Finanziamenti senza busta paga

I finanziamenti senza busta paga sono prestiti personali che possono essere richiesti da chi non ha una busta paga o comunque ha un contratto di lavoro che non dà sufficienti garanzie alle banche e agli istituti di credito. In genere, possono essere richiesti per importi limitati, che non superano i cinquemila euro.

Finanziamenti senza busta paga

Sono molte le tipologie di prestiti senza busta paga che il mercato mette a disposizione: tante soluzioni differenti pensate per dare delle risposte concrete alle esigenze di chi li richiede. Vediamoli!

Per i lavoratori autonomi

I finanziamenti senza busta paga per i lavoratori autonomi sono pensati per coloro che non hanno una busta paga anche se vantano una professione stabile. Il tetto massimo della cifra che può essere erogata viene valutato tenendo conto del modello unico, che di solito è richiesto per almeno i tre anni precedenti, con situazioni variabili a seconda dell'attività che si svolge. Non bisogna pensare, tuttavia, che il Modello Unico sia per l'istituto di credito una garanzia sufficiente.

Se ti stai chiedendo chi eroga questi tipi di prestiti ti consigliamo di leggere l'articolo: prestiti senza busta paga Findomestic

Lavoratori con busta paga satura

I finanziamenti senza busta paga possono essere erogati anche ai cosiddetti dipendenti con busta paga satura, vale a dire coloro che hanno già occupato la propria busta paga con altri finanziamenti che impegnano tra il 35 e il 50% dello stipendio: ecco perché, ai fini di un nuovo prestito, questi lavoratori sono considerati senza busta paga. Chi ha bisogno di denaro e si trova in una condizione del genere può comunque, chiedere il consolidamento del debito, che non è altro che un nuovo prestito che comprende l'importo rimanente del finanziamento in corso e la nuova liquidità che si desidera ottenere.

Se vuoi approfondire l'argomento "consolidamento dei debiti" puoi leggere l'articolo: guida pratica al consolidamento del debito

Prestiti con cambiali

Tra i finanziamenti senza busta paga messi a disposizione dalle banche, una categoria particolare è rappresentata dai prestiti cambializzati: le rate mensili previste per la restituzione sono, appunto, cambiali.

La banca che concede un prestito di questo tipo è, pertanto, tutelata, in quanto possiede un titolo esecutivo in funzione del quale può richiedere, se il beneficiario del finanziamento si dovesse rivelare insolvente, il pignoramento dei suoi beni.

La firma sulle cambiali non è, comunque, una garanzia sufficiente: in genere in questi casi è richiesto l'intervento di un garante, un soggetto che non deve avere altri prestiti in corso. Non è questa la sola condizione necessaria: il garante che si sceglie, infatti, deve avere un contratto a tempo indeterminato.

In più, al di là del garante l'agenzia creditizia potrebbe richiedere una garanzia ulteriore, rappresentata da un bene immobile, che verrebbe pignorato in caso di insolvenza così da consentire alla banca di recuperare la somma prestata.

Potrebbe interessarti leggere anche: prestiti cambializzati senza una busta paga

Finanziamenti senza busta paga online

Se si desidera usufruire di prestiti senza busta paga in tempi rapidi si può fare riferimento a quelli online, che sfruttano la tempestività e l'immediatezza del web per fare sì che le somme richieste vengano erogate nel giro di poche ore.

A offrire questa soluzione è, per esempio, Findomestic: i lavoratori autonomi che intendono beneficiarne devono avere aperto la partita Iva da più di un anno e vantare entrate di più di 6mila euro.

La velocità delle procedure è amplificata dalla firma digitale, in virtù della quale si può completare ogni passaggio in pochi clic. Inoltre, è prevista la possibilità di modificare la rata gratuitamente, senza costi ulteriori. Uno dei pregi di questi prestiti è che le spese accessorie sono molte limitate: per esempio, non ci sono costi per la spedizione delle comunicazioni periodiche, per l'istruttoria o per l'incasso della rata.

Anche Agos Ducato mette a disposizione i finanziamenti senza busta paga online, con una proposta concepita in modo particolare per i giovani che scelgono di effettuare il rimborso tramite addebito automatico sul conto corrente. Anche in questa circostanza, è essenziale essere in grado di dimostrare di possedere un reddito continuativo.

Infine, vale la pena di menzionare la proposta di Poste Italiane, che si concretizza con la Special Cash Postepay: si tratta di una particolare offerta pensata per chi possiede una Postepay in funzione della quale l'accredito dell'importo desiderato viene concesso sulla carta stessa.

Articolo di approfondimento: prestiti online senza necessità di una busta paga

Senza busta paga e senza garante

Nella maggior parte dei casi, come si è visto, i finanziamenti senza busta paga presuppongono la presenza di un garante disposto a mettere di tasca propria i soldi che il beneficiario del prestito non riuscisse a rimborsare. Ma cosa si può fare se non si riesce a trovare un garante? Si è costretti a rinunciare all'accesso al credito? In realtà no, nel senso che si può ricorrere a due soluzioni alternative: una è rappresentata dall'ipoteca sulla casa e l'altra è rappresentata dal pegno a garanzia.

Con l'ipoteca sulla casa è necessario che il valore del finanziamento non risulti troppo inferiore rispetto al valore della casa stessa: in questo caso, infatti, si avrebbe a che fare con un'ipoteca parziale che, in genere, gli istituti di credito rifiutano in quanto svantaggiosa (la procedura da applicare per rientrare dei soldi si rivelerebbe troppo elaborata e complicata).

Non bisogna pensare, quindi, che un'ipoteca sulla casa come garanzia venga accettata sempre e comunque. Con il pegno a garanzia, invece, dei beni di valore vengono offerti in garanzia: può trattarsi, per esempio, di un quadro prezioso o di gioielli in oro.

Infine, è bene tenere conto dei prestiti ipotecari vitalizi, che sono dei prestiti senza busta paga per le persone con più di 65 anni in funzione dei quali si trasforma in liquidità subito disponibile la casa di proprietà, così che alla morte del beneficiario il debito possa essere estinto dagli eredi o con la vendita della casa stessa o, semplicemente, con del denaro.

Per approfondire l'argomento puoi leggere anche l'articolo: prestiti senza busta paga ne garante - possibili?

Esempi di prestiti senza busta paga: Compass

Tra le diverse proposte del mercato per i finanziamenti senza busta paga, si rivelano piuttosto convenienti e pensate per assecondare le più diverse necessità, quelle di Compass, con tre formule di prestiti personali:

  • il prestito Total Flex
  • il prestito Jump
  • il prestito Easy.

In tutti questi casi la presenza di un garante è indispensabile; viceversa, non è accettata la garanzia costituita dai beni immobili. Il prestito Easy può essere personalizzato in molti modi diversi: con Easy Change, per esempio, l'importo della rata può essere modificato, mentre con Easy Jump il pagamento di una rata può essere rinviato. Easy Flex, infine, permette di abbinare le funzioni di Easy Change e di Easy Jump, saltando una rata e modificandola.

Articolo di approfondimento sui prestiti Compass: Total Flex - Jump - Easy

Conclusioni

I finanziamenti senza busta paga, in conclusione, non sono un'utopia ma una realtà concreta: le condizioni a cui possono essere richiesti non sono proibitive ma presuppongono, comunque, dei paletti rigidi, come è normale che sia. Il mercato mette a disposizione tante opportunità diverse, assecondando i bisogni di molti.

Selezionati per te