippine alla Thailandia, dalla Malesia all'India. In Occidente, questa bevanda è spesso confusa con l'acqua di cocco, in realtà la differenza è sostanziale perché il latte è il siero che si ottiene dalla macerazione e dalla successiva spremitura della polpa, mentre l'acqua è il liquido che sgorga dalla noce appena aperta.

Si presenta come una bevanda che possiede la stessa consistenza e il medesimo colore del latte vaccino, ma a differenza di quest'ultimo non possiede lattosio, il che lo rende ideale per tutti coloro i quali hanno sviluppato un'intolleranza a questo zucchero. Inoltre, essendo di derivazione vegetale, non possiede caseine, le proteine tipiche del latte vaccino, che non possono essere ingerite da chi ne è allergico.

Il suo essere completamente vegetale, lo rende un siero perfetto per chi segue un'alimentazione vegana, ovvero da tutti coloro che hanno deciso di abolire non solo la carne dalla propria alimentazione, ma anche tutti i suoi derivati.

A differenza del latte vaccino, quello di cocco non possiede colesterolo, generato dal grasso saturo di origine animale e di cui il siero di mucca è invece molto ricco. Il fatto che il nettare di cocco non contenga grassi cattivi per l’organismo, non significa che è possibile considerarlo una bevanda ipocalorica, visto che la ricchezza dei nutrienti in esso contenuti lo configura come un ottimo ricostituente.

Proprietà nutrizionali

Il latte di cocco ha proprietà nutrizionali molto importanti, tanto da essere utilizzato, nel sud-est asiatico, al posto di quello vaccino quando i neonati mostrano delle intolleranze alle caseine. E' una bevanda molto calorica, che contiene i principali nutrienti in quantità ottimali. Il prodotto che comunemente in commercio, viene diluito con acqua, ma se lo si trova integrale si trasforma in un toccasana per l'organismo.

Calorie e nutrienti

100 gr. di latte di cocco forniscono all'organismo 230 calorie.

  • Acqua: 72,88 gr.
  • Glucidi: 2,81 gr. Sono suddivisi in zuccheri (3,3 gr.) e fibre alimentari (2,7 gr.) indispensabili per fornire energia e stimolare i processi intestinali.
  • Grassi: 21,3 gr. La maggior parte di essi sono grassi saturi (18,9 gr.), sebbene non manchino i monoinsaturi (0,9 gr.) e i polinsaturi (o,2 gr.). Tra i grassi saturi, spicca l'acido laurico, un grasso che non fa innalzare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, anzi, è deputato ad accrescere il colesterolo buono, ovvero l'HDL.
  • Proteine: 2,2 gr. consumando questo alimento, si riescono ad ingerire piccole dosi di proteine, necessarie a rinforzare i muscoli e a dar vita ai processi indispensabili alla crescita.
  • Sali minerali: 396,9 mg. Questa bevanda rilascia nell'organismo diversi sali minerali fondamentali per il corretto funzionamento dell'organismo. Il potassio è l'elemento che spicca sugli altri per quantità (220 mg.), seguito dal fosforo (96 mg.) ma sono presenti anche il magnesio (46 mg), il calcio (18 mg.), il sodio (13 mg.), il ferro (3,3 mg.) e lo zinco (0,6 mg.)
  • Vitamine: 1 mg. in particolar modo le vitamine C ed E

Benefici

I vantaggi che possono essere ottenuti assumendo regolarmente il latte di cocco sono diversi, ed interessano l'apparato cardiocircolatorio, quello gastrointestinale e quello muscolare. Inoltre, preso in piccole dosi può frenare l'appetito, stimolando il senso di sazietà, ma non deve essere inserito in una dieta per perdere peso, visto il suo apporto molto importante di calorie.

Tra i benefici che il siero di cocco produce sul corpo umano ricordiamo:

