Donna con giramenti di testa vertigini capogiri

I giramenti di testa e le vertigini sono dovuti a una momentanea perdita di stabilità e di equilibrio. Tali caratteristiche sono il frutto, nel corpo umano, di un bilanciamento di forze ben preciso: nel momento in cui tali forze non si attivano in maniera coordinata e sincronizzata, subentrano - appunto - i capogiri.

Perché si manifestano i giramenti di testa

In merito ai giramenti di testa, si deve ammettere che, il meccanismo alquanto complesso che influisce sull'equilibrio non è stato ancora completamente compreso e intuito dagli studiosi. Quel che è certo è che si tratta del prodotto di una lunga serie di fattori, il risultato di una correlazione dinamica di un gran numero di segnali. In pratica, nel momento in cui tali segnali - per le ragioni più diverse - non arrivano a destinazione in modo coordinato, ecco che il cervello non è in grado di elaborarli e quindi di fornire la necessaria risposta neurologica che consente di mantenere tutto l'apparato muscolare - e quindi il corpo - in equilibrio.

Disturbi dell'equilibrio, giramenti di testa e vertigini: accertamenti clinici

Sono diversi gli accertamenti clinici possibili in presenza di:

  • vertigini
  • capogiri
  • giramenti di testa
  • perdita di equilibrio.

Quando si hanno giramenti di testa, vertigini, capogiri, la prima cosa da fare è misurare la pressione del sangue. Nel caso in cui essa sia in linea con i parametri desiderati, si procede a un ulteriore controllo eseguito da uno specialista della gola, del naso e delle orecchie: si tratta dell'otorinolaringoiatra, il cui compito è quello di valutare la presenza eventuale di infezioni nelle orecchie o nella gola. Non è un caso che si ricorra a un otorinolaringoiatra, perché l'organo dell'equilibrio ha a che fare con l'orecchio interno e quindi ripercussioni negative sull'equilibrio possono derivare da un'infiammazione localizzata in questa parte del corpo.

A volte, per esempio, i giramenti di testa possono essere determinati da uno spostamento di sassolini di piccole dimensioni, i cosiddetti otoliti, situati nel sistema uditivo. Il trattamento in questo caso è relativamente semplice, nel senso che gli otoliti possono essere riposizionati senza difficoltà con manovre ad hoc.

Se anche la visita dall'otorinolaringoiatra non produce risultati significativi e si rimane senza diagnosi, l'esame seguente è quello effettuato da uno specialista degli occhi: nell'ambito dell'equilibrio, l'occhio ha un ruolo importante e di conseguenza eventuali giramenti di testa potrebbero essere dovuti a problemi localizzati in questa parte del corpo.

Capogiri e vertigini: la risonanza magnetica

Se le visite da otorinolaringoiatri, oculisti e ortottici non danno alcun esito, è il caso di sottoporsi a una risonanza magnetica, che ha lo scopo di verificare la presenza di modificazioni al cervello o tumori. Se, in seguito alla risonanza, non c'è alcun esito, la persona viene dichiarata, dal punto di vista medico, strutturalmente sana.

Cosa fare, però, se i giramenti di testa non accennano a diminuire? Il medico potrebbe provvedere a ordinare una cura farmacologica. Tale cura può dare un effettivo giovamento, almeno nella sua fase iniziale, ma spesso non produce risultati duraturi. A quel punto, una volta accertato che la persona non ha problemi, disturbi o malattie di alcun tipo, non c'è altro da fare che accettare di convivere con la perdita di equilibrio, con le vertigini e con i capogiri.

Vertigini e insicurezza

Il problema, comunque, merita di essere preso attentamente in considerazione, anche perché in alcune persone esso diventa così forte, così persistente e così prolungato nel corso del tempo che il soggetto non solo si sente insicuro nei movimenti, per colpa dei capogiri, ma si sente insicuro anche sul piano emotivo. In pratica, una situazione di questo tipo lo induce ad abbandonare il lavoro e a ritirarsi dalla vita sociale, o comunque a evitare tutte quelle situazioni in cui è indispensabile poter contare su un buon equilibrio.

Le cause dei giramenti di testa

Viene da chiedersi, a questo punto, quale sia la ragione per cui sorgono vertigini e giramenti di testa, in assenza di cause organiche apparenti. Una possibile errata e non corretta conclusione, viene di solito attribuita alla psiche, ma è bene sottolineare in maniera evidente che la psiche non è minimamente coinvolta in questo genere di situazioni.

Una spiegazione alternativa può essere individuata, invece, nella salute della schiena. In particolare, occorre concentrare l'attenzione sulla vertebra Atlante, che svolge un ruolo fondamentale - così come, in misura minore, la mandibola - nelle origini dei giramenti di testa e dei disturbi dell'equilibrio che non hanno a che fare con cause patogene.

Insomma, la colpa delle vertigini potrebbe essere della posizione non corretta della vertebra Atlante, se deviata rispetto a quella che dovrebbe essere la sua collocazione ideale. L'Atlante, infatti, come i condili della mandibole è situata in un punto molto vicino all'organo dell'equilibrio: se disallineata, dà vita a capogiri dovuti a una pressione eccessiva sui nervi e sui vasi sanguigni vicini alla prima vertebra cervicale. Nelle persone che devono fare i conti con vertigini e capogiri, la compressione dei vasi può determinare anche una forte contrattura dei muscoli delle spalle e di quelli cervicali.

Ecco perché si manifestano le vertigini

In sintesi, i capogiri e le sensazioni di sbandamento si palesano a causa di queste contratture muscolari che incidono sui propriocettori dell'equilibrio. Vale la pena di sottolineare che le contratture possono derivare da un Atlante non allineato, ma anche dallo stress o da uno stato emotivo di forte ansia.

In alcuni casi i giramenti di testa scompaiono immediatamente dopo che il trattamento di correzione della vertebra Atlante è stato portato a termine; può essere utile, per alleviare i capogiri, ricorrere a un massaggio meticoloso della muscolatura.

Può anche succedere che i giramenti di testa si attenuino o scompaiano in maniera definitiva semplicemente con il passare del tempo, grazie al processo di rigenerazione che il corpo mette in atto. Il riallineamento dell'Atlante è, comunque, indispensabile per risolvere il disturbo, che può causare anche una andatura lenta e insicura.

Conclusioni

Insomma, i giramenti di testa e i capogiri possono avere cause patologiche che hanno a che fare con problemi agli occhi, alle orecchie, al cervello o alla prima vertebra della colonna. Per identificare la causa dei giramenti di testa, sono necessari esami approfonditi, che permettono - al contempo - di escludere malattie o disturbi più gravi.