coltivazione insalata da taglio

Guida pratica alla coltivazione della insalata da taglio sul balcone. Semina in vaso rettangolare o in cassetta. Clima, terreno ideali.

Insalata da taglio: la semina

Periodo di semina: messa direttamente a dimora, l'insalata da taglio si può piantare durante tutto l'arco dell'anno, eccezione fatta per i mesi più caldi e quelli più freddi.

Il metodo di semina è quello detto "a spaglio", quindi procedere come segue: dopo aver inumidito e mescolato il terriccio universale con del concime "composto" o dello stallatico (non ne occorre molto), possiamo cospargere la superficie con i semi che, successivamente ricopriremo con due o 3 millimetri di altro terriccio (magari mischiato con della sabbia per rendere omogenea la copertura dei semi).

Ora possiamo inumidire con uno spruzzino avendo cura di posizionate il vaso / cassetta in una zona non esposta direttamente al sole e di mantenere il terreno costantemente umido. Nel giro di 5 - 10 giorni le piantine inizieranno a germogliare.

Clima - terreno - innaffiatura

L'insalata da taglio non sopporta né il caldo eccessivo, né il gelo. Nella stagione fredda, specie nelle regioni del nord è necessario fornire una adeguata protezione. Nel periodo in cui il clima è favorevole, questi ortaggi si trovano bene nelle posizioni a mezza ombra. Il terreno ideale è quello avente una media consistenza. Per le coltivazioni sul terrazzo o balcone, il terriccio universale andrà più che bene.

Le innaffiature devono essere frequenti; il terreno deve rimanere costantemente umido e non vi devono essere ristagni di acqua (sul fondo del vaso possiamo mettere dell'argilla espansa o piccoli sassolini per favorire il drenaggio).

Il metodo di innaffiatura a pioggia è da evitare in quanto le foglie ne sarebbero schiacciate e rese maggiormente vulnerabili ai raggi solari che potrebbero "bruciarle", si procederà quindi versando l'acqua direttamente sul terreno nel tardo pomeriggio, poco prima del tramonto.

Raccolta e consumo

Il vantaggio del seminare le insalate da taglio è anche quello di portarle in tavola in tempi brevi, infatti il ciclo vegetativo di questi ortaggi è davvero rapido, possono bastare anche sole 3 settimane per gustarne la bontà.

La raccolta avviene mezzo coltellino o forbice. Andremo quindi a tagliare l'insalata appena sopra il colletto, quando le foglie avranno raggiunto i 10 - 12 centimetri di altezza. Nel giro di pochi giorni la pianta avrà di nuovo ricacciato e potremo nuovamente tagliarne le foglie (avremo così diversi raccolti).

Guida alla scelta

Particolarmente adatte alla coltivazione nei vasi sono le varietà:

  • Bionda a foglie lisce, che rivegeta molto rapidamente;
  • Biscia rossa, con foglie molto tenere e colorate;
  • Bionda ricciolina, che ha foglie verde chiaro ed increspate;
  • Rucola, dalle foglie piccanti e ricche di vitamine;
  • Misticanza, trattasi di un miscuglio di diverse varietà;
  • Catalogna, con le caratteristiche foglie allungate e croccanti.