manutenzione condizionatoore

Hai notato che pur avendo il condizionatore "a manetta" l'aria che circola è poco potente e risulta viziata? Hai la sensazione che il tuo apparecchio sia malfunzionante, o comunque non garantisce più le prestazioni di qualche mese fa? Ti sembra che l'aria sia tiepida e non fornisce il giusto raffrescamento all'interno delle varie stanze? Non preoccuparti, non necessariamente il tuo dispositivo è guasto, molto probabilmente ha bisogno di un pò di manutenzione. In questo articolo ti spiegherò come pulire il condizionatore, soprattutto lo split. Ti illustro tutti i vari passaggi da seguire per fare la manutenzione ordinaria così che il tuo impianto di climatizzazione tornerà come nuovo, pronto a datrti aria fresca priva di polvere e batteri.

Pulire il filtro del condizionatore è importante innanzitutto per la salute, poiché favorisce il passaggio di aria salubre, priva di tutti quei residui, polveri e batteri. Le persone che soffrono di asma o di malattie di natura respiratoria devono vivere in un ambiente sano, perciò una pulizia corretta è necessaria anche per migliorare il comfort e l'abitabilità di una casa. Oltre a quanto appena detto, fare la manutenzione del condizionatore migliora notevolmente le prestazioni dello stesso riducendone il consumo energetico e allungandone la durata. Ti senti pronto? Bene, allora iniziamo subito!

Manutenzione del condizionatore in 4 semplici passaggi

La prima operazione da fare prima di pulire il condizionatore è staccare la corrente per metterti al riparo da qualsiasi rischio. La sicurezza prima di tutto: a questo punto puoi iniziare con il primo step.

1. Come pulire il gruppo evaporatore 

manutenzione condizionatore pulizia evaporatore

Primo passaggio: alza il coperchio esterno dello split e con un aspirapolvere rimuovi accuratamente lo sporco e la polvere presenti sulla superficie dell'evaporatore. A questo punto pulisci a fondo con una spugna in microfibra, rimuovendo ogni tipo di sporco compreso l'umido e l'unto. Per ottimizzare ulteriormente la pulizia ti consiglio di spruzzare sul panno qualche goccia di detergente con azione germicida, capace di asciugarsi rapidamente e di igienizzare perfettamente la zona trattata, creando una sorta di barriera invisibile che impedisce la formazione dello sporco. Questa sarà la prima difesa importante per il tuo dispositivo contro i "nemici" esterni.

2. Come pulire il filtro a rete o a carbone

pulizia filtro split condizionatore

Il secondo importante passaggio da compiere è pulire i filtri, un componente fondamentale per ottimizzare le prestazioni del condizionatore ed arere aria pura. Se il tuo dispositivo ha dei carboni attivi al suo interno, bisogna sostituire quelli esausti e poi lavare a parte quelli ancora buoni con acqua tiepida. Il filtro, dotato di una rete di nylon, deve essere rimosso delicatamente e poi pulito con un compressore per eliminare la polvere superficiale. Successivamente puoi lavarlo a mano con sapone e con acqua tiepida. Risciacqua il filtro più volte, dopodiché fallo asciugare all'aria aperta ma distante dalla luce solare che rischierebbe di ossidarlo. Quando il filtro è asciutto passa su tutta la superficie un pennello imbevuto di uno sgrassatore per eliminare lo sporco più ostinato. Questa è un'operazione da svolgere con la massima cura, poiché il filtro permette il passaggio di aria salubre, sana e pulita.

3. Pulizia delle bocchette di emissione

pulizia bocchette condizionatore

Le bocchette di emissione e delle canalizzazioni devono essere pulite con grande cura, altrimenti il lavoro risulterà incompleto o addirittura inutile. Dopo averle pulite per bene, bisogna aspettare che le bocchette siano perfettamente asciutte, brillanti e solo in quel momento puoi inserire nuovamente il filtro igienico precedentemente lavato nel dispositivo. Dopo aver pulito tutta la parte interna del climatizzatore, accendilo per assicurarti che l'aria esca in modo omogeneo e che tutto funzioni perfettamente. Se hai svolto la pulizia correttamente, l'emissione di aria sarà perfettamente calibrata ed armoniosa.

4. Pulizia dell'unità esterna

pulizia manutenzione pompa del condizionatore

Potresti pensare che, una volta conclusa la pulizia della parte interna del condizionatore, il tuo lavoro sia finito qui. In effetti ci siamo quasi, ma devi fare un altro piccolo sforzo per donare una seconda giovinezza al tuo dispositivo. Pulire il gruppo motore fa parte della nonrmale manutenzione, non è un'operazione secondaria o superflua come molti pensano, poiché l'unità esterna dell'apparecchio potrebbe essere bloccata da smog, pollini e polvere che rendono le prestazioni poco performanti.

Prima di iniziare, per garantire la tua  sicurezza è importante staccare la corrente... fatto? Ok ora conn un cacciavite a croce togli le viti che fissano il pannello frontale al resto del corpo macchina, ora puoi iniziare a rimuovere  lo sporco superficiale, meglio se hai un compressore dato che l'aria compressa può arrivare praticamente ovunque. Ora con l'aiuto di un panno umido puoi pulire quelle parti rimaste sporche, magari usa anche uno spray capace di uccidere germi così l'aria che arriva allo split sarà già parzialmente purificata. Infine controlla attentamente le tubature esterne, poiché se sono rovinate o usurate dal tempo devono essere sostituite da un tecnico professionista.

Suggerimento finale

Ti do un consiglio: nei mesi invernali, durante i quali l'impianto di condizionamento resta spento, coprilo con un telo che lo proteggerà contro gli agenti atmosferici e lo sporco. In questo periodo di inattività infatti sulla parte esterna si addensano batteri, pollini e polvere che possono provocare guasti e malfunzionamenti. Coprendo adeguatamente il dispositivo noterai subito la differenza alla prima accensione, quando il ricircolo dell'aria sarà molto più fluido ed omogeneo.

Articoli correlati