  • Azione antiossidante: la presenza della vitamina C ed E, oltre ai minerali quali magnesio e selenio, migliora l'attività antiossidante delle cellule, le quali, quindi, riescono a contrastare in modo più efficace la comparsa o l'attecchimento dei radicali liberi.
  • Prevenzione da rischi cardiovascolari: l'acido laurico è un importante regolatore del colesterolo buono, essenziale per prevenire le patologie a carico del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Azione lassativa: la presenza di fibre, contenuto in questo succo, apporta dei benefici al transito intestinale, risultando pertanto ideale, a placare i disturbi in chi soffre di stipsi. La sua azione è potenziata dal potassio che aumenta gli spasmi a livello intestinale i quali favoriscono l'effetto lassativo.
  • Azione diuretica: sodio e potassio regolano il transito dei liquidi a livello sia cellulare che plasmatico. Questa bevanda agisce soprattutto a livello renale facilitando l'espulsione dell'acqua.
  • Calmante per il reflusso gastro-esofageo: utilizzare al bisogno il latte di cocco, può migliorare la condizione di chi soffre di questo doloroso e fastidioso disturbo.
  • Azione ricostituente: chi ha bisogno di mettere su qualche chilo o possiede carenze alimentari, può utilizzare questa bevanda, la quale, in virtù della presenza dei nutrienti essenziali e di grassi saturi che possono sostenere il corpo, senza aumentare il grasso corporeo né il colesterolo.
  • Assicura la funzionalità dei muscoli: la presenza di potassio e magnesio rende questa bevanda perfetta per gli sportivi perché assumendola dopo gli allenamenti, li aiuta a reintegrare i sali persi con il sudore e contemporaneamente assicurare la corretta ripresa muscolare.

I benefici sulla pelle e i capelli

Se è vero che alimentandosi con il succo di questa noce si ottengono grandi benefici e anche vero che altrettanti benefici se ne avranno usandolo sulla pelle e sui capelli. Gli usi cosmetici di questo siero, conosciuti dagli indigeni da tempi immemori, sono stati sfruttati anche dall'occidente industrializzato, che li ha inseriti nella cosmetica per rendere creme ed unguenti più efficaci dal punto di vista benefico, nutritivo ed anti-aging.

Per cosa si usa:

  • Sul viso per curare sfoghi acneici e brufoli adolescenziali. La presenza di acidi grassi con proprietà antimicrobiche fa sì che questo siero sia un ottimo coadiuvante nella guarigione degli inestetismi dell'epidermide.
  • Sulla pelle sotto forma di crema o all'interno di bagnoschiuma. Il latte di cocco ha proprietà emollienti, nutritive e lenitive ed è quindi in grado di vellutare ed ammorbidire la pelle, svolgendo nel contempo un'azione antinvecchiamento grazie alla presenza di vitamina E.
  • Sui capelli per rinvigorirli, fornendo il nutrimento di cui necessitano. La presenza di fitoestrogeni, inoltre, inibisce l'eccessiva produzione del diidrosterone, indicato come il principale artefice dell'alopecia androgenetica, che colpisce soprattutto le donne.

Il latte di cocco è utilizzato anche come abbronzante naturale, grazie all'amminoacido L-tirosina, che gestisce la produzione di melatonina, influendo quindi sull'abbronzatura della pelle a seguito dell'esposizione al sole. Non deve essere utilizzato comunque mai da solo, ma sempre in concomitanza di una crema solare protettiva perché se da un lato agevola l'abbronzatura, dall'altro non ha alcun potere di difesa dai raggi UV. Oltre che essere utilizzato come abbronzante, questo liquido si presta ad essere un valido lenitivo utile per placare i rossori comparsi a seguito di scottature solari.

I prezzi

Sotto forma di bevanda, lo si può trovare tranquillamente nei centri commerciali o presso i negozi alimentari. Il prezzo a litro si aggira intorno ad 1,70€. Situazione diversa se si sceglie di acquistare il siero presso un centro specializzato in alimentazione vegana o bio, oppure sul web, dove il costo oscillano tra 2,79€ e i 4,5€, ed è venduto sia in lattina che in busta.

Avendo bisogno di una crema, un bagno schiuma, una maschera o uno shampoo per capelli a base di cocco, la situazione è diversa: in commercio si trovano prodotti che partono da pochi euro, fino a raggiungere anche i 15/20€ per l'acquisto di un cosmetico biologico; la grande differenza fra i prezzi è dovuta principalmente al fatto che questi ultimi contengono una percentuale di latte molto più alta rispetto ai primi. Chi ha la passione del "fai da te" può acquistare il latte puro, ed utilizzarlo per comporre la crema, la maschera o lo shampoo che preferisce direttamente in casa propria. Le ricette, sul web, spopolano.

Leggi anche: L'olio di cocco ed i suoi mille usi

Conclusioni

Perfetto come ricostituente ed integratore per i più sportivi, il latte di cocco può essere anche bevuto da chi vuole risolvere piccoli disturbi dell'organismo. L'uso cosmetico offre indubbi benefici non solo per nutrire ed idratare la pelle ma anche per migliorare la condizione e l'aspetto della propria chioma. Utilizzare questo siero non può far male, ed il suo abuso, al massimo, si farà vedere sulla bilancia, segnando qualche chilo in più.

Articoli correlati