Piastrella rotta

Quella piastrella rovinata... Ok, è giunto il momento di sostituirla, ma come si fa? In aiuto per te, la pratica guida fai da te!

Come sostituire la piastrella danneggiata

Materiali ed attrezzi

  • Piastrelle
  • Mastice
  • Cemento riempifughe
  • Trapano
  • Spatola dentata
  • Spatola
  • Spugna
  • Livella
  • Martello e scalpello

1.Come prima cosa, "armati" del nostro trapano, facciamo diversi fori (una punta da muro 6 - 8 sarà sufficiente) sulla piastrella danneggiata.

2.Ora con l'ausilio del martello e scalpello, cominciamo (partendo dal centro) a spezzettare la piastrella sfruttando i fori fatti prima. In prossimità delle piastrelle buone, prestare molta attenzione, potreste danneggiarle!

3.Tolto ogni pezzo di piastrella, possiamo procedere a pulire la parte appena scoperta con la spatola, in modo da spianare al meglio la superficie.

4.Ora è il momento di applicare il mastice (ve ne sono di specifici in vendita presso ferramenta o rivendite di materiali edili), direttamente sulla piastrella, con la spatola dentata cospargerne l'intera superficie. Collocate ora, la piastrella nella sede precedentemente ripulita e premete con forza, successivamente con l'ausilio della livella controllate che sia perfettamente allineata con le altre. Prima che indurisca, provvedere a togliere con la spugna bagnata, l'eccesso di mastice fuoriuscito dalle fughe, in modo da liberare lo spazio necessario per il cemento (specifico per il riempimento delle fughe), che possiamo applicare con la spatola (quella piatta non dentellata), prima che il cemento asciughi togliere quello in eccesso con la spugna bagnata.

Finitura finale

Molto probabilmente, il colore delle "fughe", non sarà omogeneo,per risolvere ed effettuare quindi un lavoro a "regola d'arte", possiamo servirci di un prodotto prodotto sbiancante per materiali cementizi, che passato con il relativo tampone sulle altre commessure provvederà ad uniformare il tutto.