conto corrente zero spese

Conto corrente zero spese? Si! Oggi più che mai, la crisi economica impone un'accurata gestione delle risorse finanziarie. Si possono risparmiare molti soldi, anche semplicemente attivando un conto corrente online. Si, un conto corrente tradizionale, costa mediamente più di 100 € l'anno (se non si fanno molte operazioni, altrimenti...), online invece, le cose cambiano notevolmente. Vediamo come!

Conto corrente zero spese: com'è possibile?

Ormai è appurato, i conti correnti online sono più convenienti di quelli tradizionali. Molti di questi, offrono condizioni davvero interessanti e non di rado, scegliendo il conto online (vedi esempio conto conto My Genius a canone zero ed attivabile direttamente online) più adatto alle proprie necessità, si può arrivare senza particolari difficoltà ad azzerare tutti i costi.

Il motivo principale per cui il costo di un conto corrente online è più basso, sta nel fatto che utilizzando questo servizio, le banche hanno minori costi di gestione. I conti online, permettono alle banche di erogare servizi senza necessariamente aprire filiali sul territorio, di conseguenza meno dipendenti, meno costi per affitto o acquisto dei locali e del loro mantenimento (riscaldamento, condizionamento, luce, apparecchiature, ecc. ecc.).

Vantaggi del conto online

  • Costi ridotti o nulli per effettuare la maggior parte delle operazioni;
  • Disponibilità del servizio bancario 24 ore su 24;
  • Controllo completo del conto in tempo reale.

Come scegliere il miglior conto zero spese

Come prima cosa, vi segnalo un indicatore di carattere generale che vi permetterà di fare una prima scrematura sulle varie offerte che vi troverete ad analizzare. Ci viene in aiuto un indice chiamato ISC (Indice sintetico di costo), introdotto da Banca Italia il 26-05-2010 ed obbligatorio per tutte le banche.

Grazie a questo indice è possibile avere una chiara sintesi sui costi generali di un conto corrente, sia esso tradizionale (gestito da sportello presso una filiale), sia on-line. L'indicatore ISC lo si trova nei fogli informativi dei vari pacchetti offerti dalla banca.

  1. Una raccomandazione: ricordati che questi dati sono indicativi e non includono dati come interessi passivi / attivi, ne l'imposta di bollo, che attualmente di € 34,20 (per i conti correnti personali).
  2. Come seconda cosa, occorre avere ben chiaro il tipo di utilizzo che si fà del conto corrente. Oggi le banche un pò come le compagnie telefoniche, hanno pacchettizzato le offerte dei conti correnti, siano essi on-line che tradizionali. Cosa significa? Ebbene, significa che il consumatore deve essere ben informato su come utilizza il suo conto corrente, in modo da scegliere quello che gli permette di avere il costo più basso con il massimo dei vantaggi. Le domande da farsi e a cui rispondere son le seguenti:
  3. Quali le commissioni sulle operazioni effettuate? Quando si effettuano delle operazioni come ad esempio: fare un bonifico, domiciliare una bolletta, staccare un assegno, fare un prelievo allo sportello, al bancomat, con carta di credito, che costi ha? Se ve ne sono, quante operazioni sono previste gratis incluse nell'offerta?
  4. Cosa succede se il conto va in rosso anche se per pochi euro? Attenzione, andare con il conto in passivo, significa (se non previsto), costi elevati di gestione del fuori fido e di interessi passivi. Se spesso vi trovate con il conto in saldo negativo, valutate la possibilità di un finanziamento che per sua natura è meno esoso del fuori conto.
  5. Viaggi spesso all'estero? Controlla attentamente i costi sulle operazioni effettuate fuori dall'Italia, prestando attenzione in quali paesi queste vengono applicate, in tal caso, spesso può risultare più conveniente utilizzare delle carte prepagate.
  6. Sul conto hai spesso somme superiori ai 3000 €? In tal caso, controlla che interessi vengono offerti sulle somme in attivo e a quali condizioni.

Come trovare un conto corrente senza costi di gestione

Per semplificare la ricerca di un conto corrente online, vi sono siti che offrono un servizio in grado di facilitare la scelta del proprio conto corrente zero spese (o quasi). Ecco i migliori...

Facile.it; Confrontaconti.it