Donna disperata perché le unghie sono brutte

Unghie fragili, rigate, squamate, che si sfaldano, non elastiche, che si rompono facilmente? Non disperare, ci sono molte soluzioni in grado di migliorare sensibilmente la salute delle tue unghie!

Come rinforzare le unghie - Rimedi fai da te

Con semplici ingredienti naturali come, olio di oliva, succo di limone, olio di ricino ed olio essenziale di limone, possiamo preparare impacchi che se applicati regolarmente possono rinforzare notevolmente le unghie. Bastano 10 - 15 minuti al giorno di amorevoli cure e le vedrai tornare sane, forti, e belle.

Impacco all'olio di oliva e limone.

Mescola 4 cucchiai di olio di oliva con mezzo cucchiaino di limone e metti le unghie in ammollo per almeno 10 minuti. Ripeti questa operazione tutti tutti i giorni fino a quando non si ottengono i risultati desiderati. Successivamente, per mantenere il risultato raggiunto ripeti questo trattamento, per 3 - 4 volte la settimana.

Smalto rinforzante

Recupera una vecchia boccetta di smalto incluso il pennellino, puliscila con dell'acetone, puoi aiutarti con il pennellino stesso della boccetta. Riempi la boccetta con il 50% di olio di ricino ed il 50% di olio di oliva, avendo cura di lasciare un poco di spazio per aggiungere 10 gocce di olio essenziale di limone. Applica il composto la sera prima di coricarti, in breve tempo vedrai le tue unghie rinascere!

Crema rinforzante

In farmacia procurati una crema base che andrai ad arricchire con un cucchiaino di olio di oliva, e 10 - 15 gocce di olio essenziale al limone. Amalgama bene il tutto ed applica sulle unghie (volendo anche su tutta la mano) un paio di volte al giorno, e massaggia per facilitarne l'assorbimento.

Leggi anche: Micosi unghie - onicomicosi: le cause e le cure

Rimedi pronti per rinforzare le unghie

Certamente! In commercio vi sono diversi prodotti formulati per aiutare a risolvere il problema, ne elenchiamo alcuni...

Smalto indurente: lo si trova in profumeria. Prima di acquistarlo, assicuratevi che lo stesso sia ricco di principi attivi (in particolare di vitamine), vale la pena spendere qualcosa in più per avere un prodotto efficace.

Integratori alimentari rinforzare le unghie, capsule e pastiglie: prese a pranzo e a cena, vanno ad integrare quei nutrienti essenziali per rafforzare le unghie.

Vitamine e proteine

Qualora il problema delle unghie fragili sia la conseguenza di una alimentazione che presenti carenze alimentari, sarà sufficiente assumere cibi che ricchi di nutrienti utili a colmare tali carenze.

  • La vitamina A la si trova in: olio di fegato di merluzzo, carote, fegato, patate dolci, prezzemolo, spinaci, mango, melone, burro, albicocca, zucca, pomodoro, uova, latte.
  • La vitamina B la si trova in: lievito di birra, il germe di grano, nel fegato, nell'erba medica, nell'ortica, nella pappa reale, polline, riso intero, grano intero legumi, nocciole, mandorle, noci, banane, tuorlo d'uovo, carne di maiale, tonno, ortaggi verdi freschi, patate.
  • Le proteine sono maggiormente presenti in: formaggi, uova, legumi, carni magre come vitello e manzo, carni magre come pollo, agnello, maiale, tacchino, pesce, soia. Se prediligi l'alimentazione vegana, ti consigliamo di leggere questo articolo che tratta l'argomento degli alimenti vegetali ad alto contenuto proteico.

Migliorando l'alimentazione, in un paio di mesi si potrai notare ottimi risultati sulle tue unghie. Di fondamentale importanza è essere costanti e diligenti nel non abbandonare le nuove buone abitudini alimentari.

Leggi anche... Unghie rigate: come risolvere?

Unghie deboli? Ecco le possibili cause

  • Unghie bombate che premono sul polpastrello, sono indice di problemi legati al fegato;
  • Chiazze rosse presenti sul bordo e sulla superficie dell’unghia, indicano invece che vi sono problemi di natura dermatologica come ad esempio la psoriasi;
  • Righe longitudinali e chiazze bianche, indicano che il calcio ed il ferro che assumono non sono sufficienti al fabbisogno dell’organismo;
  • Le sole macchie bianche, indicano carenza di proteine;
  • Le unghie con una bassa elasticità e particolarmente delicate, indicano che vitamina A e calcio sono insufficienti;
  • Righe verticali sono la “spia” di insufficienza della vitamina B.