D-mannosio

Il D-mannosio rappresenta un monosaccaride aldeico esoso destrogiro, uno zucchero semplice e totalmente naturale. Ha diversi effetti benefici, infatti in medicina viene utilizzato prevalentemente per combattere la cistite ed anche altre patologie. Non ha effetti collaterali e può essere assunto da tutti: bambini, donne in gravidanza, celiaci, persone anziane ecc.

Cos’è il D-mannosio

Il D-mannosio è uno zucchero semplice, un monosaccaride composto da semplici legami C-C, che è molto difficile trovare in natura liberamente, ma è presente soprattutto in polimeri più complessi. Dunque, cos'è questa sostanza? Ebbene, si tratta quindi di un elemento naturale, che già si trova nel nostro organismo il quale però non lo assorbe, ma lo espelle tramite l’urina.

Il prodotto in oggetto, è inoltre presente in cibi che consumiamo abitualmente come mele, pere ed arance. La sua capacità di legarsi ai pili (le zampe dei batteri mannosio-sensibili) è molto utile soprattutto per contrastare la cistite. Vediamo nello specifico come agisce.

Il D-mannosio e la cistite

Cistite e D-mannosio: una cura naturale efficace!

La cistite è una patologia di cui soffre circa il 25% delle donne ogni anno. E’ una infezione vescicale di tipo batterico, porta dolore alla vescica, alla minzione ed in alcuni casi può anche provocare la presenza di sangue nelle urine. L’85% delle varie forme di cistite è causato dal cosiddetto batterio Escherichia Coli, e solitamente si combatte con la cura antibiotica.

Ultimamente, visti gli effetti positivi, si sta diffondendo sempre di più la cura a base di D-mannosio, sperimentata negli USA da più di trent’anni. Con un po’ di ritardo tale cura è arrivata anche in Italia, con ottimi risultati per i pazienti che soffrono di cistite.

Il D-mannosio ha un’efficacia ancora maggiore se assunto con il mirtillo rosso americano, capace di contrastare l’azione dei batteri sulle pareti delle vie urinarie.

Come agisce

Il D-mannosio può essere considerato una specie di antibiotico naturale particolarmente efficace contro ogni forma di cistite ed è senza controindicazioni, in quanto arriva direttamente alla vescica.

L’Escherichia Coli, il batterio della cistite, ha delle appendici filamentose, come dei tentacoli che sono chiamati pili, grazie ai quali attecchisce alla superficie dell’epitelio. Di questi batteri ne esistono due tipologie: quelli dotati di pili mannosio-sensibili e quelli dotati di pili mannosio-resistenti. I primi legano con la struttura del monosaccaride, quindi non riescono ad attecchire alla parete vescicale grazie all’azione del prodotto in oggetto, che elimina anche i batteri già attaccati alla mucosa, prevedendo l’eventuale formazione di cistite.

Il mannano-oligosaccaride MOS, dopo essere stato assunto per via orale, agisce come un prebiotico, andando a modificare la flora batterica dell’apparato digerente, a discapito di quella patogena. Molti casi di cistite vengono contratti tramite contaminazione da batteri fecali, perciò questa funzione è molto importante.

Il D-mannosio essendo glucosamminoglicano GAG, un componente della parete vescicale, rappresenta esso stesso uno strato della mucosa. Quindi il questo superalimento ha la capacità di legarsi alle tossine prodotte dai batteri, che possono danneggiare GAG, e di fermare la formazione di biofilm degli stessi batteri.

Possiamo utilizzare il D-mannosio nei seguenti casi:

  • Infezioni urinarie
  • Infezioni acute
  • A scopo precauzionale
  • Per evitare recidive
  • Dopo una cura antibiotica
  • Nelle infezioni urinarie con gravidanza
  • Nei portatori di cateteri

Benefici

Le proprietà benefiche del D-mannosio, oltre alla cura della cistite, sono le seguenti:

  • Ottimo alleato per chi ha subìto interventi chirurgici dopo incidenti di tipo traumatico, poiché ricostruisce le cartilagini nelle articolazioni e migliora i disturbi artrosici.
  • Indicato per le infezioni vaginali, in quanto aumenta la flora batterica benefica per l’organismo. I batteri nella vagina possono arrivare alla vescica tramite l’uretra, provocando forme di cistite in modo particolare dopo rapporti sessuali. Nella vagina potrebbero infatti crearsi delle microlesioni durante i rapporti, dove vanno ad annidarsi i batteri, i quali possono riprodursi ed infettare l'uretra e la vescica. Perciò l’attacco di cistite si può verificare anche dopo 24-48 ore dal rapporto. In questi casi si può inserire del mannosio tramite lubrificanti vaginali.
  • La cistite interstiziale è una forma di patologia ancora non ben definita, ma contro di essa è molto efficace.
  • Spesso la cistite può trasformarsi in prostatite, in questi casi il D-mannosio può essere utilizzato con l’uva ursina (anche se ci sono dei medici non particolarmente d’accordo con questa cura).

Si possono così riassumere gli effetti benefici del D-mannosio:

  • Non crea resistenze
  • Non altera la flora batterica
  • Non indebolisce l’organismo
  • Non crea disturbi né in gravidanza né in allattamento
  • Agisce a livello vescicale e non compie nessuna azione a livello sistemico

Controindicazioni

Le controindicazioni del D-mannosio sono pochissime e temporanee

  • Flatulenza (in alcuni casi il D-m. potrebbe non essere digerito correttamente, questo provoca una fermentazione dei batteri che genera aria e disturbi addominali anche se solo per pochi giorni)
  • Diarrea
  • Meteorismo
  • Urgenza minzionale (alcune donne hanno ravvisato la necessità di urinare continuamente nel giro di pochi minuti. Ciò può dipendere dai soggetti, ma i disturbi durano pochi giorni).
  • Interferenza renale (nel caso in cui il paziente soffre di patologie renali, è opportuno usare il prodotto in oggetto sotto controllo medico poiché potrebbe sovraccaricare i reni).

Il D-m. è sostanzialmente privo di effetti collaterali, per questo motivo può essere assunto da bambini, celiaci, donne in gravidanza e diabetici.

La cistite si verifica spesso in gravidanza, un motivo in più per assumere un prodotto naturale come alternativa all’antibiotico, sempre dietro un consulto ginecologico.

Questo prodigio della natura, è facilmente reperibile in farmacia, parafarmacia o erboristeria e si può assumere in modo rapido e veloce in via sublinguale, ma prima è consigliabile svuotare completamente la vescica.