Come coltivare il fico sul balcone

Non hai un giardino ma ti piacerebbe coltivare il fico sul balcone o sul terrazzo? E' più facile di quanto immagini: basta il giusto clima, delle piccole accortezze per il terreno e potrai godere dell'inimitabile piacere che solo la frutta fresca può regalare.

Impianto del fico in vaso

Il fico è una bellissima pianta dai frutti dolcissimi. Conosiuta anche con il nome di ficus carica, la pianta del fico risulta essere fortemente ornamentale per il balcone grazie alle sue foglie lobate. Per piantare il fico in balcone si comincia con il vaso: è consigliabile acquistare un vaso del diametro di circa 60 cm (vista la grandezza importante che la pianta raggiungerà crescendo) con il fondo forato per contrastare i ristagni d'acqua.

Una volta acquistato il vaso si può procedere con la messa a dimora del fico rigorosmente durante le stagioni cosiddette "di mezzo" ossia: l'autunno e gli inizi della primavera.

Clima ideale

Coltivare il fico sul balcone o sul terrazzo significa garantirgli di essere baciato dal sole. Questa pianta predilige, infatti, il clima secco e non ventilato. Nelle zone settentrionali, ad esempio, è necessario sitemarla in posizione soleggiata ma riparata da eventuali muri creando, così, una sorta di serra all'aperto. Non sopporta le zone umide e nebbiose quindi, soprattutto nel periodo invernale, sarà bene ripararla da pioggia e gelo.

Coltivazione

Quando si decide di voler coltivare il fico sul balcone o sul terrazzo si dovrà prendere consapevolezza che il momento della coltivazione rappresenta il passaggio più importante. Se il detto "chi ben comincia è a metà dell'opera" è vero anche per il fico, lo saprete avendo cura di seguire queste linee guida per la scelta del terreno:

  • non deve essere troppo compatto ma, anzi, piuttosto leggero
  • deve essere assolutamente ben drenato
  • deve essere leggermente calcareo

Per quanto riguarda la concimazione, richiede una quantità ridotta di concime completo da somministrare nel periodo della ripresa vegetativa.

Le irrigazioni, invece, devono essere regolari ma attenzione: controllate sempre che la terra nei vasi non si asciughi mai completamente.

Raccolta

Dopo cure e accortezze, finalmente arriva la raccolta. I frutti del fico sono maturi e pronti per essere gustati quando diventano molli e la buccia si screpola. Per quanto riguarda le varietà rifiorenti, i frutti maturano in due periodi dell'anno: sia a giugno che a agosto. Per tutte le altre, sempre in base alle varietà, la maturazione dei frutti avviene dalla metà dell'estate all'inizio dell'autunno.

Guida alla scelta

Di origine mediterranea, la pianta del fico si presenta in più varietà, tra cui le più pregiate sono:

  • il "san Pietro" nero o bianco con frutti che maturano all'inizio di luglio e a fine agosto;
  • il "Brogiotto" nero o bianco con frutti che maturano in settembre

Sempre in base alle varietà, la pianta di fico produce una o due generazioni di frutti con la buccia verde, viola o nera.

Alla luce di tutte queste nozioni è chiaro che, coltivare il fico sul balcone o sul terrazzo, è possibile ed estremamente soddisfacente: lo saprete quando gusterete i vostri frutti personali appena raccolti.