Idee carta adesiva

Carta adesiva per mobili per dare un look nuovo alla casa? Perché no: è pratica, economica e divertente e può essere applicata in fai da te. Tutto quello che c'è da sapere sulla carta adesiva per mobili: tipologie, prezzi e modalità d'utilizzo.

Carta adesiva per mobili, dalle pareti agli arredi domestici

La carta adesiva per mobili è stata utilizzata e conosciuta per un lungo periodo solo come carta da parati: un rivestimento che magicamente trasformava gli ambienti domestici, vestendoli di colori, di stile, di decorazioni eleganti ma anche molto divertenti.

La naturale evoluzione della carta da parati ha rivoluzionato il suo utilizzo rendendola idonea a rivestire mobili e complementi per la casa: qualsiasi tipo di arredo riposto in cantina o in soffitta, perché troppo malandato o vecchio per essere utilizzato, poteva facilmente essere messo a nuovo senza ricorrere al falegname, divenendo protagonista originale ed unico di uno spazio domestico. Decidere di utilizzare la carta adesiva per rivestire mobili ed accessori d'arredo non è solo utile quando si vuole rimettere a nuovo un complemento d'arredo ormai rovinato dal tempo: è una maniera per dare un aspetto diverso alla propria abitazione senza dover spendere ogni volta una fortuna.

Tipologie, stili e tendenze

Esistono diversi tipi di carte adesive utilizzabili per rivestire mobili, accessori e pareti. Le tipologie di carte in commercio si differenziano soprattutto per il materiale utilizzato e per la sua grammatura: un mobile può esprimere tutta l'eleganza della sua texture originale, attraverso carte adesive che ricalcano le sembianze di legni pregiati, oppure assumere il sapore dello stile country chic grazie ad un rivestimento dai colori pastello, antichizzati e quasi logorati dal tempo. Ma c'è molto di più: infatti, a queste tipologie di rivestimenti che potremmo definire comuni, si affiancano generi e stili che riescono ad inserirsi perfettamente nelle case dal design minimal, nelle dimore dal gusto urbano, ma anche in tutti gli spazi che vogliono imprimere una forte impronta organica e naturalistica.

A ciascuno stile corrisponde ovviamente un materiale ed una texture unica: le case dal design minimal possono essere impreziosite da mobili restaurati con carta adesiva lucida o laccata in total black o total white, dalla grammatura più spessa; i patiti dell'urban style possono invece scegliere delle carte adesive per mobili con stampe vintage, antichizzate e dai colori smorzati. Chi invece vuole donare alla sua casa un tocco di romanticismo potrà rivolgersi ad una carta di riso, oppure alle carte che racchiudono frammenti di piante o fiori rapiti alla natura. Le idee non mancano, basta solo scegliere e mettersi all'opera.

Prezzi

I prezzi della carta adesiva dipendono dalla preziosità del materiale ma soprattutto dal design: infatti, oggi le carte adesive sono divenute, al pari degli accessori di arredo, un universo in cui operano anche designer d'interni o artisti. Quindi, se è possibile acquistare carte adesive per pochi euro in un comune negozio di decoupage, sarà altrettanto semplice rivolgersi a siti specializzati online dove si troveranno decori unici, che faranno di un mobile o un complemento la star dell'ambiente che lo ospita. Ovviamente, a differenza delle carte adesive più comuni, quelle disegnate dai designer possono arrivare a costare da qualche decina sino a poche centinaia di euro: l'esclusività si paga.

Come si applica

Per posizionare al meglio la carta adesiva ci si dovrà munire di pazienza e precisione.

Il primo passaggio riguarda la pulitura della superficie che dovrà essere rivestita con la carta. Per eseguire un lavoro "a regola d'arte" sarà bene passare sul legno un panno umido e successivamente la carta vetrata: questo pretrattamento assicurerà di posare il rivestimento su una superficie completamente liscia e priva di imperfezioni.

Una volta che la base sarà pronta sarà necessario prendere le misure esatte della superficie da rivestire. E' molto importante, per una buona riuscita, tagliare la carta servendosi di un righello e di un taglierino. Ora che tutto è pronto si potrà cominciare ad applicare la carta adesiva.

Il metodo migliore, per applicare la carta con precisione, è quello di partire da uno spigolo e staccare la parte adesiva poco alla volta: la carta va fissata pian piano sulla superficie e contestualmente è necessario usare uno spatola con bordo in gomma per evitare la formazione delle antiestetiche bolle d'aria. Anche se la posa è stata eseguita con la massima cura, può capitare che comunque si formino delle piccole bolle d'aria: in questo caso si può agire o staccando la carta e riattaccandola, oppure bucando la carta e facendo uscire l'aria.

Conviene staccare la carta dalla superficie quando la bolla è vicina al bordo, per farlo si può utilizzare il getto di un asciugacapelli, che scalderà la parte adesiva e renderà più agevole la rimozione e il riposizionamento; se invece la bolla è al centro si può fare un piccolo buco utilizzando la punta di un ago: in questo modo il buco sarà invisibile e la carta apparirà perfettamente posizionata.

Arredamento in evoluzione

L'utilizzo delle carte adesive è dedicato a chi ama cambiare: la monotonia dell'ambiente domestico può essere interrotta dall'introduzione di una nota di colore e di fantasia su un arredo rendendo ogni spazio come lo specchio del carattere e dell'animo del suo proprietario. Inoltre, a differenza del restauro tradizionale dei mobili o dell'acquisto di arredi nuovi di zecca, l'utilizzo di queste carte consente di cambiare colori e stili d'arredamento tutte le volte che se ne ha voglia: periodicamente si potrà decidere di rimettere a nuovo casa in maniera economica, originale e creativa.