Muffa in un angolo di un soffitto

Come eliminare la muffa sui muri di casa in modo pratico e veloce. In questo articolo scopriremo il perché si forma la muffa e successivamente vedremo come porre rimedio a questo problema che rende malsane le abitazioni che ne sono afflitte. Pochi utili suggerimenti per risolvere il problema alla radice ed eliminare la muffa per sempre!

Perché si forma la muffa sui muri

Termorilevamento parete

Sapere come eliminare la muffa non è sufficiente in quanto, se non si coprende il perché della muffa sui muri e non si risolve il problema che la causa, probabilmete questa si ripresentrà dopo qualche tempo. Vediamo di approfondire un pò....

La condensa che si forma all'interno di una stanza è sintomo della presenza di eccessiva umidità nell'aria, la quale crea l'ambiente ideale per la proliferazione dei funghi che trovano così negli angoli e nelle zone meno areate la superficie ideale dove attecchire e moltiplicarsi infestando così le nostre case.

La buona notizia è che essendo microrganismi vivi possiamo intervenire per sterminarli liberando così le zone sui muri dove questi si sono insediati.

La muffa sui muri si manifesta con la comparsa di macchie di colore scuro, le zone dove si formano più facilmente sono gli angoli delle pareti, soprattutto in quelle esposte a Nord e con meno esposizione solare e poco coibentate.

Per capire e rendere visibile questo fenomeno ci viene in aiuto questa foto ad infrarossi dove possiamo osservare le diverse temperature della parete esposta a questo fenomeno.

Osservando la foto possiamo notare dal grafico che le diverse zone hanno temperature diverse con uno sbalzo termico fino a sette gradi e la zona blu sarà quella che più si presterà al proliferare dei funghi che formeranno la muffa sui muri.

Come eliminare la muffa: soluzioni

Soluzione 1: prodotti antimuffa

Per eliminare la muffasui muri (i batteri che la compongono) efficacemente, il metodo corretto non sarà quello di carteggiare e ridipingere la parete ma bensì, utilizzare appositi prodotti facilmente reperibili nei negozi specializzati nella vendita di materiali per addetti ai lavori di tinteggiatura. Nella maggioranza dei casi i prodotti atti allo scopo sono a spruzzaggio e una volta nebulizzati sulla zona interessata sarà buona norma areare il locale per alcune ore non soggiornando nello stesso.

Eliminati i batteri che formano la muffa, sarà buona regola consolidare il lavoro svolto ridipingendo la parete. Essendo una parete soggetta ad elementi che favoriscono la formazione della muffa dovremo (con l'aiuto del fornitore specializzato) formulare una pittura che conterrà un addittivo antimuffa incolore che si presterà bene sia per la pittura bianca che colorata. Così facendo consolideromo il trattamento antimuffa effettuato e ci garantiremo una maggiore durata anche nel caso in cui la parete sia molto umida.

Soluzione 2: la candeggina

Come spesso accade, c'è la possibilità di risolvere il problema con una semplice e pratica soluzione. Muniti di guanti, mascherina ed occhiali protettivi, versate della comune candeggina in uno spruzzino. Aprite le finestre e procedete ad irrorare le superfici affette dalla odiata muffa, che, irrorata di candeggina, morirà in brevissimo tempo. Non passate assolutamente con la spugna la parte irrorata, aspettate che asciughi, dopodichè potrete carteggiare la parete e successivamente pitturarvi nuovamente il colore che più vi aggrada.

Per ottimizzare la resa di questa operazione si consiglia di integrare la pittura con un prodotto antifungino, questi prodotti si trovano presso i rivenditori di pitture edili, bricofer e ferramenta.

Infine un'latro metodo per aggredire ed eliminare la muffa consiste nell'utilizzare acqua ossigenata.

Come evitare che la muffa si riformi

  • Evitare di asciugare la biancheria all'interno delle stanze e se possibile cambiare sempre stanza in modo da non concentrare l'umidità sempre nella stessa.
  • Arieggiare il bagno dopo una doccia o bagno caldo evitando così che si formi la condensa.
  • Utilizzare deumidificatori
  • Utilizzare la cappa della cucina e areare il locale quando si cucinano cibi che sprigionano molta umidità nell'ambiente causando molta condensa.
  • Limitare le piante all'interno delle singole stanze specie quelle soggette alla formazione della muffa.
  • Durante l'inverno posizionare una sorgente di calore nella zona soggetta ad essere la più fredda (vedi foto infrarossa)
  • Mantenere una temperatura interna intorno ai 20 gradi°C
  • Areare regolarmente casa tenendo conto che a finestre aperte bastano due minuti per cambiare l'aria, un tempo maggiore sarà inutile e disperderà maggior calore (quello accumulato nelle pareti e nella mobilia) aumentando i costi del riscaldamento

Conclusioni

Come eliminare la muffa l'abbiamo appreso, ma ricorda: la muffa per proliferare ha bisogno di umidità, rimuovendo la stessa ecco che è possibile evitarne il ritorno. Valuta i suggerimenti dati e cerca di capire se puoi attuarne qualcuno in modo da migliorare il microclima della tua casa e sbarazzarti così per sempre dalla muffa.