Cos'è Forex

Vi state chiedendo: Forex cos'è? Ebbene, quando si parla di Forex si fa riferimento al mercato di scambio delle valute e, per estensione, alla loro commercializzazione (definita anche come Forex Trading).

Forex come funziona

Si tratta, in sostanza, dell'acquisto e della rivendita di valute straniere: un procedimento di compravendita che, se effettuato in maniera corretta, è destinato a produrre un profitto, poiché la rivendita viene eseguita a un prezzo più elevato.

Protagonisti del Forex sono i trader, che svolgono la loro attività provando a prevedere i cambiamenti e le variazioni dei prezzi delle valute durante le giornate di contrattazione.

Va notato, per altro, che i tassi di cambio sono sottoposti a variazioni continue, che fanno sì che i trader possano contare su numerose opportunità per ottenere dei profitti più o meno consistenti.

Strategia Forex, un esempio

Nel caso in cui un trader ritenga che la sterlina britannica stia andando incontro a un aumento del proprio valore e che il dollaro statunitense stia andando incontro a un calo del proprio valore, egli comprerà, cioè andrà long sulla coppia di valute sterlina britannica / dollaro statunitense. Nel caso contrario, con la sterlina in calo, egli venderà, cioè andrà short sulla coppia di valute.

Occorre notare che per registrare dei profitti non è obbligatorio che i mercati siano in rialzo: infatti, nel mondo ci saranno sempre alcune valute più forti di altre, e di conseguenze alcune valute più deboli di altre.

Chi partecipa al Forex

Appurato come funziona il Forex e qual è la strategia di Forex basilare, si possono prendere in considerazione i soggetti che prendono parte a tale attività. Si distingue, in particolare, tra hedger e speculatori.

I primi sono, nella maggior parte dei casi, società o enti governativi che costituiscono il cuore del Forex, anche se da un punto di vista quantitativo coprono unicamente un ventesimo del mercato.

I secondi, cioè gli speculatori, sono invece privati, società, fondi e istituti di credito: da un punto di vista quantitativo, costituiscono la percentuale più consistente dei soggetti che agiscono in maniera attiva nell'ambito del mercato Forex.

Forex: valute, perdite e profitti

Per capire come funziona il Forex e che cos'è è importante tenere a mente che le coppie di valute vengono - per convenzione - indicata con un codice formato da tre lettere, una barra e un altro codice formato da tre lettere.

Per tornare all'esempio precedente, con la sterlina britannica e il dollaro statunitense, quella coppia sarà indicata come GBP / USD. Altre sigle sono EUR per l'euro, CHF per il franco svizzero, JPY per lo yen giapponese, CAD per il dollaro canadese e AUD per il dollaro australiano. Nella coppia di valute, la prima rappresenta la valuta di base, mentre la seconda rappresenta la valuta secondaria. Il tasso Forex di una certa valuta è da considerare come una unità rispetto all'altra.

Per fare un esempio concreto, si vende 1000 CHF / EUR a un tasso di 1,30 e si acquista 1000 CHF /EUR a un tasso di 1,25. Il calcolo per capire il guadagno (o la perdita) è il seguente: 1000 moltiplicato per 1,30, che fa 1300; 1000 moltiplicato per 1,25, che fa 1250. Di conseguenza, il profitto che deriva da tale negoziazione è pari a 50 euro, corrispondenti alla differenza tra 1300 e 1250.

Attenzione!

Per ottenere profitti sulle piattaforme trading Forex non ci si può affidare alla fortuna né improvvisare: è necessario, invece, studiare i mercati in maniera approfondita e conoscerne con esattezza le dinamiche, in modo da saper padroneggiare e gestire ogni situazione - anche quelle impreviste - senza difficoltà.

Articoli correlati