Ulivo in vaso

Ma una pianta imponente e maestosa come l'olivo può essere coltivata sul balcone? Inconcepibile da sistemare su un balcone o su un terrazzo per l'idea che tutti ne abbiamo. Invece, ecco che tutto è possibile, una pianta maestosa e dalle origini antichissime può essere concentrata in un vaso, vediamo come coltivare l'olivo sul balcone.

Impianto

A differenza di altre piante molto più "semplici", se così possiamo definirle, l'olivo non nasce dal seme nelle nostre case ma si acquista già come "pianta formata". Nei vivai, infatti, troveremo la pianta dell'olivo dai due anni in su , nate da talea oppure per innesto dell'olivo selvatico. Queste ultime sono decisamente le più resistenti nel tempo.

E' possibile procedere con il trapianto alla fine dell'autunno e alla fine dell'inverno.

Clima ideale

L'olivo caratterizza dai tempi dei tempi le zone mediterranee in cui il mare e il sole la fanno da padroni. Ne consegue che, per intuito, il clima prediletto dalla pianta è il caldo. Nonostante questa verità universale, anche le zone mediterranee hanno quattro stagioni e non tutte e quattro particolarmente calde per cui, l'olivo sopporta bene anche il freddo inverno quando, occasionalmente, le temperature scendono in modo eccessivo.

Nelle zone troppo rigide, invece, la pianta va tenuta al riparo purchè, in ogni caso, sia posizionata in zona:

  • soleggiata
  • ventilata
  • asciutta
  • mai troppo calda (parliamo sempre del periodo invernale)

Coltivazione

Per la scelta del terreno ideale per coltivare l'olivo sul balcone è bene sapere che questa pianta predilige un terreno:

  • di medio impasto
  • fresco ma non umido

All'inizio della primavera è altamente consigliato procedere alla concimazione con un fertilizzante organico. Per quanto riguarda le irrigazioni, invece, è bene non eccedere, vanno fatte di tanto in tanto in base alle condizioni del terreno (soprattutto in periodi di gran caldo).

Raccolta

Il frutto dell'olivo, drupe, passa dal color verd,e quando è acerbo, al rossastro o nero. La raccolta va fatta a partire da novembre nelle zone più calde e un pò più tardi nelle zone settentrionali. L'olivo non regala un frutto consumabile al momento perché appena colto risulta amarissimo. Per poterlo mangiare sarà necessario effettuare dei trattamenti come le immersioni ripetute in acqua fredda oppure farlo seccare al sole o in forno.

Guida alla scelta

Esistono tante varietà di olivo, sia da mensa che da olio e sono spesso classificate anche in base alle condizioni climatiche. Tra le varietà da olio ricordiamo:

  • Leccino
  • Frantoio
  • Coratina
  • Moraiolo

Tra le varietà da mensa la più famosa è sicuramente la "Ascolana".

Per tornare alla coltivazione sul balcone, invece, è bene sapere che, per questo tipo di destinazione, è preferibile scegliere una delle varietà nane.

Il balcone c'è, il vaso c'è, la terra c'è: coltivare l'olivo sul balcone diventerà motivo di orgoglio, provare per credere.

Articoli correlati