Coltivazione del peperoncino in vaso

Hai deciso di coltivare da te il peperoncino? Questa guida può aiutarti ad ottenere ottimi risultati.

Il Peperoncino

Della famiglia delle solanacee, il peperoncino è utilizzato come pianta aromatica sin dall'antichità. Arriva in Europa grazie a Cristoforo Colombo e successivamente si diffuse anche in Asia ed altre parti del mondo. Questa pianta predilige zone molto soleggiate. Il clima mediterraneo, soprattutto quello del sud Italia si presta molto bene alla sua coltivazione, e con qualche accorgimento, non si hanno difficoltà nel coltivarla anche nel resto d'Italia

Periodo di semina

I mesi ideali sono Febbraio e Marzo, ma se disponete di una serra in grado di mantenere la temperatura al disopra dei 15 °C. è possibile iniziare la semina a partire da Dicembre in modo da ottenere con discreto anticipo il raccolto.

Quale è il terreno più adatto

Per la geminazione, non occorre un terreno con particolari caratteristiche. Il terriccio universale si presta benissimo allo scopo in quanto soffice e morbido, permetterà alle radici di crescere senza problemi.

Come si semina il peperoncino

semenzaio

Se non disponete di un semenzaio potete ovviare utilizzando semplici bicchieri di plastica (disinfettati con acqua e varechina per uccidere eventuali funghi o parassiti), a cui farete dei taglietti sull'angolo del fondo, in modo da permettere all'acqua in eccesso di fuoriuscire. Riempite fino a 3/4 i bicchieri di terriccio e depositate al suo interno 2 - 3 semi leggermente distanti fra loro, fatta questa operazione, ricoprire il tutto con circa mezzo centimetro di terriccio, una leggera pressione ed il gioco è fatto. Per rendere possibile la germinazione occorrerà innaffiare di frequente e portare l'ambiente circostante ad una temperatura di 23 - 25 °C. Dopo circa due settimane le piantine saranno abbastanza grandi per essere travasate singolarmente in vaschette alte e larghe circa 7 - 8 cm. dove resteranno fino a primavera, quando la temperatura esterna non sarà mai inferiore ai 14 - 15 °C.

Il trapianto in vaso o in giardino

E' giunto il momento di trapiantare le vostre piantine definitivamente. Che sia in giardino, o in un vaso (30 - 35 cm. di diametro), l'importante e che la zona sia molto soleggiata.

Ricordate che in inverno, se le temperature esterne scendono sotto i 14 - 15 °C sarà necessario spostare le piante nel vaso, in un ambiente riparato (anche in casa può andare bene).

Cura e concimazione

Come detto in precedenza, durante la germinazione occorre fornire al seme abbondante acqua, prestando molta attenzione ai ristagni. Una volta che la germinazione è avvenuta ed abbiamo travasato le piantine, occorrerà meno acqua che sarà aggiunta di volta in volta quando il terreno è asciutto. Due volte all'anno sarà buona abitudine concimare il terreno con apposito fertilizzante (ricco in fosforo) che potete acquistare presso un vivaio o anche da un fioraio. La potatura avviene nel periodo di Marzo, si rimuovono rami e foglie secche, questa operazione è particolarmente delicata, in coda all'articolo un link utile per approfondire l'argomento. Ogni due mesi circa, zappettare il terreno nei pressi della pianta al fine di rimuovere le erbe infestanti (operazione chiamata sarchiatura).

Raccolta e stagionatura

piccante-peperoncino

Agosto e Settembre sono i mesi in cui generalmente i peperoncini sono rossi e maturi. Una volta raccolti si possono utilizzare subito, conservati sott'olio, o in alternativa messi ad essiccare al sole e successivamente macinati fino a ridurli in polvere.

Conclusioni

Molto bene, adesso che hai tutte le informazioni per coltivare il peperoncino non resta che cimentarsi in questa avvventura. Buona coltivazione.