depurare il fegato cibi

Come depurare il fegato? Questa è la domanda che ci si pone più frequentemente dopo le festività, ma in realtà la depurazione del fegato dovrebbe essere un'abitudine periodica capace di tamponare gli effetti di una scorretta alimentazione. Scopriamo insieme quale dieta seguire e gli alimenti giusti per ripulire il fegato.

Depurare il fegato: cosa significa?

Depurare il fegato significa mantenere in salute tutto l'organismo, perché dal funzionamento di quest'organo dipende il corretto smaltimento delle tossine e degli effetti nocivi prodotti da tutto ciò che ingeriamo.

Se il fegato non funziona come dovrebbe, cominciano ad incepparsi i diversi processi fisiologici della macchina umana, producendo disturbi che possono diventare anche molto pericolosi per la salute.

Accudire e ripulire il fegato è quindi una pratica molto utile che tutti dovrebbero mettere in atto ogni tanto, per assicurarsi il benessere di questa ghiandola, ma anche per:

  • un migliore assorbimento degli alimenti e dei principi attivi in essi contenuti;
  • un miglioramento nell'aspetto di unghie e capelli;
  • una funzionalità intestinale più regolare che allontana la possibilità che compaiano disturbi quali la stipsi, i gonfiori addominali, la cattiva digestione, l'alitosi e la colite;
  • l'aumento del numero delle cellule deputate alla difesa dell'organismo che conferiscono una capacità d'azione ed una forza maggiore a tutto il sistema immunitario;
  • una maggiore ossigenazione dei tessuti che assicura una sensazione di benessere e vitalità generale;
  • un aiuto a dimagrire, grazie all'eliminazione di scorie e tossine che favoriscono la comparsa di ritenzione idrica e della cellulite.

I cibi sì per depurare il fegato

Alimenti in grado di depurare  il fegato

Per depurare il fegato come è noto esistono degli alimenti, che possono essere comunemente reperiti al supermercato o presso un fruttivendolo, che possiedono proprietà depurative e disintossicanti: chi intende ripulire il fegato deve inserire questi cibi nella propria alimentazione e contestualmente evitare l'uso di altri cibi che, non solo impediscono l'eliminazione delle scorie e delle tossine, ma ne amplificano l’accumulo. A seguire la lista dei cibi utili per dupurare il fegato...

  • Ottime per depurare il fegato sono le verdure a foglia verde come: la clorofilla in esse contenuta agevola lo smaltimento delle scorie dal sangue;
  • carciofo: stimola la produzione di bile e favorisce la digestione;
  • cicoria: ottima per depurare, possiede anche proprietà lassative e diuretiche;
  • barbabietola rossa: oltre a disintossicare il fegato decongestionano l'intestino;
  • cavolo e broccoli: favoriscono l'aumento degli enzimi epatici, disintossicando il fegato;
  • pomodoro: è disintossicante ed interviene sul metabolismo dei grassi;
  • limone: è un ottimo depurativo a livello epatico. L'alto contenuto di vitamina C, inoltre, protegge le cellule di questa ghiandola ed allo stesso tempo concorre alla loro rigenerazione;
  • mele: contengono i triterpenoidi che svolgono un'azione protettiva contro il tumore del fegato;
  • cereali integrali: regolarizzano l'intestino e concorrono al benessere del fegato;
  • aglio: se assunto in piccole dosi contribuisce a depurare il fegato dalle tossine, grazie soprattutto alla presenza dell'allicina, uno dei suoi principi attivi fondamentali;
  • lievito di birra: la compresenza di vitamine del gruppo B e di lieviti assicura il miglioramento delle funzioni metaboliche a livello epatico e l'eliminazione di tossine e scorie presenti nel fegato;
  • noci: la presenza di arginina, all'interno di questa frutta secca, consente l'eliminazione dell'ammoniaca dal fegato;
  • olio extravergine d'oliva: noto per agevolare la digestione e ridurre i livelli di colesterolo cattivo è anche utilizzato per disintossicare il fegato, in virtù della sua capacità di aumentare la produzione di bile;
  • tè verde: conosciuto per la sua capacità d'accelerare il metabolismo ed agevolare il dimagrimento, è un ottimo depurativo anche per il fegato.

