Carte di credito senza conto corrente bancario

Ultimo aggiornamento 03/07/2020 di Giuseppe Rossetti

Quali carte di credito senza conto corrente sono in circolazione? Come funzionano? E quale è la migliore opzione per le proprie esigenze? Una mini-guida alle carte di credito per scoprire i dettagli delle carte dedicate a chi non possiede un conto. Andiamo quindi a conoscere le famose carte prepagate!

Attenzione: prima di proseguire nella lettura, se non conosci bene il funzionamento di queste carte leggi l’articolo: come funziona una carta di credito.

Carte di credito senza conto corrente: cosa sono

In breve, una carta di credito senza conto corrente altro non è che una carta prepagata. Di fatto la differenza sta nel fatto che le carte di credito per funzionare, devono essere necessariamente collegate ad un conto corrente bancario. Le altre invece sono svincolate perché il credito può essere ricaricato nonostante non vi sia un conto. I soldi vanno direttamente sulla carta non più sul conto da dove le altre carte scalano gli importi pagati.

Richiedi adesso la tua Carta Hype Gratis

Per comprendere meglio possiamo pensare la carta prepagata come portafoglio virtuale nel quale può essere aggiunto denaro in differenti modi che vedremo più avanti.

A differenza di quelle a saldo, le ricaricabili non consentono di andare “sotto” budget. Queste ultime in realtà consentono di utilizzare il denaro precaricato. In questo modo non si incorre nel versamento di interessi e spese accessorie che caratterizzano le comuni carte di credito.

Tipologie di carte disponibili

Le più gettonate sono le carte di credito gratuite senza conto corrente richiedibili online. Queste si distinguono in carte ricaricabili, carte con IBAN e carte usa e getta.

  • Le ricaricabili standard: sono carte che vanno caricate dall’utilizzatore prima di poter essere utilizzare. Le ricariche in genere si effettuano online, oppure versando l’importo stabilito, presso lo sportello dell’istituto che ha rilasciato la carta. In alcuni casi è possibile effettuare le ricariche anche presso le agenzie Sisal e Lottomatica abilitate.
  • Le carte ricaricabili con IBAN sono assimilabili, per le funzioni che posseggono alle carte conto. Sono dotate di codice IBAN pertanto attraverso di esse è possibile farsi accreditare lo stipendio, riceve ed inviare bonifici ecc.. A queste funzioni si aggiungono quelle che caratterizzano le prepagate standard. In pratica queste consentono anche di: effettuare prelievi dagli sportelli automatici, fare ricariche telefoniche e fare acquisti presso i classici negozi o sul web.
  • Le carte “Usa e getta” non sono ricaricabili, queste hanno un credito spendibile già impostato all’atto dell’acquisto. Una volta utilizzato il credito carta diventa inutilizzabile.

Chi può richiedere la carta di credito senza conto corrente?

Queste carte possono essere richieste facilmente da chiunque sia online che in banca. Sono talmente versatili e privi di rischi per chi le emette che queste possano essere richieste anche da cattivi pagatori e pretestati. A richiederle, in alcuni casi sono anche i minorenni, ciò è consentito a patto che i genitori facciano da garanti.

Costi

Il costo di una carta ricaricabile varia a seconda dell’istituto che eroga. Di norma la prassi è versare un importo per l’attivazione ed eseguire contestualmente una prima ricarica per renderla operativa.

Ne esistono alcune – anche molto valide – che si possono avere gratuitamente. Se sei interessato a queste ultime eccoti la lista delle carte prepagate gratuite.

In genere tutte queste carte non hanno costi per effettuare sia pagamenti online che non. Sono però previste – come per le carte di credito – commissioni per il prelievo di contanti o per effettuare bonifici e pagamenti automatici.

La situazione è diversa per le carte di credito senza conto corrente usa e getta. Queste ultime solitamente hanno un costo di rilascio molto variabile ed il saldo in esse contenuto è compreso solitamente tra 50 e 500€. Con esse si possono effettuare sia acquisti online che presso esercizi commerciali. Di contro generalmente non contemplano la possibilità di prelevare presso gli sportelli bancomat.

Richiedi adesso la tua Carta Hype Gratis

Da leggere: carta di credito per protestati

Migliori carte di pagamento senza conto corrente

La prima carta immessa sul mercato italiano e quella che continua ad essere la più utilizzata da tutti i consumatori ovvero la Postepay.

Dopo Postepay, negli anni, sono stati inseriti diversi prodotti finanziari con caratteristiche simili alla stessa ma appartenenti a istituti di credito diversi.

Oggi, sul mercato circolano decine di carte, vediamo quindi nel dettaglio quelle commercializzate dai principali istituti di credito.

Carta Postepay

Postepay è una delle carte senza conto corrente più utilizzate in Italia. Questa carta prepagata può essere richiesta da qualsiasi genere d’utente che abbia almeno 14 anni d’età; in quest’ultimo caso, ovviamente, il minore dovrà essere accompagnato da un genitore o un tutore che garantirà per la sottoscrizione di Postepay Junior.

La richiesta avviene all’interno dell’ufficio postale, presso il quale sarà necessario fornire un documento d’identità valido ed il codice fiscale.

Enjoy di Ubi – Banca Popolare di Bergamo

Enjoy è la carta di credito a saldo senza conto corrente bancario ricaricabile con codice IBAN che può essere richiesta recandosi personalmente presso una filiale di Ubi Banca. La carta è molto conveniente ed è destinata a tutti i maggiorenni.

Kristal Best Chip di Monte dei Paschi di Siena

Kristal Best Chip è la carta di credito senza conto corrente prepagata ricaricabile di Monte dei Paschi di Siena. La richiesta online non è possibile, per l’emissione della è necessario recarsi in filiale presentando i propri documenti d’identità in corso di validità.

Carta BNL-Paribas

BNL-Paribas offre diverse carte in modo che ciascun consumatore possa trovare la soluzione migliore per soddisfare le sue esigenze. BNL propone infatti una soluzione Standard, una Personalizzata, una per Minore, una Aziendale ed infine la versione Telethon.

riCarige con e senza IBAN

Per richiedere la carta riCarige, emessa dal Gruppo Carige, è necessario recarsi direttamente in filiale. La carta riCarige viene proposta sia con formula standard che con IBAN, quindi è in grado di soddisfare qualsiasi necessità.

Vantaggi della carta prepagata

Per fare acquisti online oggi è sempre più necessario dotarsi di una carta di credito: operazioni come prenotare un volo, un traghetto o il treno, ad esempio necessitano per il pagamento della presenza di una carta di credito e chi non ne è dotato ha molta difficoltà a fare acquisti.

Oltre ad essere utilizzate online, le carte che vanno ricaricate prima di essere usate garantiscono di avere sempre del denaro con sé senza dover portare il contanti, una soluzione molto più pratica e soprattutto sicura.

Lascia un commento