I cibi no

Chi intende seguire un'alimentazione corretta e volta alla disintossicazione del fegato non dovrebbe includere nella propria dieta quotidiana tutti quegli alimenti che sovraccaricano il fegato, impedendo smaltimento delle scorie. Fra essi troviamo...

  • alcolici;
  • grassi di origine animale e condimenti troppo speziati, di difficile digeribilità, che provocano infiammazioni o possono spingere le cellule epatiche alla necrosi;
  • carne rossa ed insaccati, in quanto ricchi di grassi e colesterolo, capaci di affaticare ed ingrossare il fegato;
  • zuccheri e farine bianche raffinate possono impedire la corretta attività del fegato. E' per questa ragione che è bene non eccedere nel consumo di pane, pasta ed affini.

Come depurare il fegato

Per depurare il fegato la prima cosa da fare è cambiare le proprie abitudini alimentari seguendo una dieta appropriata, grazie alla quale l'organismo potrà liberarsi dalle scorie e dalle tossine che si sono originate durante i processi metabolici.

La depurazione del fegato non può prescindere dal consumo di acqua (almeno 2 litri al giorno) e dalla preferenza di alcuni alimenti, che sono idonei più di altri allo smaltimento delle scorie.

Chi ha bisogno di avere un quadro definito su cosa mangiare per aiutare il fegato a disintossicarsi e ritornare in forma, può scegliere di seguire questa dieta tipo, utile non solo a depurare il fegato ma anche a migliorare le funzionalità intestinali e digestive.

La dieta si intende rivolta ad un individuo sano e non affetto da alcuna patologia: eventuali aggiustamenti, sia nelle quantità dei cibi che nelle tipologie possono essere eseguite assieme al proprio medico, che conoscendo le esigenze del singolo potrà consigliare possibili varianti.

Per ripulire il fegato tutte le mattine, appena svegli, bere almeno 2 bicchieri di acqua a temperatura ambiente per agevolare l'eliminazione delle tossine durante la giornata.

Dieta settimanale per depurare il fegato

Lunedì

  • Mattina: tazza di tè verde + uno yogurt magro bianco
  • Spuntino: Due fette di ananas + Tisana depurativa
  • Pranzo: 50-60 gr. di legumi (da crudi), insalata mista ed un frutto a scelta
  • Merenda: Spremuta d'arancia+ Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di pesce magro + contorno di verdure + 2 fette di pane integrale

Martedì

  • Mattina: caffè d'orzo + tazza di latte
  • Spuntino: spremuta d'arancia + tisana depurativa
  • Pranzo: 60-70 gr. di cereali integrali come orzo, riso, pasta (pesati a crudo) + verdure a volontà ed un frutto a scelta
  • Merenda: due fette d'ananas + Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di carne magra + insalata mista + 2 fette di pane integrale

Mercoledì

  • Mattina: uno yogurt magro bianco + 2/3 fette d'ananas
  • Spuntino: spremuta d'arancia + Tisana depurativa
  • Pranzo: 120-150 gr. di carne o pesce magri, insalata mista o contorno di verdure ed un frutto a scelta
  • Merenda: yogurt magro bianco+ Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di pesce magro + contorno di verdure + 2 fette di pane integrale

Giovedì

  • Mattina: tazza di tè verde + uno yogurt magro bianco
  • Spuntino: Due fette di ananas + Tisana depurativa
  • Pranzo: 50-60 gr. di legumi (da crudi), insalata mista ed un frutto a scelta
  • Merenda: Spremuta d'arancia+ Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di pesce magro + contorno di verdure + 2 fette di pane integrale

Venerdì

  • Mattina: caffè d'orzo + tazza di latte
  • Spuntino: spremuta d'arancia + tisana depurativa
  • Pranzo: 60-70 gr. di cereali integrali come orzo, riso, pasta (pesati a crudo) + verdure a volontà ed un frutto a scelta
  • Merenda: due fette d'ananas + Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di carne magra + insalata mista + 2 fette di pane integrale

Sabato

  • Mattina: uno yogurt magro bianco + 2/3 fette d'ananas
  • Spuntino: spremuta d'arancia + Tisana depurativa
  • Pranzo: 120-150 gr. di carne o pesce magri, insalata mista o contorno di verdure ed un frutto a scelta
  • Merenda: yogurt magro bianco+ Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di pesce magro + contorno di verdure + 2 fette di pane integrale

Domenica

  • Mattina: tazza di tè verde + uno yogurt magro bianco
  • Spuntino: Due fette di ananas + Tisana depurativa
  • Pranzo: 50-60 gr. di legumi (da crudi), insalata mista ed un frutto a scelta
  • Merenda: Spremuta d'arancia+ Tisana depurativa
  • Cena: 120-150 gr. di pesce magro + contorno di verdure + 2 fette di pane integrale

Leggi anche: Sintomi e cause del fegato ingrossato

Quando la depurazione del fegato diventa tassativa

Depurare il fegato è una pratica che tutti dovrebbero saltuariamente eseguire, vi sono dei casi specifici in cui essa è necessaria, se non obbligatoria, per rimettere in sesto uno degli organi più importanti del nostro corpo. Infatti, oltre a sottoporsi ad una dieta depurativa subito dopo le feste, o a seguito di periodi in cui si è ecceduto con un'alimentazione troppo grassa, esistono delle patologie che possono risolversi affiancando alle cure mediche, delle buone abitudini alimentari.

  • Fegato steatosico: conosciuto anche come fegato grasso è rinvenibile soprattutto nei soggetti affetti da obesità. In questo caso i grassi ingeriti si accumulano nel parenchima epatico che si riempie a causa dell'eccessiva ingestione di alimenti "cattivi" per l'organismo. Una dieta depurativa del fegato è essenziale per smaltire i grassi e per riportare questa ghiandola ad un funzionamento ottimale;
  • cirrosi epatica: si verifica soprattutto quando un individuo consuma alcol abbondantemente e frequentemente. In questo caso si deve rinunciare al consumo di bevande alcoliche;
  • epatogestosi: può insorgere nelle donne in gravidanza. Per risolvere il problema è necessario non cercare cure "fai da te" ma rivolgersi al proprio medico che indicherà la terapia più efficace;
  • eccessivo consumo di farmaci: quando un individuo si sottopone a dure cure farmacologiche, siano esse chemioterapiche o antinfiammatorie, deve seguire una dieta depurativa per il fegato, perché l'organo non è in grado di smaltire velocemente l'accumulo delle sostanze chimiche contenute nei preparati medici.

Rimedi naturali venduti in farmacie ed erboristerie

Posto che il regime alimentare resta uno dei punti cardine attorno al quale ruota il benessere del fegato, esistono dei rimedi naturali, acquistabili in farmacia ed erboristeria, ma ormai reperibili anche sul web.

Fra i rimedi più noti vi è indubbiamente la soluzione Shoum, un depurativo naturale utilizzato per purificare il fegato e le vie urinarie, che ha effetti benefici su tutto l'organismo. La soluzione Shoum è un prodotto a base di estratti naturali di ononide, idroalcolico di fumaria e piscidia che ha un costo generalmente identico ovunque, tra i 6 e i 10€ (secondo del formato acquistato), a meno che non si riesca ad usufruire di offerte speciali.

Oltre alla soluzione Shoum possono essere acquisti anche sciroppi a base di estratti di erbe. In questo caso le proposte sono diverse: esistono sciroppi che contengono estratti di erbe officinali e verdure capaci di disintossicare il fegato; i prezzi dipendono dalla marca, ma soprattutto dalla biologicità delle materie prime. Per questa ragione è possibile reperire prodotti che costano appena 6 € e sciroppi che ne costano 23. Agli sciroppi si aggiungono capsule depurative o tisane, che completano il ventaglio di possibilità offerte al consumatore che vuole rimettere in forma il proprio fegato.

Conclusioni

Alimentarsi correttamente sarebbe la soluzione migliore sia per il benessere del fegato, sia per la linea che per la vitalità di tutto l'organismo; se proprio non si riesce a cedere a qualche peccato di gola allora è buona norma seguire per una settimana un'alimentazione più corretta per migliorare la funzionalità della ghiandola epatica, impedendo la comparsa di disturbi più gravi. Meglio prevenire che curare.